17°

30°

Provincia-Emilia

Estorcono 413mila euro al parroco di Canossa: arrestati due pregiudicati parmigiani

Estorcono 413mila euro al parroco di Canossa: arrestati due pregiudicati parmigiani
18

Il parroco di Canossa, don Valerio Beneventi, è stato vittima di un'estorsione, per due anni. Due fratelli residenti a Parma, in base alle prime informazioni, hanno carpito la sua buona fede, per poi passare alle minacce, riuscendo a estorcergli circa 400mila euro.
Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Castelnovo Monti si sono concluse con l’arresto di due fratelli residenti a Parma.

I DETTAGLI DELLA VICENDA. In un anno e mezzo hanno estorto ben 413mila euro al parroco di Canossa. Con questa accusa, due fratelli parmigiani di 38 e 42 anni sono stati arrestati. E' l’esito dell’operazione «Pozzo di San Patrizio» condotta dai carabinieri della Compagnia di Castelnovo Monti, che ha portato in carcere Paolo e Fabrizio Trombi, pluripregiudicati; il primo per truffa aggravata ed estorsione, il secondo per estorsione, ricettazione e sostituzione di persona. Le richieste di denaro al sacerdote erano cominciate nel maggio 2008 e sono continuate fino allo scorso febbraio.

Paolo Trombi in particolare, secondo le indagini, aveva carpito nel tempo la buona fede del parroco, che ha più di 80
anni, raccontandogli una serie di eventi tragici di cui a suo dire era rimasto vittima: era vedovo, aveva un figlio piccolo che viveva da solo con lui, aveva subìto diverse operazioni chirurgiche che l’avevano menomato, aveva fatto gravi incidenti stradali. Ma era tutto falso. Le indagini sono cominciate cinque mesi fa, quando i carabinieri sono intervenuti nella canonica di Canossa, arrestando Trombi - che ai militari aveva fornito false generalità - per "falsa attestazione a pubblico ufficiale circa la propria identità". Le indagini hanno permesso poi di «incastrare» i fratelli, che per vincere le resistenze del sacerdote gli avevano parlato dell’esistenza di persone «molto pericolose» che avrebbero potuto rapire il figlio di Paolo Trombi e fare del male ai due fratelli.

Le minacce sono state accompagnate da «sceneggiate» che prevedevano, di volta in volta, la presenza di soggetti che si aggiravano con aria minacciosa nei pressi della chiesa, danneggiamenti sull'auto della vittima, furti che periodicamente avvenivano nella canonica. Lo stato di terrore indotto nel sacerdote lo ha portato ad assecondare in silenzio ogni richiesta di soldi da parte degli aguzzini, facendo uso - in parte - anche dei soldi dei fedeli depositati sui conti correnti delle parrocchie. Dalla verifica dei conti correnti bancari, personali e non, sono risultati ammanchi per 413mila euro.
Le indagini si sono concluse con le ordinanze di custodia cautelare in carcere richieste dal pm Maria Rita Pantani e firmate dal gip Angela Baraldi. Ad eseguirle sono stati i carabinieri di San Polo d’Enza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    23 Luglio @ 19.59

    Osarugue hai ragione e te lo dice un credente che però non frequenta perchè contrrio al partito politico della chiesa. Tra l'altro aggiungo che la chiesa non obbliga a versare soldi attraverso l'8%, ci sono altre religioni o altri enti a cui darlo, compreso lo stato italiano

    Rispondi

  • alessandro

    23 Luglio @ 17.03

    Pedofili, evasori fiscali, fascisti... se questi sono i ministri di Dio, io mi converto all'islam... anzi, meglio l'ateismo delle favolette

    Rispondi

  • giuseppe righi

    23 Luglio @ 16.43

    Scusate, ma vi hanno mai obbligato in chiesa a dare dei soldi ? Non credo. Semmai vengono chiesti, non pretesi. Sono sempre e solo offerte spontanee, mai obblighi. Se celebri il matrimonio in chiesa, così come battesimi, funerali o messe di suffragio ecc, e vuoi fare una offerta bene, altrimenti nessuno ti può imporre alcuna "tassa". Probabilmente, per chi non comprende il vero significato della Chiesa come Casa di Dio e dei fedeli, questa è sicuramente una buona occasione per fare della facile polemica, che io personalmente posso capire ma non giustificare. Saluti.

    Rispondi

  • cri

    23 Luglio @ 16.23

    Valerio...certo che non costituisce reato però non ha nemmeno nulla a che fare con il principio cristiano...questi sono imprenditori belli e buoni che della gente bisognosa non gliene frega nulla. Cos'è si fanno la villa in campagna ricca di tesori? E Gesù cosa c'entra in tutto questo?????? Il reato che è stato commesso è grave e non va difeso intendiamoci

    Rispondi

  • Lolly80

    23 Luglio @ 15.40

    MA INVECE DI CONCENTRARCI SUI SOLDI DEL PARROCO.. NON POSSIAMO FAR MENTE LOCALE SU QUESTI DUE? IO LI CONOSCO DI VISTA... NON HANNO MAI LAVORATO..SEMPRE PIENI DI SOLDI... ORA CAPISCO IL PERCHE'... BELLA FORZA RICATTARE UN PRETE... SONO DEI FALLITI ANCHE COME DELINQUENTI...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Parma-Piacenza 0-0

PLAY-OFF

Parma-Piacenza 1-0, Nocciolini! (La formazione crociata). Traffico in tilt, code in biglietteria (la viabilità)

Il programma dei quarti: tutte giocano alle 20.30. Solo il Pordenone sta ribaltando il risultato

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

3commenti

tg parma

Ladri e vandali al Palaciti Video

Incursione nella notte al palazzetto. I malviventi mettono tutto a soqquadro , danneggiano uffici e spogliatoi poi fuggono con scarpette da ginnastica e tute

anteprima gazzetta

Il voto a Parma, un "laboratorio" per tutta l'Italia

Nell'edizione di domani: bocconi avvelenati, scherzi pericolosi di ragazzini a Sorbolo e Traversetolo

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

Traversetolo

E sotto il futuro Conad spunta un villaggio neolitico

Lo scavo sotto il Torrazzo porta alla luce 32 strutture e 4 tombe risalenti al V millennio avanti Cristo

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

2commenti

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

1commento

furto

Se i ladri rubano le magliette dedicate a un amico scomparso....

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

13commenti

motori

Abarth Day, a Varano oltre 5 mila fan dello Scorpione

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

1commento

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

1commento

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

SOCIETA'

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

SPORT

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

CICLISMO

Giro, tappa a Rolland. Dumoulin sempre in rosa

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare