-5°

Provincia-Emilia

Compiano - Si teme per la stabilità di un altro pezzo di muro

Compiano - Si teme per la stabilità di un altro pezzo di muro
0

Valentino Straser

L'ultimo intervento strutturale sulle mura del castello, effettuato dal Servizio Tecnico di Bacino Affluenti del Po (ex Genio Civile), risale al 2006. E forse è proprio grazie a quei lavori di consolidamento, effettuati quattro anni fa e finanziati dalla Regione per un importo di 200 mila euro, che il crollo del muro perimetrale non ha compromesso l’intero castello. La parte crollata, infatti, si trova nella parte più a valle del consolidamento. Nella roccia messa a nudo dal crollo si nota, nella parte sommitale della scarpata, la struttura di cemento precedentemente realizzata, come pure le opere di drenaggio che emergono lungo i 15 metri circa della parete rocciosa.
Nei lavori precedenti erano state adottate tecniche per ridurre la pressione idraulica esercitata alle spalle della struttura, ma purtroppo, una serie di fattori concomitanti, come ad esempio il maltempo, hanno aggravato la situazione sino al collasso del muro.
Il sopralluogo tecnico è stato effettuato ieri pomeriggio dai tecnici della Regione Emilia-Romagna, alla presenza di  Gianfranco Larini, direttore del Servizio tecnico di Bacino Affluenti del Po; di Sabina Delnevo, sindaco di Compiano;   e dell’assessore provinciale Andrea Fellini. Probabilmente, ad aggravare le condizioni di stabilità del muro in sassi del castello, sono state le intense piogge prima e le nevicate, poi, che si sono concentrate nella zona e in tempi brevi hanno riversato ingenti quantità d’acqua nel territorio.
Il crollo del muro, purtroppo, è solo una delle tante sfaccettature legate al dissesto idrogeologico. Compiano e l’intero perimetro del paese, come riportato anche da quotidiani nazionali, è ritenuto di alto rischio idrogeologico. Dopo il sopralluogo tecnico di ieri, nei prossimi giorni si procederà probabilmente, all’analisi strumentale dei dispositivi per monitorare eventuali movimenti superficiali del terreno.

Lo squarcio che si è presentato ieri ai tecnici è lungo una quindicina di metri e altro sei metri circa, e la rimozione delle pietre è iniziata ieri pomeriggio con lo scopo di aprire un passaggio fra le macerie entro la serata e di ripristinare la viabilità lungo il tratto di strada provinciale che corre sotto il castello, interrotta dalla caduta di sassi e detriti. La strada provinciale è poi stata riaperta in serata. Ma i timori continuano, specialmente per un altro tratto di muro, adiacente a quello crollato. Si teme, infatti, che il nuovo equilibrio che si è venuto a creare nella struttura e nel versante interessato dal crollo, possa incidere anche sulla stabilità di un altro pezzo di cinta muraria. In passato, per cercare di contenere il logorio del tempo esercitato sulle mura, erano state effettuati diversi interventi nel centro abitato: tre di carattere generale e altri per intervenire su situazioni localizzate, come ad esempio l’intervento effettuato nella borgata del castello. L’intervento di sistemazione e di ripristino si preannuncia, in ogni caso, complesso. Dovrà tenere conto di un intervento d’«insieme» che tenga conto sia dell’aspetto strutturale, sia di quello legato alla sicurezza e all’armonia architettonica del castello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

6commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

9commenti

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

2commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Bonassola

Il parroco difende l'amore gay, il vescovo frena

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto