Provincia-Emilia

Aggiudicata la Cispadana da Reggiolo a Ferrara. "Porterà" anche un ponte Mezzani-Brescello

Ricevi gratis le news
6

Con la firma della convenzione tra Regione Emilia-Romagna e concessionario, la società Autostrada regionale cispadana (Arc), si è conclusa la procedura di gara per realizzare l’autostrada regionale di 67 chilometri che collegherà il casello di Reggiolo-Rolo dell’A22 alla barriera di Ferrara Sud sulla A13.
L'Arc è un’associazione temporanea di impresa (Ati) controllata al 51% da Autobrennero; Coopsette e Pizzarotti spa hanno il 19,3% ciscuna; Cordioli spa di Verona ha lo 0,5%; Edilizia Wipptel spa di Bolzano lo 0,7%; Oberosler cav. Pietro spa di Bolzano il 2,3%, l’Impresa di costruzioni geom. Collini spa (Trento) il 3%; Mazzi impresa di Verona lo 0,5; il Consorzio stabile Co.Seam srl di Modena il 3,3%; il Consorzio ravennate lo 0,1%.
L'Ati si è aggiudicata la concessione per realizzare e gestire l’opera, che ha un costo complessivo di circa 1.158,72 milioni di euro, da sostenere in project financing, con un contributo della Regione di 179,7 milioni (350 il limite massimo indicato nel 2006 dal programma per le autostrade regionali licenziato dall’assemblea legislativa).

NUOVO PONTE SULL'ENZA. Nel progetto sono previsti diversi interventi per il collegamento alla viabilità ordinaria (per circa 80-100 milioni). In particolare, saranno realizzati una nuova strada fra Bondeno e Cento e alcuni tratti di Cispadana (ma non con caratteristiche autostradali) nel Reggiano e nel Parmense, con un nuovo ponte sull'Enza fra Mezzani e Brescello. Questi consentiranno di completare l’itinerario fino alla tangenziale di Parma, realizzando quindi un “corridoio” fra il Tirreno (via Autocisa) e l’Adriatico (via superstrada Ferrara mare).

VIA ALL'ITER. Ora devono essere avviati tutti i passaggi propedeutici alla realizzazione. Partirà la Conferenza dei servizi sul progetto preliminare, che dovrà raccogliere modifiche e suggerimenti proposti dagli enti interessati.
Nel frattempo il ministero dell’Ambiente avvierà la valutazione di impatto ambientale (Via) sul progetto definitivo, mentre dopo la redazione di questo sarà redatto quello esecutivo. Nel contempo, saranno avviate le procedure di esproprio. La concessione ha durata di 49 anni, comprensivi dei tempi di costruzione. I tempi di realizzazione (dalla partenza dei lavori prevista per il 2012) sono di 44 mesi. L’apertura al traffico è stimata per il 2016.

La nuova arteria attraverserà le province di Reggio Emilia, Modena e Ferrara, interessando 13 comuni. Avrà una doppia corsia di marcia, più quella di emergenza, quattro caselli (S.Possidonio-Concordia-Mirandola, S.Felice sul Panaro-Finale Emilia, Cento e Poggio Renatico; tutti con parcheggio di intescambio con i mezzi pubblici) e due aree di servizio. È prevista l’installazione di asfalto drenante e fonoassorbente e di 41 chilometri di barriere antirumore, integrate con pannelli fotovoltaici. Prevista anche la piantumazione di siepi, filari e alberi.
Il concessionario conta di rientrare dell’investimento in 15-20 anni. Circa 300 milioni arriveranno dai soci, il resto da indebitamento. Le tariffe di pedaggio per veicoli leggeri saranno di 0,07694 euro/km, per i veicoli pesanti (media ponderata) di 0,13479 euro/km (più Iva). È stimato un traffico di 34mila veicoli al giorno.

PERI: «SCELTA IN BASE ALLA QUALITÀ DELL'OPERA». «Sono arrivate anche proposte a contributo “zero” per la Regione - ha spiegato l’assessore regionale ai trasporti Alfredo Peri - ma nella scelta si è guardato alla qualità dell’opera, non solo alla convenienza economica».
Quanto alle conflittualità che la realizzazione dell’autostrada creerà sui territori, Peri ha voluto ricordare che «siamo partiti dalle programmazioni territoriali di Comuni e Province interessate. Quindi non partiamo da zero, ma con una dotazione di conoscenza dei problemi e di proposte di soluzioni». Certo, ha ammesso, «fare opere in democrazia è più difficile che farle in sua assenza, ma la discussione è ancora aperta, e il progetto è teso a migliorare. Ciò che però non accettiamo è chi ci pone una alternativa secca di tracciato, che ci porterebbe a rifare la gara dall’inizio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    21 Dicembre @ 21.07

    Fantastico!!!! Creerà posti di lavoro nuovi ..... per Casalesi, ndranghetisti vari con i soliti subappalti italioti... ci voleva proprio. PARMA SVEGLIATI

    Rispondi

  • Luca

    21 Dicembre @ 20.25

    Fantastico!!!! Creerà posti di lavoro nuovi ..... per Casalesi, ndranghetisti vari con i soliti subappalti italioti... ci voleva proprio. PARMA SVEGLIATI

    Rispondi

  • Geronimo

    26 Novembre @ 16.13

    Mario si allarghiamo curve e raddriziamo tutto così potremo gare di velocità. guarda che autostrada esclusa è la velocità che provoca più incidenti mortali. Guarda il tempo che passi alle rotonde e fatti una domanda, quando c'era il semaforo quanto facevo di coda? oppure quando l'obbligo era di svolta a destra quanto aspettavo a causa dei cretini che svoltavano a sinistra?

    Rispondi

  • mario

    26 Novembre @ 13.07

    Dopo aver cementificato,negli ultimi decenni, un'area grnde come il Lazio e il Molise insime,continuiamo così che progrediamo ! Ma perchè nessuno pensa a valorizzare le strade che già ci sono ,allargandole e raddrizzandole? E facendo svincoli invece che rotonde da vomito?

    Rispondi

  • francesco brundo

    26 Novembre @ 08.43

    Un'altra bella torta da spartirsi, e non paghiamo !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

PALLAVOLO A/2

Gibertini: «Il mio tris in Coppa Italia»

Testimonianze

In prima linea contro i tumori

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

Allarme

In dieci anni 166 medici in pensione

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat