15°

Provincia-Emilia

Traversetolo dedica una via a un fascista di Salò. Critiche da Istoreco e Comunisti Italiani

Traversetolo dedica una via a un fascista di Salò. Critiche da Istoreco e Comunisti Italiani
19

A Traversetolo, via della Libertà e piazza Mazzini sono collegate da una strada che di recente il Comune ha intitolato a Paride Mori. «Capitano dei Bersaglieri», si legge nella targa. Il traversetolese Mori però fu anche ufficiale dell'esercito della Repubblica di Salò, fra il 1943 e la sua morte lungo la linea dell'Isonzo, nel febbraio 1944. Le sue truppe (battaglione «Bruno Mussolini») erano agli ordini della Germania nazista, nello stesso momento in cui nel Nord combattevano i partigiani.
In pratica, a Traversetolo è stata intitolata una via a un ufficiale fascista. Questo ha scatenato reazioni. Roberto Bernardini (Comunisti italiani) ha depositato in Provincia un ordine del giorno che auspica il ritiro dell'intitolazione della strada a Paride Mori.
Il testo dell'ordine del giorno «ricorda che la Costituzione della nostra Repubblica è fondata sui valori democratici e antifascisti di chi ha lottato nella Resistenza e per la Liberazione dell’Italia e che a tale fondamentale legge tutti gli italiani debbono fedeltà, e a maggior ragione i pubblici amministratori ai quali compete, tra l’altro, la scelta in ordine all’intitolazione delle vie».
L'inserimento di Paride Mori nella toponomastica nel comune guidato da Alberto Pazzoni è stato criticato anche Marco Minardi, direttore dell'Istituto storico della Resistenza di Parma, con una lettera alla «Gazzetta». Come scrive Minardi, «non si tratta, in questo caso, di un giovane diciottenne finito inconsapevolmente tra le fila fasciste, ma di un uomo di quarantadue anni ben consapevole della scelta fatta» (leggi il testo completo della lettera).

 «Se avessimo saputo che era un fascista non gli avremmo intitolato la strada - spiega Pazzoni -. Il nostro errore è stato quello di non fare approfondimenti, abbiamo peccato di buona fede». L’iter che ha portato all’ora discussa - e discutibile - scelta iniziò nel 2002, quando la commissione Toponomastica di Traversetolo si riunì per valutare una dozzina di proposte. Membri dell’amministrazione e del consiglio, di maggioranza e opposizione, ma anche altri componenti della comunità traversetolese, tra cui il parroco, costituivano l’organo e avevano l’incarico di valutare le intitolazioni. Un ampio servizio di Giulia Coruzzi e l'approfondimento sulla questione della revoca dell'intitolazione sono sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ISIDORO

    14 Agosto @ 18.36

    VIA TITO - INFOIBATORE Aci Sant'Antonio (Catania) Campegine (Reggio Emilia) Cornaredo (Milano) cancellata Napoli Nuoro Palma di Montechiaro (Agrigento) Parete (Caserta) Parma Quattro Castella fraz. Montecavolo (Reggio Emilia) Reggio Emilia Scampitella (Avellino) Ussana (Cagliari)

    Rispondi

  • Geronimo

    19 Luglio @ 19.38

    Io invece vado controcorrente, lascerei tutti i nomi di queste persone, compresa una ipotetica via a benito mussolini e sotto scriverei cos'è stato. Questo per non dimenticare, io ad esempio ho meno di 30 anni, a scuola non ho studiato il fascismo capendo poi il motivo, il professore era di estrema destra, allo stesso tempo non ho studiato le foibe, non erano presenti sui libri di storia.

    Rispondi

  • marco

    19 Luglio @ 17.09

    A Parma c'è VIA TITO da 20 anni e il comune lo difende! Ma di cosa stiamo parlando? Se MIKI dice nel messaggio precedente che "Quindi è giusto considerarlo (IL MORI) una carogna come Tito,Stalin,Hitler,Mussolini,Pinochet,Castro e via dicendo tutti i dittatori indipendentemente al loro colore... " QUINDI DOVREMMO CHIEDERCI INNAZITUTTO PERCHE' PARMA DEDICA UNA VIA E UN LARGO AD UNA DELLE SUDDETTE CAROGNE! !

    Rispondi

  • franco

    19 Luglio @ 03.54

    MIKI.....NON SI ARRABBI.....POSSO ESSERE PURE D'ACCORDO CON LEI. MA MI SEMBRA STUPIDO DA PARTE DI PARTITI ED ASSOCIAZIONI PRENDERSELA CON IL MORI (CHE PROBABILMENTE NON HA FATTO NULLA DI MALE) E NON PRENDERSELA CON I VARI TITO E MARX CHE FORSE HANNO AVUTO UNA VALENZA SUPERIORE!!!! FACCIAM MO' BENE UNA BELLA LETTERA ANCHE ALLA COMMISSIONE TOPONOMASTICA DEL COMUNE DI PARMA, PER MODIFICARE QUESTE BRUTTURE......MA FORSE LE DIRANNO CHE SI CREANO PROBLEMI AI RESIDENTI.....QUINDI AAAPPPPPPOOOOSTO COSI' !!! BHE' A ME NON STA BENE!!!!!

    Rispondi

  • miky

    18 Luglio @ 20.42

    Caro sig, Franco Marx non ha servito un dittatore sanguinario e le teorie economiche possono sempre essere discutibili,lo dimostra la crisi economica che ci ha colpito in questi anni. per me le vie a Tito le possono anche cancellare perche' anche lui era una carogna e a prova di quel che dico basta citare la triste vicenda delle foibe. Ma si ricordi bene che Paride Mori comandava un battaglione di repubblichini ed era sotto il diretto comando del terzo reich...E PER SUA LIBERA SCELTA!!!! Quindi è giusto considerarlo una carogna come Tito,Stalin,Hitler,Mussolini,Pinochet,Castro e via dicendo tutti i dittatori indipendentemente al loro colore. Buonasera.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David: i candidati ai premi per attori e attrici

cinema

David: ecco chi sarà in corsa

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È il momento di rinnovare casa sfruttando le agevolazioni fiscali

COSTRUIRE ARREDARE

Agevolazioni fiscali: è il momento di rinnovare casa

Lealtrenotizie

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

2commenti

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

4commenti

Sicurezza

Parma, blitz nelle cattedrali del degrado

2commenti

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

Corsa contro il tempo per comunicare le spese di ristrutturazione e di risparmio energetico

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis che fine ha fatto?

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

carabinieri

Lite tra vicini, donna esplode colpi in aria a Boretto

E' stata denunciata, ha usato una scacciacani

quartieri

Ventuno progetti per Parma

Le proposte dei consigli dei cittadini volontari

1commento

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

L'INTERVISTA

Cerri, che gioia il primo gol in A

1commento

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

4commenti

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

3commenti

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

1commento

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

6commenti

ITALIA/MONDO

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

1commento

il caso

Killer del catamarano: De Cristofaro è scomparso dal Portogallo

SOCIETA'

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

3commenti

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti