15°

Provincia-Emilia

Tornolo: 80enne in carcere per abusi sulle nipoti

Tornolo: 80enne in carcere per abusi sulle nipoti
5

I carabinieri di Bedonia, in collaborazione con i colleghi del Radiomobile della Compagnia di Borgotaro, hanno arrestato un pensionato di 80 anni residente nel comune di Tornolo, condannato alla pena definitiva di 11 anni di carcere per «violenza sessuale aggravata e continuata in danno di minore discendente». In base a quanto emerso dalle indagini e dal processo, l'uomo ha commeso abusi su due nipotine e due loro cugine. Le generalità dell'uomo non sono state rese note.

Le indagini sono iniziate nel marzo 2008, in seguito a una segnalazione alla magistratura fatta dai Servizi sociali della Comunità montana Ovest. Due genitori avevano scoperto una serie di abusi subiti dalle due figlie ad opera di un nonno cui spesso venivano affidate, quando papà e mamma andavano al lavoro. Gli abusi sono avvenuti anni fa, quando le vittime erano bambine. I militari hanno avviato la difficile indagine, con l'aiuto delle assistenti sociali e soprattutto dei genitori e di una zia delle giovani. La presenza e il supporto dei famigliari è stata particolarmente importante per aiutare le vittime degli abusi ad affrontare la denuncia e le indagini, dovendo ripercorrere quanto accaduto davanti ai militari dell'Arma.

Le ragazze si sono dapprima confidate fra loro, per poi riferire tutto agli ignari genitori che, increduli per quanto accaduto, hanno trovato la forza per presentarsi agli assistenti sociali. Le ragazze hanno raccontato agli inquirenti che gli abusi erano iniziati attorno all'età di 6 anni. Le violenze, riferiscono i carabinieri, avevano coinvolto anche altre due nipoti dell’uomo, che le portava in un capanno - diceva - per mostrare loro gli animali che vi custodiva.
I carabinieri hanno appurato che le due bimbe da cui è partita l'indagine e le due cuginette avevano subìto, per periodi compresi tra 2 e 6 anni, violenze sessuali. L'anziano aveva sempre detto che si trattava solo di «giochi» e ordinava sempre alle bimbe di non raccontare nulla ai genitori, altrimenti avrebbe fatto loro del male. Acquisiti indizi che i militari definiscono «incontestabili», il pm Anna Ferrari richiese un’ordinanza di custodia cautelare al gip Pietro Rogato. Ordinanza emessa nell'agosto 2008, con la concessione degli arresti domiciliari e il divieto di ricevere minorenni in casa se non in presenza di altre persone.
Nel febbraio 2009, innanzi al gup del Tribunale di Parma è stato celebrato il processo a porte chiuse. La più grande delle nipoti, che per prima si era confidata con i genitori e aveva convinto la sorella a fare altrettanto, ha riferito gli abusi subiti nella casa del nonno e nel capanno. L'uomo è stato condannato alla pena di 14 anni di reclusione in primo grado, rimanendo però sempre agli arresti domiciliari, e al risarcimento dei danni, per i quali in seguito è stato emesso un decreto di sequestro conservativo dell’abitazione.
Nel febbraio di quest'anno la Corte d’Appello di Bologna ha confermato interamente la validità dell’impianto accusatorio, riducendo la pena a 11 anni di reclusione poiché i reati commessi in un determinato periodo si erano nel frattempo estinti per prescrizione. Nei giorni scorsi la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso dei legali dell'anziano contro la condanna, confermando interamente la sentenza della Corte d’Appello. La Procura generale di Bologna ha emesso un ordine di carcerazione, per cui l’uomo è stato prelevato dai carabinieri di Bedonia dalla sua abitazione e portato in carcere.
I militari - in accordo con i famigliari delle vittime - sottolineano l'importanza di sporgere sempre denuncia alle autorità quando avvengono fatti di questo tipo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nadia

    27 Settembre @ 11.41

    gli auguro di cuore di trovare in carcere qualcuno che faccia a lui quello che le sue nipoti hanno dovuto subire per anni. buttate via la chiave!

    Rispondi

  • Giorgia

    27 Settembre @ 09.36

    Beh...anche se c'è una legge del genere credo che per certi reati non dovrebbe nemmeno esistere la prescrizione!!!!

    Rispondi

  • bruno conti

    26 Settembre @ 22.02

    nome e cognome del gentiuomo

    Rispondi

  • mauro

    26 Settembre @ 13.17

    ma non eiste una norma, una legge per cui un ultra settantenne o settantacinaquenne non puo' restare in carcere?

    Rispondi

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

Sicurezza

Blitz nelle cattedrali del degrado

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis?

CCV

Ventuno progetti per Parma

calcio

Cerri, che gioia il gol in A

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

anteprima GAZZETTA

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

Parma

Trasporti, gara a BusItalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

SINISTRA

Dal Pci a Sel, la storia delle scissioni Video

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti