10°

22°

Provincia-Emilia

Sei comuni della Bassa contro le nutrie

Sei comuni della Bassa contro le nutrie
Ricevi gratis le news
1

Paolo Panni

Sei Comuni della Bassa, Busseto, Colorno, Mezzani, Polesine, Soragna e Zibello, sostenuti da Coldiretti, Unione Agricoltori, Cia (Confederazione italiana agricoltori), Consorzio della bonifica parmense ed Aipo dichiarano «guerra» alla nutria.
Lo fanno con una petizione «per la difesa idraulica, la produttività dei terreni, la salute pubblica e la sicurezza viaria della pianura parmense messe in serio pericolo dalle nutrie» che da lunedì sarà estesa a tutta la cittadinanza. L’iniziativa, partita da Coldiretti, è stata presentata ieri mattina in municipio a Polesine dai sindaci Andrea Censi di Polesine, Manuela Amadei di Zibello, dal vicesindaco di Busseto Paolo Puddu, dall’assessore di Soragna Leopoldo Capra, dal consigliere di Mezzani Renato Bergonzi, da Antonio Belforti dell’Unione agricoltori, da Marzo Zanni di Coldiretti e da Ilenia Rosi (che rappresentava anche il Comune di Colorno in quanto consigliere) di Cia. In un documento i promotori denunciano «il proliferare del roditore originario dell’America Meridionale che da anni imperversa nelle campagne provocando ingenti danni alle coltivazioni e mettendo a rischio la sicurezza dei cittadini» e vogliono pertanto farsi parte attiva nel trovare una soluzione definitiva al problema.
«L'abnorme presenza di famiglie di nutrie - scrivono - è particolarmente dannosa per l’agricoltura, mettendo a serio rischio le colture e la redditività delle imprese. Questi animali creano inoltre tane in prossimità di canali ed arginature scavando lunghe ed ampie gallerie che crolli ed esondazioni. Si originano così fenomeni di subsidenza nelle strade poderali che, oltre a rendere difficoltoso il transito dei trattori, mettono in pericolo la sicurezza idraulica dell’intera pianura parmense. Non vanno poi sottovalutati anche gli attacchi agli animali domestici e di allevamento». Viene quindi evidenziata «l'esasperazione degli agricoltori che vedono vanificare, impotenti, i lavori e gli investimenti già sostenuti e il risultato delle prossime produzioni. Il piano di controllo attuato dalla Provincia è cosa buona ed apprezzabile, ma oggi risulta insufficiente rispetto alla densità del livello di propagazione delle nutrie. Riteniamo - scrivono ancora - che sia fondamentale per tutti gli attori preposti e indicati nel Piano provinciale una maggior conoscenza degli strumenti messi in campo e la piena e concreta attuazione del Piano provinciale stesso per debellare definitivamente il problema e arrivare alla completa eradicazione della nutria dal territorio parmense, anche attraverso l’uso del fucile. Decisione drastica ma fondamentale ed unica soluzione per far fronte ai gravi problemi evidenziati».
 In conclusione, i firmatari della petizione chiedono dunque «il rispetto delle persone, del territorio, dell’agricoltura, della sicurezza in generale ed in particolare chiedono l’eradicazione totale della specie, così come previsto anche dalla Legge regionale».
Il sindaco di Polesine Andrea Censi, che ha indetto la conferenza di presentazione, ha sottolineato i danni ed i disagi emersi sul territorio dopo i nubifragi e gli allagamenti di maggio e giugno indicando nella presenza, ormai abnorme, delle nutrie, una delle cause principali. Ed anche gli altri amministratori presenti hanno sottolineato che i cunicoli scavati da questi roditori sono stati all’origine di allagamenti ed erosioni di argini. Anche i rappresentanti delle associazioni di categoria degli agricoltori hanno sottolineato i danni patiti da numerosi dei loro associati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio

    08 Giugno @ 12.22

    spero che si trovi veramente una soluzione a questo problema, a volte girando nelle campagne parmensi noto che a poca distanza delle abitazioni dove vi giocano bambini vi sono 3 a volte anche di piu di questi orrendi animali. consiglierei ai comuni di organizzare squadre muniti di carabine ad aria compressa x evitare anche incidenti, e con operatori iren a seguito x lo smaltimento.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Oscar: è A ciambra il candidato italiano

cinema

E' "A ciambra" il candidato italiano agli Oscar

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter dalla pornostar

storie di ex

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter da una pornostar

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata

gossip reale

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

incidente ambulanza

PARMA

Moletolo e Botteghino: due investiti in poche ore

Scontro auto-bici a Botteghino: un ferito. Davanti alla Overmach, dirigente dell'azienda investito da un'auto

Allarme

Tetti in eternit nell'ex fornace di Felegara: la paura dei cittadini

1commento

Furto

Ennesimo raid al centro diurno Fiordaliso

CROCETTA

Scontro in via Emilia Ovest

PARMA

Foto in vendita a Mercanteinfiera per aiutare Giocamico Video

Francesca Bocchia spiega i dettagli dell'iniziativa al padiglione 4 della fiera

boretto

La sorella di Bebe Brown: «Ancora troppi misteri sulla sua morte»

Sabato 7 ottobre il funerale

FIDENZA

Uova contro le vetrine dei negozi

CANTIERI

Tangenziale Sud di Fidenza: iniziati i lavori

COLORNO

Ponte inagibile e treni insufficienti

1commento

L'INTERVISTA

Tajani: «Candidarmi? No, il mio posto è a Bruxelles»

Volontariato

Assistenza pubblica, numeri da record

UPI

Giovanni Baroni è nuovo presidente
della Piccola Industria di Confindustria Emilia-Romagna

FACCIA A FACCIA

Ateneo al voto, candidati a confronto

CARABINIERI

Entrano i ladri, donna finge di dormire per paura di violenze: arrestato 32enne di Sorbolo Video

Arrestato a Reggio Emilia un albanese che abita nel paese della Bassa. I due complici sono riusciti a fuggire

4commenti

COLLECCHIO

Gli agenti fermano un camionista ubriaco e scoprono una storia di sfruttamento 

Un 48enne romeno è stato multato e gli è stata ritirata la patente. Lavora in condizioni molto dure e per pochi soldi per un'agenzia intestata a un italiano

5commenti

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

'Ndrangheta, maxi-operazione in Lombardia: anche un sindaco fra i 27 arrestati

PIACENZA

Colpita da un ramo tagliato dal marito: muore una 70enne

SPORT

serie B

Verso la Salernitana: il Parma già al lavoro a Collecchio Video

1commento

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

russia

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery