14°

28°

Provincia-Emilia

Conti: «Le zone franche per rilanciare l'Appennino»

Conti: «Le zone franche per rilanciare l'Appennino»
Ricevi gratis le news
0

Gaetano Coduri
Con una pubblicazione, il sindaco Giuseppe Conti torna a ribadire l’importanza di istituire, anche nel nostro Appennino, le zone franche urbane che - a suo parere - salverebbero la montagna e in particolare le terre alte.
L’opuscolo, dal titolo «Zone franche rurali, zone franche montane: perché no?», raccoglie uno studio di un esperto di zone franche urbane, Rocco Iemma, avvocato che si occupa di diritto tributario, lavoro e nuove tecnologie.
«Con questa pubblicazione - spiega il primo cittadino di Bardi - ho voluto approfondire il tema della zone franche urbane nella speranza che si possa aprire un ampio dibattito e giungere ad una condivisione bipartisan di un progetto per il nostro territorio. L’auspicio - afferma Conti - è che possa iniziare un iter legislativo di grande aiuto per lo sviluppo dell’Appennino che noi montanari amiamo molto ma che è interessato da anni da diverse debolezze sia fisiche che socioeconomiche». Nel libro Conti mette in evidenza dieci problematiche che penalizzano il territorio delle terre alte: la carenza e insufficienza di infrastrutture, il dissesto idrogeologico che interferisce con la viabilità primaria e secondaria, lo spopolamento demografico per la mancanza di occupazione giovanile, l’abbandono delle attività pastorali che hanno generato riforestazione incontrollata di pascoli e terreni, il degrado del patrimonio edilizio rurale, la carenza di servizi alle imprese, vincoli ambientali sul territorio per la presenza di Sic, non adeguata promozione del territorio sia turistica che commerciale, forte calo dei servizi alle famiglie, poca offerta culturale e carenza di strutture alberghiere.
«Solo con le zone franche urbane possiamo sperare di salvare la nostra montagna e liberarla da un possibile degrado - sottolinea Conti - ponendo fine al continuo spopolamento, salvaguardando il territorio e il sistema idrogeologico».
Ma cosa sono le cosiddette «Zfu»? Le zone franche urbane, sono aree infracomunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese e hanno l’obiettivo di favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri e aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale con potenzialità di sviluppo inespresse.
In Italia le «Zfu» sono state istituite con la legge finanziaria 2007 poi modificata dalla Finanziaria 2008 ispirandosi sul modello delle «Zones franches urbaines» francesi approvate dalla Commissione Europea e operative da quindici anni.
Le «Zfu» prevedono notevoli agevolazioni di tipo fiscale e previdenziale per rafforzare la crescita imprenditoriale e occupazionale nelle piccole e medie imprese di nuova costituzione che si insediano nelle terre alte: l’esenzione dalle imposte sul reddito, Irap, Ici e l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti