-4°

Provincia-Emilia

Monchio, il Soccorso Alpino salva due scout finiti in un dirupo

Monchio, il Soccorso Alpino salva due scout finiti in un dirupo
5

La richiesta di aiuto al 118 è arrivata intorno alle 19.45 di ieri sera. A chiedere l’intervento del personale sanitario erano due giovani scout di Parma che, durante un’escursione sulle montagne tra Valditacca e il Lago Frasconi, sono accidentalmente scivolati in un ripido dirupo dal quale non sono più riusciti a risalire. Solo l’intervento del Soccorso Alpino e dell’elisoccorso di Massa Carrara ha messo la parola fine a questa loro brutta avventura.
I due, un ragazzo ed una ragazza, avevano trascorso la giornata con il loro gruppo di scout, battendo in lungo e in largo i sentieri della zona. L’intenzione del gruppo di giovani era quella di passare la notte al chiaro di luna, dormendo sui monti accampati nelle loro tende. Gli scout stavano risalendo il sentiero Cai 709 che dai Cancelli di Valditacca conduce al Lago Frasconi. Ma i giovani, purtroppo, non hanno fatto in tempo a raggiungere la meta.  Giunti nei pressi del Rio Vinduri, un piccolo torrentello che costeggia il sentiero, due di loro, forse a causa del terreno sdrucciolevole, sono scivolati lungo il dirupo, facendo un volo di oltre cinque metri ed andando ad finire nel letto del corso d’acqua. Gli scout, spaventati e doloranti, si sono subito resi conto di non riuscire a risalire il dirupo da soli ed hanno immediatamente allertato i soccorsi. Il 118 ha chiesto il supporto e l’intervento del Soccorso Alpino sezione Monte Orsaro, che ha subito iniziato a scandagliare la zona con una squadra di volontari guidati dal vicecapostazione Pierfrancesco Fontichiari.
I dettagli oggi sulla Gazzetta di Parma in edicola nell'articolo di Beatrice Minozzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni

    03 Agosto @ 11.39

    Riguardo a quanto detto dal signor Luca... Tutti sono capaci di parlare così, fino a quando non si ritrovano loro stessi in una situazione del genere. Io e la mia amica non abbiamo certo fatto apposta a scivolare giù da quel pendio... e da quel che ho sentito dire dal tecnico dell'elisoccorso non siamo affatto i primi. Dovremmo allora far pagare il soccorso a tutti quelli che hanno avuto incidenti simili al nostro? Ribadisco che il ragionamento del signor Luca è terribilmente egoista... anche se ora fa il tirchio perchè l'elisoccorso è pagato anche da lui scommetto che se capitasse un incidente serio a lui stesso o a un suo familiare non si farebbe scrupoli del genere. Il soccorso pubblico è pubblico... significa che lo pagano tutti e che è per tutti, perchè a chiunque può capitare di averne bisogno. Riguardo all'incidente, ci tengo a sottolineare che è accaduto per una imprudenza mia e della mia amica... ma un'imprudenza che abbiamo commesso come persone, non come scout. Mi sembra profondamente ingiusto che ora tutti guardino male gli scout, pensando che sono gente poco scantata e che si vanno sempre a cacciare nei guai. Io e la mia amica siamo stati imprudenti e accetto che questo mi venga rinfacciato, ma non accetto che si facciano generalizzazioni ingiuste su tutto il movimento scout. GIovanni

    Rispondi

  • Nadia

    29 Luglio @ 15.13

    Grazie Giuliano, speriamo che il Sig. Luca non abbia mai figli o nipoti che decidano di partecipare a qualche attività sana, educativa e formativa, tra la natura. Forse per lui è meglio vedere certi giovani annoiati e rincoglioniti davanti ai videogiochi di un bar. La prudenza non è mai troppa soprattutto in montagna e lo spavento sarà stato grosso sia per i ragazzi che per i loro capi. Una lezione sarà sicuramente tratta da quest'esperienza. Per fortuna tutto non è finito in tragedia. Possiamo inoltre dire che meno male ci sono ancora bravi ed efficienti volontari del soccorso alpino e ancora bravi ed esperti i medici che lavorano al 118. Grazie per il pronto intervento e per l'aiuto che avete dato. Nadia

    Rispondi

  • Marco

    29 Luglio @ 14.24

    Ma che discorso è far pagare a loro l'elisoccorso !! Non l'hanno fatto apposta a scivolare di sotto per 5 metri, rischiando di farsi seriamente male. Può capitare a tutti, in special modo agli scout ch'ien miga tant scantè, di mettere male un piede e cadere o scivolare. E' strano che a scivolare siano stati due contemporaneamente.

    Rispondi

  • luca

    29 Luglio @ 10.33

    Io glielo farei pagare a loro l'elisoccorso, ac'sì n'etra volta i guérdon in dò metn'i pè!

    Rispondi

    • Giuliano Rozzi

      29 Luglio @ 13.24

      In merito alla notizia sull'intervento delle squadre di soccorso per recuperare i due ragazzi, non mi trovo d'accordo con quanto dice il sig. Luca05. Si può scivolare anche su un marciapiede e rompersi una gamba. E per questo nessuno chiede il pagamento. Il sig. Luca o qualche suo famigliare, amico o conoscente non si sono mai fatti male? Camminando su di un sentiero anche il più attento può posare il piede su un sasso instabile e farsi male; ovviamente sarà da censurare un comportamento imprudente. Giuliano

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano: il sindaco di Langhirano: "chieste le strisce pedonali"

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

BASILICAGOIANO

Omicidio Habassi: Del Vasto capace di intendere e volere

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

5commenti

Calciomercato

Matteo Guazzo-Modena: salta tutto

Niente intesa sull'ingaggio, tegola per il mercato del Parma che ora ha un over di troppo.

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

16commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Fotografia

Parma di Badignana: la cascata

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta