-2°

Provincia-Emilia

L'omicida di Carpi si è ispirato alla fiction sui Ris

1

Alla madre ha forse chiuso la bocca con una mano per non farla gridare mentre le stringeva il collo con una corda. Poi, Daniele Bellarosa ha legato e "impacchettato" i cadaveri degli anziani genitori per rendere più comodo il loro trasporto in auto da Carpi a Peschiera del Garda per buttarli nel lago.

Un duplice omicidio - per soldi o per dissapori legati alla malattia del padre Enzo, forse per entrambi i motivi - maturato all’ora di pranzo di venerdì scorso nel garage di casa Bellarosa. Un delitto di cui il figlio credeva di aver fatto sparire per sempre ogni traccia come se fosse una fiction: prima avvolgendo la testa delle vittime in sacchetti per evitare che le bave dalla loro bocca finissero sul pavimento e lasciassero tracce; poi, costruendo delle "bare" di cartone destinate a finire sul fondo oscuro del Garda.

Tecniche che in modo rozzo e inverosimile si richiamavano alle tante serie tv di cui l’omicida si nutriva, senza ricordare che nei film i criminali vengono sempre scoperti; una messinscena che si è sciolta come neve di fronte ai sistemi e alle tecnologie investigative usate dai carabinieri. Una targhetta sulla maglia indossata dalla donna - Francesca Benetti, di 76 anni, originaria della Basa reggiana - incrociata con il recupero, nel reggiseno della vittima assieme a cento euro, di uno scontrino sbiadito di una farmacia, rilasciato quattro anni fa, li ha condotti fino a Carpi ad aspettare il ritorno di Daniele dalla spesa. Forse si è ispirato alla fiction tv "Ris-Delitti imperfetti", ma «i Ris se li è trovati in casa - ha commentato con soddisfazione il capitano Francesco Milardi, della sezione scientifica dei carabinieri di Verona -. Non è stato facile, ma ci siamo riusciti».

Dopo il ritrovamento domenica sera del corpo di un uomo e una decina di ore dopo di una donna, entrambi legati, nel veronese si erano in un lampo aperti possibili scenari di regolamenti di conti, di criminalità organizzata in odore di mafia; ma fin da subito le indagini si sono indirizzate verso l’ambito domestico. Si trattava solo di sapere chi erano le vittime e poi il "giallo del lago" avrebbe preso l’indirizzo giusto. E la traccia dello scontrino e della maglietta - come è stato spiegato oggi - è stata fondamentale. La zona dove cercare era attorno a Carpi. Lì c'era la farmacia; là la ditta per cui era stato fatto l'indumento 6-7 anni fa. Oltre 700 i dipendenti, tra cui l'omicida; ma l’incrocio con l’anagrafe comunale ha aperto la via dell’identificazione delle vittime. A permettere di sciogliere il nodo di un delitto «efferato che ci ha preoccupato moltissimo», ha detto il comandante provinciale scaligero dell’Arma, col. Paolo Edera.

Raccolti i tratti salienti sul presunto assassino - il fatto che ha sofferto di crisi depressive, l’uso pare di psicofarmaci, l'esasperazione a tratti violenta verso i genitori, specie la madre che lo faceva arrabbiare - saputo che in casa aveva un fucile da caccia non dichiarato, l’hanno atteso e in un baleno portato in caserma. Lì, prima ha negato, poi ha confessato, non senza molti attimi di confusione. Sul movente la pista economica si sommerebbe al fatto che il padre era malato da tempo e al pessimo rapporto con la madre.

Dalla sequenza di quel venerdì - dall’omicidio ai corpi buttati come valigie nel lago a tarda sera - emergono i particolari del Garda scelto solo perchè area conosciuta, superando durante il tragitto un fiume; dell’uscita con l’auto, una Volvo, a Sirmione perchè era stato superato dalla polstrada e aveva avuto paura; della foto della vettura fatta alle 21,45 vicino a Peschiera da una telecamera di sicurezza. I corpi subito dopo essere stati gettati in acqua erano riemersi, ma i timori dell’omicida reo confesso erano scomparsi quando la corrente li ha portati al largo. A quel punto, Daniele è risalito in auto ed è tornato a casa; non ha pensato che il corso dell’acqua girava verso la riva. Ieri, sono andati a prenderlo i carabinieri di Peschiera e del reparto operativo di Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • vincenzo

    25 Settembre @ 23.13

    enzo e francesca non meritavano 1 morte cosi atroce come si fa a uccidere una mamma e un padre spero tanto che gli sia data una condanna seria minimo 40anni

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

12commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti