-2°

Provincia-Emilia

Prosciutto in festa

Prosciutto in festa
0

Comunicato stampa

Quattro week-end di eventi, degustazioni mostre, spettacoli, visite ai siti di produzione. E tanto altro. È quanto promette l’undicesima edizione del Festival del Prosciutto di Parma, in programma dal 30 agosto al 21 settembre: un incontro ravvicinato con il Prosciutto di Parma e i luoghi in cui nasce, per conoscere da vicino un’eccellenza che è a tutti gli effetti uno dei più significativi simboli del made in Italy. Una vetrina importante per un prodotto italiano di qualità il cui indotto coinvolge 167 aziende produttrici, 5.000 allevamenti suinicoli e 3.000 addetti per un giro d’affari complessivo di 1,7 miliardi di euro.
Oltre cinquanta gli eventi previsti, all’insegna della gastronomia, dello spettacolo e della cultura, nei 12 Comuni delle colline parmensi appartenenti alla zona tipica di produzione del Prosciutto di Parma: il 30 e il 31 agosto a Calestano, Lesignano Bagni e Neviano Arduini; il 5, 6 e 7 settembre a Langhirano e Tizzano; il 12, 13 e 14 settembre a Collecchio, Felino e Sala Baganza; il 20 e 21 settembre a Parma, il cui ingresso nel Festival rappresenta la grande novità di questa undicesima edizione.
L’inaugurazione è in programma per venerdì 5 settembre alle 18 a Langhirano, ma già dal 30 agosto, con un’anteprima a Calestano, Lesignano e Neviano Arduini, la manifestazione proporrà diversi appuntamenti, tutti da non perdere.
Fulcro del Festival, ancora una volta, l’iniziativa “Finestre aperte” che interesserà l’intera zona di produzione: 33 prosciuttifici spalancheranno le porte al pubblico, offrendo la possibilità di assistere al ciclo di lavorazione del Prosciutto di Parma e di partecipare a degustazioni gratuite. Un servizio di bus navetta (con partenza da Piazzale Corridoni a Langhirano) accompagnerà i turisti nelle aziende aderenti (numero verde 800.165.300).
Nei centri coinvolti dalla manifestazione saranno allestite come sempre prosciutterie e verande gastronomiche, in cui sarà possibile degustare il “Crudo” di Parma anche insieme ad altri prodotti tipici del territorio, e saranno attivati infopoint con materiale informativo sul Festival e sulle opportunità turistiche e culturali del Parmense. Immancabile, tra le tante opportunità, una visita al Museo del Prosciutto e dei salumi di Parma,  realizzato all’interno dell’antico Foro Boario di Langhirano, che nei giorni del Festival presenta “Officine del Gusto”, seminari di degustazione del Prosciutto di Parma in abbinamento con i migliori vini.
Il Festival è stato presentato oggi nella sede della Provincia di Parma, dove i rappresentanti dei quattro week-end hanno illustrato il programma.
“È una manifestazione che cresce sempre di più, e che è riuscita a raccogliere intorno a sé tantissime realtà. Quattro fine settimana in diversi comuni del territorio, con la chiusura a Parma il 20 e 21 settembre: ciò a significare che tutto il Parmense è coinvolto perché il prosciutto è un grande punto di riferimento per tutti”, ha detto in apertura il vice presidente della Provincia Pier Luigi Ferrari, che ha aggiunto: “È inoltre importante sottolineare che quest’anno il Festival coincide con l’avvio ufficiale dell’accordo di programma per il distretto del prosciutto: il 4 settembre a Langhirano si nomineranno il comitato di coordinamento e l’esecutivo della Conferenza di programma”. 
“Il festival si è ulteriormente esteso, e questo è senz’altro da segnalare”, ha spiegato il presidente del Comitato organizzatore Stefano Bovis, presidente della Comunità montana Appennino Parma Est e sindaco di Langhirano, che ha sottolineato il rilievo dato alle degustazioni nel programma e ribadito l’ampia sinergia creatasi intorno alla manifestazione: “Il legame con il territorio è fondamentale. Va ricordato il forte impegno dei Comuni e delle tante realtà che sono al nostro fianco”.
Anche per il sindaco di Neviano Arduini Giordano Bricoli si tratta di “un appuntamento di grande rilievo, com’è testimoniato anche dall’ampio coinvolgimento a livello organizzativo: a questo progetto tengono un po’ tutti, non solo le istituzioni pubbliche ma anche le realtà private”. Per il sindaco di Collecchio Giuseppe Romanini “prende forma un festival che è adeguato al prodotto: si è maturata nel tempo la consapevolezza dell’importanza di questa iniziativa come occasione di promozione del territorio e del prodotto, e tutti i soggetti coinvolti danno il segno del valore della manifestazione per il nostro territorio. È un veicolo di promozione di un intero territorio: questo è un traguardo significativo che è stato raggiunto”.
La più rilevante novità di quest’anno è l’ingresso del Comune di Parma, che chiuderà il mese del festival il 20 e 21 settembre: lo stesso week-end in cui si aprirà la mostra del Correggio. “Per noi questo ingresso è davvero importante – ha spiegato l’assessore al Turismo Mario Marini - e pensiamo che Parma possa essere una chiusura utile al festival: un momento di sintesi a un mese molto intenso di manifestazioni. Si tratta di un festival a tutti gli effetti internazionale, la cui caratura sta superando i limiti del nostro territorio, e noi come Comune abbiamo tenuto in considerazione questa dimensione: abbiamo pensato a una proposta rivolta ai nostri concittadini, ma anche una finestra sul prosciutto in chiave internazionale. Ci saranno stand e prosciutterie ma anche un incontro-dibattito con alcuni protagonisti delle ristorazione in campo internazionale. Inoltre un’asta benefica sotto i Portici del grano e una mostra-mercato del tipico, nella quale le Strade dei sapori metteranno in mostra i prodotti tipici della regione”.
“Il coinvolgimento delle diverse realtà è un elemento di distinzione e un’occasione per dare un profilo sempre più ampio a una kermesse che era di profilo locale e che diventa sempre più internazionale – ha commentato il vice presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma Alessandro Utini –. È un momento per promuovere un prodotto unico in tutto il mondo e per celebrare l’operatività dei nostri imprenditori”.

Ricchissimo il programma. L’anteprima del 30 e 31 agosto a Calestano, Lesignano Bagni e Neviano Arduini propone occasioni per assaggiare il prosciutto ma anche mostre, giochi, laboratori del gusto, spettacoli (cabaret il 30 a Neviano con Leonardo Manera e Claudia Penoni e il 31 a Lesignano con Franca Tragni e Rino Ceronte). A Calestano, ristoranti ed agriturismi convenzionati propongono un menù completo, dall’antipasto al dolce, a base di prosciutto e prodotti tipici di Parma a prezzo promozionale.
Il fine settimana successivo, dal 5 al 7 settembre, il festival si sposta a Langhirano e Tizzano; tra gli appuntamenti, oltre all’inaugurazione ufficiale (il 5 alle 18 in piazza Ferrari a Langhirano) sono da segnalare l’iniziativa “Prosciutterie a tema”, che propone per le vie del paese assaggi di prosciutto e torte fritte, teatro di strada e animazioni, il concerto degli Afterhours (sabato 6 alle 22 in Piazzale Melli a Langhirano), la rassegna di letteratura poliziesca con veranda gastronomica “I sapori del Giallo”.
Dal 12 al 14 la manifestazione farà tappa a Collecchio, Felino e Sala Baganza: a Collecchio il 12 settembre si avrà l’occasione di assistere al Concerto della Croce (sinfonie d’opera e arie tratte dal repertorio lirico italiano); a Sala Baganza e Felino il 13 e il 14 settembre degustazioni, spettacoli musicali e tanto altro, compresa una cena con prosciutto e romantiche melodie da operetta (a Sala Baganza domenica 14 alle 20 in piazza Gramsci)
L’ultimo fine settimana del festival, il 20 e 21 settembre, si svolgerà a Parma, e questa è una delle grandi novità dell’undicesima edizione. Agli stand per la degustazione del prosciutto, allestiti i piazza Garibaldi e piazza della Steccata, si affiancheranno una mostra mercato dei “tipici” e altri appuntamenti, tra i quali un convegno al Ridotto del Teatro Regio e un’asta benefica dei migliori prosciutti offerti dai salumifici della zona.
Il programma completo del Festival con i luoghi e gli orari degli eventi è on-line sul sito: www.festivaldelprosciuttodiparma.com. Per ulteriori informazioni e per prenotare le visite guidate ai prosciuttifici: numero verde 800.165.300.
Per informazioni:
Segreteria Festival del Prosciutto di Parma – numero verde 800 165 300 – tel. 0521 351354 – www.festivalprosciuttodiparma.com

I Promotori del Festival
Il Festival del Prosciutto è promosso e organizzato dai Comuni di Langhirano, Calestano, Collecchio, Felino, Lesignano De’ Bagni, Montechiarugolo, Neviano degli Arduini, Parma, Sala Baganza, Tizzano Val Parma, Traversetolo, dalla Provincia di Parma e dalla Regione Emilia Romagna, dal Consorzio del Prosciutto di Parma, dalla Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli, dalla Comunità Montana Appennino Parma Est, dalla Camera di Commercio di Parma, da Ascom Parma, Confesercenti Parma, Istituto Parma Qualità, ed è realizzato con il sostegno di Upi, Cna, Cariparma – Gruppo Crédit Agricole e Banca Monte Parma.


Breve storia del Festival
Nato nel 1998 dall’evoluzione della “fiera del prosciutto”, storico appuntamento langhiranese con il “re dei salumi”, il Festival del Prosciutto di Parma ha conquistato negli anni l’interesse di un pubblico sempre più vasto. La forza e il segreto dell’evento stanno nell’eccezionalità del prodotto e nel fascino delle attività di produzione e stagionatura ad esso connesse. Per questo fin da subito il Festival ha puntato sull’apertura al pubblico degli stabilimenti, con visite e degustazioni guidate all’interno dei prosciuttifici per consentire di conoscere e apprezzare “in diretta” le fasi di lavorazione e i segreti secolari di un’autentica opera d’arte della cucina italiana. A inaugurare questa tradizione è stata l’iniziativa “Prosciuttifici aperti” (1999) cui nel tempo si è sostituita l’analoga “Finestre aperte”.

 

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

1commento

Viabilità

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: chiusa la statale 63 del Cerreto nel Reggiano

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

2commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

5commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

LA GT

Renault, arriva la Twingo «cattiva»