Provincia-Emilia

Ozzano, frazione divisa sulla chiusura delle elementari

Ozzano, frazione divisa sulla chiusura delle elementari
Ricevi gratis le news
0

 Gian Carlo Zanacca 

 La frazione di Ozzano  si presenta divisa di fronte alla polemica innescata nei giorni scorsi dalla interpellanza promossa dal consigliere regionale della Lega Nord, Roberto Corradi, circa la paventata chiusura della scuola elementare di Ozzano.
 La scuola non chiude, verranno trasferite le due sezioni di scuola elementare del primo ciclo da Ozzano a Gaiano, saranno confermate le due sezioni di materna e ne verrà probabilmente creata una nuova di asilo nido. Da un lato ci sono molti genitori dei bambini che la frequentano e che considerano il trasferimento della prima e seconda classe da Ozzano a Gaiano in modo positivo, dall’altra molti residenti che non vivono la scuola in prima persona e che percepiscono il possibile trasferimento del primo ciclo a Gaiano come un “declassamento” vero e proprio della frazione. 
La situazione attualmente vede la presenza di una classe di prima elementare e di una seconda ad Ozzano per un totale di 31 alunni. A settembre saranno 15 i frequentati la prima di cui 3 di Ozzano e 7 di Gaiano, gli altri non abitano nelle 2 frazioni. La seconda conta 16 alunni di cui 6 di Ozzano e gli altri di Gaiano e Fornovo. Il plesso scolastico è unico Gaiano-Ozzano e proprio a Gaiano ci sono la 3ª, la 4ª e la 5ª elementare per un totale di 51 alunni che sommati al primo ciclo di Ozzano fanno 82. 
«Il trasferimento - secondo Corradi - rappresenta una penalizzazione per Ozzano che è la frazione più popolosa del Comune creando disagi per gli utenti». I bambini giocano allegri negli spazi verdi dell’oratorio vicino alla chiesa di San Pietro e le madri chiacchierano proprio di questa prospettiva. Una signora di 40 anni, operaia, ha il figlio che frequenta la seconda classe della scuola elementare ad Ozzano e si dice favorevole all’iniziativa del Comune che prevede la realizzazione di un unico edificio a Gaiano per «motivi legati alla continuità didattica, alla rotazione degli insegnanti e del personale ausiliario. E’ meglio avere tutte e 5 le classi insieme».
 Giovanni Oppici fa parte del consiglio di istituto e sostiene le ragioni dell’Amministrazione a favore della realizzazione di un edificio nuovo a Gaiano che «permetterebbe il miglioramento dei servizi anche a fronte delle limitazioni riguardanti il numero degli alunni fissato in un minimo di 15 dalle nuove disposizioni legislative.  La qualità della scuola richiede un certo tipo di organizzazione con la possibilità per esempio del tempo prolungato». 
Dal canto suo la scuola, l’Istituto comprensivo Ettore Guatelli, ha caldeggiato la soluzione prospettata dall’Amministrazione - come sottolinea il vice preside, professoressa Angela Buzzi, «andrebbe a tutto vantaggio degli alunni». Ma a Ozzano non tutti la pensano così e c'è chi è pronto a costituire un comitato che si opponga alla iniziativa ed al “centralismo” di Collecchio. La domanda ricorrente è: perché costruire una scuola a Gaiano e non ad Ozzano quando quest’ultima presenta un tessuto produttivo sviluppato con aziende del calibro della Plasmon e della Rodolfi, mentre Gaiano no? Il sindaco   Paolo Bianchi   rileva che «non c'è nessuna volontà di declassamento verso nessuno. Esiste un problema di organizzazione scolastica sul territorio e l’Amministrazione ha inteso risolverlo proponendo una soluzione che vada prima di tutto a favore degli alunni. Va aggiunto che la scuola di Ozzano è stata costruita a metà degli anni Ottanta, quella di Gaiano negli anni Cinquanta. Il Comune possiede un appezzamento di terreno nella zona del centro civico di Gaiano per cui si è pensato di intervenire in questo senso riqualificando la scuola di Ozzano che ospita 2 sezioni di materna ed ospiterà in futuro una probabile sezione di nido».
Luigi Tanzi, del gruppo di «Liberi e uniti per il paese» si dice «contrario alla realizzazione della nuova scuola a Gaiano in un momento come questo». Giovanni Montani della stessa compagine rileva che «l'episodio conferma l’incapacità attuale e pregressa del Comune ad intervenire tempestivamente su incremento della popolazione».
Gianluca Belletti di «Per Collecchio solidale» considera »carente il rapporto di confronto dell’Amministrazione con i cittadini e ricorda i tagli fatti dal questo governo, con la Lega, alla scuola».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat