15°

Provincia-Emilia

Bretella Autocisa, il Cipe approva il finanziamento del primo lotto

8

Comunicato stampa della Provincia

Un altro determinante passo avanti verso la realizzazione del primo stralcio della bretella Autocisa. L’approvazione del Cipe - che rende disponibile il finanziamento - è stata, infatti, pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale. Decolleranno così il 1° lotto funzionale del collegamento fra A15 e Autobrennero e nello specifico il tratto che unirà il casello sull’A15 - A1 a Fontevivo fino al nuovo casello “Terre Verdiane” che sarà costruito a Trecasali e tutte le opere complementari, la cui realizzazione sarà affidata alla Provincia.
“Si completa così il percorso politico amministrativo - spiega il presidente Vincenzo Bernazzoli -, un lavoro che ha visto la Provincia impegnata per anni a costruire le alleanze necessarie per realizzare un’opera che presenta oggi una duplice valenza positiva. Un completamento e un adeguamento infrastrutturale, che porterà alla realizzazione di un’autostrada strategica per accrescere la competitività del nostro territorio, pensando già al dopo crisi. Sotto il profilo congiunturale, consente di portare opportunità per le imprese, dando fiato al settore delle costruzioni, uno dei più penalizzati dalla crisi”.

La realizzazione del primo stralcio della Bretella - il cui costo totale  è di 2 mld di euro, di cui 730 mln dallo Stato e il resto da Autocisa - comporta lo sblocco di opere importantissime per il Parmense, le cosiddette opere complementari che vanno a completare la nuova rete infrastrutturale sulla quale la Provincia ha investito in questi ultimi 5 anni molta parte delle proprie risorse. Si tratta del sistema di tangenziali già in parte realizzato dalla Provincia e grazie alle quali i centri storici della Bassa Parmense tornano a vivere.
Con la Bretella saranno realizzati, infatti, la tangenziale di Viarolo e Ronco Campo Canneto; il collegamento tra il Casello di Trecasali e San Secondo, dunque con l’asse Cispadano; il collegamento Fontanellato-Fontevivo con la realizzazione della tangenziale di Fontevivo. Sarà maggiorato sensibilmente il sistema viario nel comune di Sissa con opere di importo paro a otto milioni di euro. In conseguenza di questa autorizzazione, viene di fatto sbloccato anche il finanziamento per il collegamento tra il nuovo ponte sul Taro “Montanini” e il casello Parma Ovest (tangenziale di Noceto) e con la Cispadana a  Pontetaro, interventi previsti dal piano 2012 di Autocisa.

Viene inoltre confermato soggetto aggiudicatore Anas Spa, che dovrà, in tempi brevissimi, sottoscrivere la convenzione con Autocisa, visto che il calendario dei lavori prevede l’aggiudicazione entro la fine del 2010, l’esecuzione tra il 2012 e il 2015 e l’entrata in esercizio entro il 2016.

VILLANI: "ATTO CONCRETO DEL GOVERNO BERLUSCONI" - “Il via libera da parte del Governo al primo stralcio della Bretella dell’Autocisa è un passo avanti di rilevante portata verso la realizzazione di un opera infrastrutturale di importanza strategica per lo sviluppo del territorio di Parma e della sua provincia. Al Governo Berlusconi e, in particolare, al Ministro Matteoli, và un sentito ringraziamento e un plauso per aver dimostrato, ancora una volta, la peculiarità che contraddistingue il nostro Esecutivo: realizzare i programmi e mantenere gli impegni. Solo un Governo ‘del fare’, attento ai bisogni del Paese, poteva riuscire a sbloccare, un’opera di vitale importanza per la nostra comunità come la Bretella dell’Autocisa, attesa da decenni”. E’ quanto ha dichiarato Luigi Giuseppe Villani, Presidente del Gruppo PDL della Regione Emilia-Romagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • luca

    11 Novembre @ 11.46

    x Fabrizio.... ok... ridurre i trasporti delle merci,sopratutto quelli stradali,dici tu.... va bene ma ricorda bene che il trasporto (di qualsiasi genere) è su "gomma",in quanto abbiamo le "strade ferrate", (le ferrovie,per intenderci),che sono quel che sono.... cioè di m...... se le FS fossero in un miglior stato, (non dico tirate a lucido,sarebbe un'utopia,ma almeno decenti) ci sarebbe meno "casino" di camion in giro e di conseguenza,forse (sempre parlando al condizionale) non ci sarebbe bisogno di nuove strade.... ricapitolando.... se ci fossero le condizioni sopracitate,potrei anche darti ragione..... P.S.:il collegamento con la A 22,a ben vedere, ci sarebbe già.... lo uso sempre..... il tratto di Cispadana che parte dalla SS 62 alle porte di Brescello.... e finisce nei pressi del casello di Pegognaga.... è un po' "zò d'màn",ma c'è.....

    Rispondi

  • luca

    11 Novembre @ 11.35

    x Fabrizio.... ok... ridurre i trasporti delle merci,sopratutto quelli stradali,dici tu.... va bene ma ricorda bene che il trasporto (di qualsiasi genere) è su "gomma",in quanto abbiamo le "strade ferrate", (le ferrovie,per intenderci),che sono quel che sono.... cioè di m...... se le FS fossero in un miglior stato, (non dico tirate a lucido,sarebbe un'utopia,ma almeno decenti) ci sarebbe meno "casino" di camion in giro e di conseguenza,forse (sempre parlando al condizionale) non ci sarebbe bisogno di nuove strade.... ricapitolando.... se ci fossero le condizioni sopracitate,potrei anche darti ragione..... P.S.:il collegamento con la A 22,a ben vedere, ci sarebbe già.... lo uso sempre..... il tratto di Cispadana che parte dalla SS 62 alle porte di Brescello.... e finisce nei pressi del casello di Pegognaga.... è un po' "zò d'màn",ma c'è.....

    Rispondi

  • Fabrizio

    11 Novembre @ 09.25

    per Luca: il petrolio ha già raggiunto il picco, in futuro l'economia dovrà per forza ridurre i trasporti delle merci specialmente quelli stradali che sono i più dispendiosi dal punto di vista energetico. Se guerdiamo al futuro, non dopodomani, dobbiamo prepararci ad un sistema più incentratosu traporti a breve raggio di prodotti locali. se continuiamio così a buttare del cemetno fra vent'anni nin resterà più un solo metro quadrato di terra da coltivare. Cosa mangeremo? e soprattutto cosa mangeranno i nostri figli? nella provincia ci sarà solo un bella ragnatela di asfalto e capannoni vuoti. Gli alimenti arriveranno dall'estero fatti non si sa come e con dei costi di trasporto proibitivi. Bel futuro...

    Rispondi

  • luca

    10 Novembre @ 20.31

    rispondo a Fabrizio... le tangenziali non servono a nulla.... vallo a dire ad un mio amico... che da quando han completato la tangenziale di Colorno, i camion puzzolenti (di nafta ed altro) percorrono la stessa e non la vecchia "circonvallazione" le tangenziali,altrochè se servono.... SISSIGNORE.... i mezzi pesanti NON devono transitare nei centri abitati.... e c'è un altro fatto... su una strada qualsiasi, la quale deve attraversare dieci paesi (esempio) limite 50 km/h... devo rallentare ai 50 e "sgasare" per dieci volte.... SAI,LA BENZINA CE LA REGALANO.... "TANGENZIALI:CI GUADAGNA IL PAESE ED IL TUO PORTAFOGLIO....."

    Rispondi

  • Fabrizio

    10 Novembre @ 17.36

    Faccio un appello a Bernazzoli e a tutta la giunta provinciale: non fate quell'inutile autostrada, smettete una volta per tutte di buttare del cemento sulla terra più fertile del pianeta, siete ancora in tempo. Abbiamo la possibilità di produrre cibo con pochissima chimica grazie alla fertilità del nostro terreno e invece distruggiamo per sempre il nostro prezioso suolo per fare autostrade per fare circolare camion che ci portano il cibo dall'estero. E' una follia!!!!!!!!!!!!!!!!fermatevi a riflettere un momento, senza contare solo sul fattore finanziamenti. Basta cemento basta asfalto, lasciamo il teritorio ai nostri figli per carità. Il suolo fertile una volta sterilizzato con la calce è distrutto per sempre! Bernazzoli, basta con ste tangenziali, non srvono a nulla, solo a degradare il territorio.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia