17°

32°

Provincia-Emilia

Don Beotti verso la beatificazione

Don Beotti verso la beatificazione
0

E' morto fucilato, tenendo il breviario nella mano sinistra e la   destra sulla fronte, nell’atto di farsi il segno di croce. Don Giuseppe Beotti, parroco di Sidolo  dal '40 al '44, è un martire della carità. Una figura straordinaria che  potrebbe salire agli onori degli altari. A Gragnano (Pc), monsignor Gianni Ambrosio, vescovo della diocesi di Piacenza (a cui appartengono Bardi, Sidolo e altri paesi dell'Appennino parmense), ha aperto la   causa di beatificazione.
Nato a Gragnano il 26 agosto 1912, don Giuseppe  è il quarto di sei figli. Entra in seminario, viene ammesso al Collegio Alberoni e, il 2 aprile 1938, riceve l’ordinazione sacerdotale dal vescovo Ersilio Menzani. Compie il suo primo servizio a Borgonovo (Pc), dove trascorre 15 mesi, e il 21 gennaio 1940 fa il suo ingresso a Sidolo di Bardi. La parrocchia è povera, disagiata e isolata. Don Beotti si dedica ai poveri, ai malati, ma soprattutto ai giovani, per i quali nutre una predilezione. Nel periodo bellico, si distingue per i suoi gesti di carità verso partigiani, ebrei e soldati feriti. «E' stato uno sprazzo di luce per la gente e per la montagna - spiega monsignor Domenico Ponzini, postulatore della causa di beatificazione - Ha saputo risvegliare le coscienze e dedicarsi totalmente agli altri. Era amatissimo dalla sua gente. Ha aiutato degli ebrei a fuggire in Svizzera, ha dato ospitalità a chiunque avesse bisogno. Era così disponibile e generoso che dimenticava le sue esigenze, al punto di arrivare a donare la propria vita per gli altri».
Il 20 luglio del 1944 i tedeschi giungono in paese e nel corso di un rastrellamento lo fucilano assieme a don Francesco Delnevo, parroco di Porcigatone, ed al seminarista di Parma Italo Subacchi. Don Giuseppe muore alle 16.15.
«Ci fu un terribile rastrellamento - racconta monsignor Ponzini - e don Beotti restò in paese con Delnevo e Subacchi. All’arrivo dei tedeschi issarono sulla chiesa una bandiera bianca, ma fu intesa come un segnale ai partigiani e vennero fucilati. Poteva scappare  con gli altri parrocchiani, ma  rimase, offrendosi per salvare gli altri paesani».
 Con l’apertura della causa di beatificazione si è insediato il tribunale ecclesiastico, che dovrà esaminare il processo. E' composto da: monsignor Renzo Rizzi, giudice delegato; monsignor Domenico Ponzini, postulatore; don Massimo Cassola, promotore di giustizia; Dario Carini, notaio e Luigino Taramino, notaio aggiunto. Domenica  a Gragnano,  Bardi era rappresentata dall'assessore  Franco Gandolfini e dal consigliere Luigi Boccacci. Nell'occasione, il vescovo Ambrosio ha sottolineato il valore della testimonianza di don Beotti «martire della carità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Da' del viado a Belen, Nina Moric a giudizio per diffamazione

Gossip

Da' del "viado" a Belen, Nina Moric a giudizio per diffamazione

“Fame Reunion 2017”: il cast di “Saranno Famosi” sceglie ancora Salsomaggiore Terme

spettacoli

La reunion del cast di “Saranno Famosi” di nuovo a Salso. Grazie al crowdfunding

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Truffa ai danni di un'anziana

truffa

"Deve pagare la tassa rifiuti: lo dice la Ue": e si porta via 900 euro

1commento

traffico

Parma-Lucchese: ecco le modifiche alla viabilità

Il Comune: "Utilizzate il più possibile la tangenziale". Divieto di vendita e consumo alcolici

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi sotto auto e treno

incidente

Schianto tra tre auto e una moto in A1: grave motociclista

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

3commenti

Gazzareporter

"Strada Stallini: la pianta si mangia il marciapiede"

"Rischio per i pedoni", dice Alessandro, che invia alcune foto

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

università

Lo sfogo di Gallese: "Ecco l'ultimo paradosso del Miur: escludere i migliori"

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

DOPO IL PALACITI

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

2commenti

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

tg parma

Rugby, le Zebre "respingono" l'ultimatum del presidente Fir Gavazzi Video

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

1commento

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

37commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TORINO

Neonato abbandonato in strada, muore in ospedale

modena

Sniffano la "droga del diavolo" a una festa, due 30enni in coma

2commenti

SOCIETA'

polizia

Ritrovata una bicicletta rubata: di chi è?

panama

E' morto Noriega, ex dittatore-presidente

1commento

SPORT

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

1commento

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione