Langhirano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio

Gravissimo incidente a Cascinapiano: travolto alla fermata del bus
Ricevi gratis le news
19

Un drammatico incidente è avvenuto questa mattina nel Langhiranese: intorno alle 7.15 un'auto, un'Alfa 147 nera, ha travolto uno studente che stava andando insieme alla sorella quattordicenne alla fermata dell'autobus fra Cascinapiano e Torrechiara, sulla Massese. Gravissime le ferite riportate dal ragazzo - Filippo Ricotti, 17 anni, studente della IV B del Liceo Bertolucci  - e a nulla sono valsi i disperati tentativi di rianimarlo, tra le lacrime degli amici con cui stava andando a scuola. E sulla Massese, al bivio per Vidiana, si è cristallizzato il dolore incommensurabile della sorella e dei genitori, arrivati subito sul posto e messi di fronte a una tragedia immane.

Sul posto l'ambulanza della croce Verde di Langhirano e la Polizia municipale. 

Il ricordo degli amici del "Bertolucci" e della Langhiranese (Video)

"Una notizia terribile ha sconvolto stamattina il Liceo Bertolucci- si legge sul sito della scuola - I compagni, i docenti, l'intera scuola sono vicini alla mamma, al papà e alla sorella. Gli studenti che ogni giorno frequentano la scuola come luogo di vita, di progetto, di crescita, di futuro, sono oggi sfidati - assieme ai loro educatori - a fare i conti con la morte. Con l'assurda fine di ogni progetto, ogni futuro. Il dolore che non sa darsi pace si scioglie in lacrime. E non può essere consolato".

"Ciao Filippo - è il ricordo commosso pubblicato dalla Langhiranese Calcio, dove il ragazzo giocava nella squadra Juniores nel ruolo di difensore  -  Sono attimi in cui le parole vengono a mancare, sono le lacrime a farla da padrone, perché non si può trovare pace nel dover dire addio ad un ragazzo di 17 anni che aveva una vita davanti. Un ragazzo che era con noi dalla Scuola Calcio e aveva percorso con i colori grigiorossi il suo iter calcistico, crescendo stagione dopo stagione. Noi abbiamo avuto la fortuna di apprezzare la sua educazione, i suoi modi gentili, era davvero un ragazzo straordinario.
Tutta l'ASDB Langhiranese si stringe attorno alla sua famiglia ed ai suoi cari in questo terribile lutto e gli vuole fare sentire tutta la sua vicinanza. Oggi e domani le attività sono sospese per ricordare Filippo.
Ciao Filippo, che la terra ti sia lieve.​"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la rivolta di atlante

    17 Gennaio @ 21.33

    la rivolta di atlante

    BASTA MULTE .... CI VOGLIONO PROTEZIONI EFFETTIVE PER I PEDONI... ATTRAVERSAMENTI SEMAFORICI A CHIAMATA E STRISCE PEDONALI RIALZATE. SERVE RIDISEGNARE LE STRADE CON MENO CARTELLI PUNITIVI E PIU' STRUTTURE AUTOEFFICACI. GLI ASSESSORI ALLA VIABILITA' DEVONO FARE DELLA FORMAZIONE SULLE MODERNE TECNICHE DI SICUREZZA ED AVERE UN LIBERO ACCESSO AL BILANCIO PER LA RISTRUTTURAZIONE STRADALE DEL TERRITORIO.... QUESTO E' QUELLO CHE SERVE AL POPOLO E NON DELLE MULTE DOPO I LUTTI.

    Rispondi

  • Ilaria

    17 Gennaio @ 18.35

    Condivido in pieno quello che scrive il sig. Filippo! Aggiungo che se ci fossero controlli e pene severe per gli eccessi di velocità la gente avrebbe un altro atteggiamento.

    Rispondi

    • sabcarrera

      17 Gennaio @ 21.30

      Non è questione di pene. C'è una maleducazione diffusa nella popolazione che porta a pensare che le uniche persone importanti sono loro stesse e uno può guidare noncurante di altri, come non esistessero per strada, come altri non potessero sbagliare, come avere la precedenza è tutta la ragione, come guidare entro i limiti è da imbranati. Dispensare pene ci fa bene perché andiamo a colpire altri salvo poi piagnucolare quando ci arriva la multa. Gli italiani dovrebbero avere più umiltà e vedere come in altri paesi si è ridotto la mortalità in strada.

      Rispondi

      • StekkoPardo

        18 Gennaio @ 09.25

        Concordo in pieno. E qui è proprio un esempio: tutti a chiedere gli autovelox e poi quando ci sono (esempio, Pilastro o langhirano) tutti a lamentarsi o a chiederne la rimozione: vedi i commercianti a Pilastro o vedi a langhirano

        Rispondi

  • Davide

    17 Gennaio @ 15.56

    Faccio spesso quel tratto di strada ed aime tutti andiamo spesso troppo forte...Una tragedia..non ci sono parole. Comunque tutta via Langhirano e pericolosa, alte velocità buia e nessun velox ..

    Rispondi

  • Antonino

    17 Gennaio @ 15.09

    non voglio né posso colpevolizzare nessuno,ma sino a quando non si rispetterà le regole dl codice della strada, altri drammatici incidenti ci saranno, nessuno rispetta i limiti di velocità, i sorpassi anche con le due righe a strisce, meno ancora le precedenze nelle rotonde, un tempo si vedevano parecchi agenti di polizia, ora non se ne vede uno, o si cambia altrimenti di questi drammatici casi ce ne saranno parecchi ancora. provate a circolare rispettando il codice, sentirete clacson che vi suoneranno e indici rivolti all'alto...

    Rispondi

  • SALLY ANNE

    17 Gennaio @ 14.39

    Lo dico ancora ...... A Torrechiara è bello abitare!!! Abbiamo pochissimi metri di marciapiedi (praticamente solo un lato in paese). Abbiamo un illuminazione stradale nelle zone più critici (incroci pericolosi della quale vantiamo piu di uno) che fà ridere. Abbiamo una strada Provinciale dove le macchine viaggianno ad oltre 100 km all'ora. Uno svincolo dalla strada provinciale verso il paese che non presenta alcuna forma di dissuasore di velocità (se trovano solo nel cuore del paese). Come ho gia avuto occasione di dire al Sindaco nell'autunno scorso, lamentandomi di questa situazione, era solo questione di tempo. Ora piangiamo un ragazzo di 17 anni. RIP. Condoglianze alla famiglia.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS