-2°

Provincia-Emilia

Un oliveto a Torrechiara

0

Un oliveto in pianura. Certo, non la grande pianura della Bassa, ma quella che si inchina alle colline di Torrechiara. Comunque una bella scommessa. A realizzare l’impianto - in tutto 200 piante - è stato l’avvocato Alberto Pangrazi Liberati, che ha potuto contare sulla collaborazione di Mauro Carboni, responsabile del progetto Assistenza tecnica del settore olivicolo della Provincia, e del vivaista di Casatico Remo Albrisi. «Come mi è venuta l’idea? Proprio leggendo un articolo della Gazzetta che parlava dell’olivicoltura nel Parmense», spiega l’avvocato.
E che quella di Pangrazi Liberati sia una scommessa che si può vincere e vincere eccome, lo sottolinea Andrea Fabbri, professore di arboricoltura alla facoltà di Agraria della nostra Università, nonché direttore dell’Orto botanico.
«Lo scorso inverno - sottolinea - ha rappresentato per i giovani oliveti piantati sulle pendici dell’Appennino delle province emiliane una specie di test. Il freddo, dopo almeno 15 anni di inverni miti, ha colpito gli olivi ma senza distruggerli. Con una potatura adeguata si tratterà soltanto di saltare un anno di produzione per avere delle piante più belle di prima. In base a questa constatazione si è ritenuto possibile osare quanto negli anni non si era osato fare: un impianto in pianura, anche se di pianura pedecollinare si tratta, scegliendo le varietà più resistenti, o meglio, meno suscettibili». Del resto, ricorda il professore, Torrechiara e il suo maniero potrebbero avere avuto in passato un legame con il mondo dell’olivicoltura «se è vero, come sembra, che il nome antico del castello fosse Torclarea, e il torchio in oggetto sarebbe servito a estrarre l’olio dalle olive, prima ancora che Pier Maria Rossi ne facesse un suo rifugio d’amore».
Di come l’olivicoltura emiliana sia sopravvissuta all’ultimo duro inverno si parlerà nel convegno «L'olivo sulle colline emiliane: esperienze e prospettive» in programma al Consorzio agrario di Piacenza venerdì, a partire dalle 9. Qui saranno presentati i risultati di oltre dieci anni di ricerche condotte nell’ambito del progetto «Sviluppo dell’olivicoltura da olio nelle province emiliane», finanziato dalla Regione e dalle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio. Oltre ai ricercatori coordinati dal professor Fabbri e dal suo gruppo di lavoro della Facoltà di agraria, parteciperanno altri esperti del mondo olivicolo, pronti a dare consigli e a mettere la propria esperienza a disposizione degli olivicoltori emiliani. L’incontro rappresenterà anche un’occasione per ripensare la tecnica colturale e parlare delle varietà più adatte. Per maggiori informazioni: sito internet: http://agraria.unipr.it/cgi-bin /campusnet/avvisi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017