15°

Provincia-Emilia

Monchio, il Soccorso Alpino salva due scout finiti in un dirupo

Monchio, il Soccorso Alpino salva due scout finiti in un dirupo
5

La richiesta di aiuto al 118 è arrivata intorno alle 19.45 di ieri sera. A chiedere l’intervento del personale sanitario erano due giovani scout di Parma che, durante un’escursione sulle montagne tra Valditacca e il Lago Frasconi, sono accidentalmente scivolati in un ripido dirupo dal quale non sono più riusciti a risalire. Solo l’intervento del Soccorso Alpino e dell’elisoccorso di Massa Carrara ha messo la parola fine a questa loro brutta avventura.
I due, un ragazzo ed una ragazza, avevano trascorso la giornata con il loro gruppo di scout, battendo in lungo e in largo i sentieri della zona. L’intenzione del gruppo di giovani era quella di passare la notte al chiaro di luna, dormendo sui monti accampati nelle loro tende. Gli scout stavano risalendo il sentiero Cai 709 che dai Cancelli di Valditacca conduce al Lago Frasconi. Ma i giovani, purtroppo, non hanno fatto in tempo a raggiungere la meta.  Giunti nei pressi del Rio Vinduri, un piccolo torrentello che costeggia il sentiero, due di loro, forse a causa del terreno sdrucciolevole, sono scivolati lungo il dirupo, facendo un volo di oltre cinque metri ed andando ad finire nel letto del corso d’acqua. Gli scout, spaventati e doloranti, si sono subito resi conto di non riuscire a risalire il dirupo da soli ed hanno immediatamente allertato i soccorsi. Il 118 ha chiesto il supporto e l’intervento del Soccorso Alpino sezione Monte Orsaro, che ha subito iniziato a scandagliare la zona con una squadra di volontari guidati dal vicecapostazione Pierfrancesco Fontichiari.
I dettagli oggi sulla Gazzetta di Parma in edicola nell'articolo di Beatrice Minozzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni

    03 Agosto @ 11.39

    Riguardo a quanto detto dal signor Luca... Tutti sono capaci di parlare così, fino a quando non si ritrovano loro stessi in una situazione del genere. Io e la mia amica non abbiamo certo fatto apposta a scivolare giù da quel pendio... e da quel che ho sentito dire dal tecnico dell'elisoccorso non siamo affatto i primi. Dovremmo allora far pagare il soccorso a tutti quelli che hanno avuto incidenti simili al nostro? Ribadisco che il ragionamento del signor Luca è terribilmente egoista... anche se ora fa il tirchio perchè l'elisoccorso è pagato anche da lui scommetto che se capitasse un incidente serio a lui stesso o a un suo familiare non si farebbe scrupoli del genere. Il soccorso pubblico è pubblico... significa che lo pagano tutti e che è per tutti, perchè a chiunque può capitare di averne bisogno. Riguardo all'incidente, ci tengo a sottolineare che è accaduto per una imprudenza mia e della mia amica... ma un'imprudenza che abbiamo commesso come persone, non come scout. Mi sembra profondamente ingiusto che ora tutti guardino male gli scout, pensando che sono gente poco scantata e che si vanno sempre a cacciare nei guai. Io e la mia amica siamo stati imprudenti e accetto che questo mi venga rinfacciato, ma non accetto che si facciano generalizzazioni ingiuste su tutto il movimento scout. GIovanni

    Rispondi

  • Nadia

    29 Luglio @ 15.13

    Grazie Giuliano, speriamo che il Sig. Luca non abbia mai figli o nipoti che decidano di partecipare a qualche attività sana, educativa e formativa, tra la natura. Forse per lui è meglio vedere certi giovani annoiati e rincoglioniti davanti ai videogiochi di un bar. La prudenza non è mai troppa soprattutto in montagna e lo spavento sarà stato grosso sia per i ragazzi che per i loro capi. Una lezione sarà sicuramente tratta da quest'esperienza. Per fortuna tutto non è finito in tragedia. Possiamo inoltre dire che meno male ci sono ancora bravi ed efficienti volontari del soccorso alpino e ancora bravi ed esperti i medici che lavorano al 118. Grazie per il pronto intervento e per l'aiuto che avete dato. Nadia

    Rispondi

  • Marco

    29 Luglio @ 14.24

    Ma che discorso è far pagare a loro l'elisoccorso !! Non l'hanno fatto apposta a scivolare di sotto per 5 metri, rischiando di farsi seriamente male. Può capitare a tutti, in special modo agli scout ch'ien miga tant scantè, di mettere male un piede e cadere o scivolare. E' strano che a scivolare siano stati due contemporaneamente.

    Rispondi

  • luca

    29 Luglio @ 10.33

    Io glielo farei pagare a loro l'elisoccorso, ac'sì n'etra volta i guérdon in dò metn'i pè!

    Rispondi

    • Giuliano Rozzi

      29 Luglio @ 13.24

      In merito alla notizia sull'intervento delle squadre di soccorso per recuperare i due ragazzi, non mi trovo d'accordo con quanto dice il sig. Luca05. Si può scivolare anche su un marciapiede e rompersi una gamba. E per questo nessuno chiede il pagamento. Il sig. Luca o qualche suo famigliare, amico o conoscente non si sono mai fatti male? Camminando su di un sentiero anche il più attento può posare il piede su un sasso instabile e farsi male; ovviamente sarà da censurare un comportamento imprudente. Giuliano

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

Gazzareporter

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Chi ha votato con sms sarà rimborsato

mamma esce dalla stanza

20 milioni di like

La mamma che striscia batte Belen & co a colpi di clic

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Enogastronomia: domani un inserto di sei pagine

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

Lealtrenotizie

Scippava donne anziane a bordo del suo scooter: la polizia di stato arresta il responsabile

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

Elezioni amministrative

Manno si candida: "Con falce e martello vogliamo far tornare la speranza in città"

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

Traffico

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità ridotta a 80 metri in A1 Foto

Incidente nella notte a Vicomero

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

Ci sono nuove date per semifinali e finali

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

12commenti

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

VIA VENEZIA

Investe una donna e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

6commenti

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Sindacato

Cgil Parma, gli iscritti superano quota 76.000

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

10commenti

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

1commento

LA SPEZIA

Rubava Epo all'ospedale per venderlo ai ciclisti

SOCIETA'

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

SPORT

parma calcio

Parma, manca l'insostituibile Baraye: Scaglia in attacco? Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv