-2°

10°

Provincia-Emilia

Dopo la tragedia gli interrogativi - Il sindaco Laurini: "Occorre più attenzione per il porto d'armi"

Dopo la tragedia gli interrogativi - Il sindaco Laurini: "Occorre più attenzione per il porto d'armi"
16

Dopo la tragedia, accanto al grande dolore è il momento delle domande e dei dubbi. Purtroppo inutili per la sorte di Claudio Carosino, ma indispensabili per evitare il ripetersi di tragedie simili.

Luca Laurini, sindaco di Busseto, con la voce rotta dall’emozione ha definito «assolutamente incredibile che possano succedere queste cose».  Il sindaco non ha usato mezzi termini nel dichiarare «un problema il fatto che una persona di quasi 80 anni, con problemi, possa essere libera di tenere in casa un’arma. Ritengo - ha aggiunto - che occorrerebbe molta più attenzione verso questi casi. E’ vero che se una persona vuole compiere un gesto simile, può farlo anche senza utilizzare un’arma. Ma resta il fatto che, a mio avviso, occorrerebbe più attenzione se e quando si rilasciano permessi sull'uso delle armi».  (l'intervista completa al sindaco Laurini è pubblicata sulla Gazzetta di Parma in edicola)

E non è la prima volta, purtroppo, che questo tema viene evidenziato da una tragedia. Tutti ricorderanno le polemiche, che arrivarono anchen in consiglio comunale, per il caso di Stefano Rossi, l'assassino di Virgy, che poteva detenere una pistola.

Certo, tutti sappiamo che le deviazioni della mente umana non sono sempre prevedibili. Ma l'età piuttosto avanzata dell'omicida di Roncole (78 anni) deve far riflettere chi, a livello di legislazione o di controlli, può intervenire su questa delicata materia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • "I'm not a questurino"

    25 Ottobre @ 23.20

    Purtroppo l'unica arma davvero letale è la mente dell'uomo; solo pochi giorni fa ad Avetrana, alla cattiveria umana è bastata una corda per fare scempio di una bambina, oggi è un'arma da fuoco a salire agli altari della cronaca nella mano di chi l'ha usata ma il concetto non cambia. Gli istinti criminali vedono quasi sempre il loro epilogo indipendentemente dal mezzo usato per raggiungere lo scopo.

    Rispondi

  • pierluigi

    25 Ottobre @ 22.58

    Certo che anche i familiari hanno le loro colpe,se sapevano che soffriva di depressione dovevano toglierli il fucile.

    Rispondi

  • Mariagrazia

    25 Ottobre @ 22.55

    Doveva essere messo in una casa psichiatrica prima, adesso è troppo tardi! Ma, come sempre, le soluzioni arrivano DOPO che è già successo qualcosa di tragico! Veramente assurdo! Come assurdo è il fatto che sia stato in casa da solo: un anziano, per di più con dei problemi di salute non lo si lascia in casa solo......

    Rispondi

  • LC

    25 Ottobre @ 22.52

    Franci: è una certificazione congiunta. Firma il paziente e firma il medico di famiglia ed in questo modo entrambi, per quello che è dato a loro rispettiva conoscenza, sono coinvolti. E poi intervengono i medici dell' igiene pubblica che, basandosi su quel certificato, rilasciano il porto d'armi.

    Rispondi

  • Franci

    25 Ottobre @ 21.09

    Per Aristarco: e' vero che il certificato di porto d'armi viene rilasciato dal medico di famiglia, ma non e' proprio un certificato bensi' un'autocertificazione in cui il paziente dichiara di non avere malattie psichiche, di non far uso di sostanze ecc e il medico sottoscrive l'autodichiarazione come testimone

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

documentari

Oscar: il parmigiano Rosi agguanta la nomination con "Fuocammare"

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

2commenti

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

17commenti

lega pro

Guccini arbitrerà il big match Venezia-Parma

Domenica ore 14.30 (Diretta su Tv Parma)

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

1commento

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

4commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di due donne e tre uomini: le vittime salgono a 14

SOCIETA'

video

La videocandidatura del "Pizza" è social-ironica

scuola

Ecco "Nubi", la app con la dieta bilanciata per i bimbi delle scuole Video

SPORT

tg parma

L'allenatore del Venezia Inzaghi: "Parma temibile"

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto