13°

20°

Provincia-Emilia

Strage di Salso: nessuno sapeva della pistola - Forse lunedì i funerali

Strage di Salso: nessuno sapeva della pistola - Forse lunedì i funerali
Ricevi gratis le news
1

Nessuno, di quella pistola che Massimo Del Signore teneva in casa e che ha ucciso la moglie Gabriella Massari e la figlia Elisa martedì sera, sapeva niente. Nemmeno i famigliari di lui. Solo chi l'aveva visto sparare qualche volta al poligono di Fidenza poteva sapere che aveva il porto d'armi, richiesto a maggio, senza che fosse supportato da una profonda passione sportiva.

Si infittisce così il giallo sull'arma, una Beretta 98FS versione civile dell'arma in dotazione dalle forze armate, acquistata da Del Signore solo due mesi fa: non si esclude, infatti, che dietro  l'omicidio-suicidio consumatosi fra le mura di casa possa esserci un disegno premeditato.

IL MASSACRO - Erano in crisi, Gabriella, commessa e Massimo, 45 anni, capoufficina. Lei voleva lasciarlo, e lui non riusciva a sopportarlo. Era dimagrito e sciupato, dice chi lo vedeva spesso. Martedì sera hanno cominciato a litigare: lui è arrivato presto alle mani. Ha cominciato a picchiarla, poi ha tirato fuori una cintura e gliel'ha messa intorno al collo. Non è riuscito a ucciderla: così le ha sparato con una Beretta semi-automatica. Un colpo alla nuca, che in uscita le si è conficcato in un braccio. Erano le 22.30: mezz'ora dopo è rientrata Elisa, la figlia di 19 anni. Rientrava dal tennis club di via del Lavoro. Quando ha visto la madre a terra e il padre fuori di sé ha provato a fuggire, ma un colpo alla nuca l'ha subito fermata. Elisa è morta sul colpo.

IL SUICIDIO - Dopo aver annientato la sua famiglia, Del Signore ha rivolto l'arma verso se stesso, alla tempia. I vigili del fuoco di Fidenza sono arrivati sul posto intorno alle 16,30, dopo aver ricevuto una telefonata da una parente. Hanno sfondato la finestra e si sono trovati davanti una scena insostenibile. E' arrivato anche il personale sanitario di Fidenza-soccorso, insieme ai militi dell'Assistenza pubblica di Salsomaggiore con la guardia medica turistica, poi i carabinieri di Salso, i colleghi della Scientifica e del Reparto operativo dei carabinieri di Parma coordinati dal maggiore Giorgio Sulpizi, i vigili della Polizia municipale.

UNA SCENA AGGHIACCIANTE - I corpi di Gabriella e Elisa sono sta ti trovati a terra in un lago di sangue: una scena "insostenibile", secondo i soccorrittori che si sono precipitati sul luogo dopo aver ricevuto l'allarme da un parente intorno alle 16,30 di mercoledì. Un'immagine che nessuno, a Salso, riuscirà a scrollarsi di dosso facilmente

LE INDAGINI - Giovedì  la casa di via La Malfa, 6 è stata messa sotto sequestro: sul posto sono stati effettuati due sopralluoghi del Ris di Parma. Due obiettivi: raccogliere elementi per capire la dinamica del duplice omicidio sia attraverso l'analisi della traiettoria dei proiettili, sia dalle tracce di sangue rimaste in camera da letto e in altre zone della casa.Arma, appartamento, telefoni e auto della famiglia sono stati messi subito sotto sequestro. Anche i tabulati dei cellulari saranno esaminati attentamente. Decisivi saranno la perizia balistica a cui sarà sottoposta la Beretta e l'accertamento tecnico dello "stub", l'esame per trovare tracce della polvere da sparo. Coordina le indagini il pm Vincenzo Picciotti.

UNA FAMIGLIA "NORMALE"- La famiglia era molto conosciuta a Salso: Gabriella lavorava in un negozio del centro di tessuti e abbigliamento (Maestri), Massimo alla Number One, mentre Elisa aveva appena dato l'esame di maturità al liceo D'Annunzio di Fidenza e stava valutando a quale università iscriversi.  La madre e la figlia frequentavano il Circolo del Tennis.

L'INCREDULITA' DI AMICI E PARENTI - «Mio fratello era  molto riservato. Io gli chiedevo come andava e lui mi  rispondeva: 'il solito'. Per me il solito vuole dire che non va  male. E invece...» Non si dà pace Stefano Del Signore. «E pensare che erano appena ritornati da una vacanza insieme a  Marina di Pietrasanta – continua disperato –  Erano stati via assieme cinque giorni, per noi era un buon  segno. C'era la volontà di ripartire assieme». Incredulo anche il fratello della donna. «Non c'erano state  avvisaglie che potesse succedere una cosa così grave – spiega  Gabriele Massari – Non mi rendo ancora conto di quanto è  successo. È impossibile che sia successo davvero».  «Era sempre solare ed allegra – racconta Italo Maestri,  titolare del negozio di abbigliamento dove lavorava Gabriella–  Nulla lasciava presagire una tale disgrazia. Dei problemi di  famiglia al lavoro non aveva lasciato trapelare nulla». Stefano  Del Signore invece i segni della crisi familiare li aveva sul  corpo: dieci chili di peso persi in poco tempo. «Ma erano  tranquilli – spiega disperato Massimo Cavalli, vicesindaco di  Salsomaggiore Terme, amico della coppia – Ci eravamo visti a  Ferragosto, abbiamo parlato a lungo e non ho notato nulla di  strano».

 I MESSAGGI SU YOU TUBE - Il web, intanto, comincia a raccogliere messaggi. Ecco quelli lasciati suYou Tube

LA POESIA DEDICATA A ELISA -Se lo chiedeva anche la sua poesia preferita: "La vita è vita/ se l'affanno/ che rende servi a tutto/ fa violenza?". Erano un inno all'amore, i versi di Holderlin che Elisa Del Signore, la ragazza 19enne uccisa martedì sera dal padre nella sua casa di Salsomaggiore, amava tanto. "Germoglia solo, sufficiente in sé/ nobile e pio sopra una terra dura/ e selvaggia, l'amore/ figlio di Dio, unico da Lui", cantava una strofa. "Era una poesia che le piaceva", scrivono gli amici di sempre che sottolineano come quelle parole fossero "vere". Sono voluti rimanere nel silenzio qualche giorno, i ragazzi della sua compagnia.  Ma oggi hanno scritto al nostro sito per richiedere la pubblicazione della poesia . E' la loro dedica all'amica. Firmata Dadde, Dallo, Duccio, Fede, Laura, Sergio, Giulio. La pubblichiamo in allegato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianluca

    23 Agosto @ 01.46

    cosa posso dire rimarrete sempre nel mio cuore . gabri ed elisa

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

La Bugatti guidata da Juan Pablo Montoya da 0 a 400 Km/h a 0 in  42"

AUTO

Bugatti Chiron: da 0 a 400 km/h a 0 in 42 secondi

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spaghetti settembrini

LA RICETTA 

Gli "Spaghetti settembrini" della Peppa

Lealtrenotizie

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

9commenti

incidente

86enne in bici urtato da un'auto in via Baganza: è grave

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

OPERAZIONE

Milioni nascosti al Fisco, indagato anche il patron del Palermo Zamparini

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

6commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

1commento

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

1commento

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

1commento

Piazzale Maestri

Antiterrorismo «fai da te»: gli ambulanti si organizzano

1commento

Lutto

Addio a Pierino, il barista del Parco Ducale

1commento

MALTEMPO

Strada Naviglio Alto in versione lago

ieri sera

Black-out per un guasto nella zona Nord di Parma

3commenti

fotografia

L'affascinante spettacolo catturato dai parmigiani cacciatori di tornado Gallery

Borgotaro

C'erano una volta i «diavoli rossi»

SISSA

Pescando in Taro con il bilancione

Onorificenze

Salva una donna da un incendio: premiato in Provincia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

catania

Dottoressa della guardia medica violentata in ambulatorio: arrestato un 26enne

Birmania

Suu Kyi: "Più della metà dei villaggi Rohingya non colpiti da violenze"

2commenti

SPORT

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano

calcio

Rooney ubriaco alla guida, patente ritirata 2 anni

SOCIETA'

agroalimentare

«Caseifici aperti»: ecco dove andare nel Parmense

sant'andrea bagni

Le nozze del vicesindaco di Medesano

MOTORI

IL TEST

Nuova Polo: ecco come va la sesta generazione

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...