12°

BORGOTARO

Ecco il nuovo sentiero voluto dagli alpini

Realizzato congiungendo e ripristinando antichi percorsi ormai abbandonati

Ecco il nuovo sentiero voluto dagli alpini
Ricevi gratis le news
0

Un «Sentiero degli alpini», realizzato a tempo di record nel territorio di Borgotaro dalle squadre dell’unità ProCiv Ana-Parma. Si è trattato dell'esercitazione più impegnativa, condotta interamente in autonomia negli ultimi dieci anni.

Con l’operazione «Monte Cavanna», uno dei tratti superstiti della viabilità storica tra antico territorio piacentino e Lunigiana sulla via diretta da Caffaraccia a Borgotaro, dove si sovrappone la «Via dei monasteri longobardi» o «Via Romea dei piacentini» con la «Via degli abati», completamente chiuso da frane e dal bosco su un percorso di 700 metri tra quota 475 metri e quota 575 metri, in cinque ore si è trasformato nel «Sentiero degli alpini», bretella che consente al percorso numero 834 della rete escursionistica regionale di evitare quasi due chilometri su strada parte asfaltata e parte bianca.

Il «Sentiero degli alpini» è stato donato dalla protezione civile degli alpini di Parma alle comunità della Valtaro. È accaduto in occasione del 66° raduno provinciale della sezione Ana di Parma, durante la quale si è tenuta anche un'esercitazione dell’unità sezionale di Parma della protezione civile degli Alpini.

«Le esercitazioni periodiche servono per verificare le disponibilità dell’organico e testare capacità ed efficienza dei volontari e dei dispositivi di sicurezza individuali, dei materiali, delle attrezzature e dei mezzi a disposizione, per una migliore preparazione in occasione delle emergenze nelle quali gli stessi volontari sono chiamati a operare – spiega il coordinatore dell’unità ProCiv Ana-Parma Enrico Adorni –. Generalmente queste attività sono svolte annualmente a livello interregionale di 2° raggruppamento alpino, alternando interventi in Lombardia e in Emilia Romagna».

Negli ultimi anni l’unità di protezione civile degli alpini parmensi è stata attiva con il 2° raggruppamento nella bassa modenese, dove, con l’esercitazione 2014, è intervenuta nelle aree colpite all’inizio di quell’anno dall’alluvione mentre, più recentemente, nel 2016 gli interventi hanno riguardato la Val Camonica nel circondario di Darfo Boario Terme.

L’embrione dell’unità ProCiv Ana-Parma è nato grazie agli alpini di Medesano alla fine degli anni ‘80, e oggi gli alpini parmensi contano oltre 180 volontari divisi su quindici squadre operative, la più giovane delle quali è rappresentata da Valmozzola, la seconda, dopo quella di Borgotaro, in Valtaro-Valceno e uniche due dell’Ana all’interno della zona montana dell’Appennino parmense.

«Nelle emergenze – spiega il caposquadra alpino di Valmozzola Andrea Conti – sono le strutture di protezione civile dello Stato, principalmente i vigili del fuoco, a occuparsi degli interventi nelle zone esposte al rischio maggiore. I volontari si occupano, invece, di altri rilevanti aspetti dell’emergenza, legati prevalentemente all’assistenza alla popolazione, dall’allestimento delle strutture di accoglienza alla loro successiva gestione, in una posizione di continuo e delicato confronto sia con i cittadini, sia con le istituzioni».

L’unità ProCiv Ana-Parma inizia ufficialmente la sua attività nel 1991 in seno al 2° raggruppamento alpino Lombardia-Emilia, mentre nel 2002, insieme alle altre unità sezionali presenti nella regione Emilia Romagna, concorre alla creazione del Coordinamento Ana-Rer, che consente agli alpini emiliani l’operatività con una propria colonna mobile anche quando non sono direttamente coinvolte le strutture Ana di livello nazionale, come accaduto nel 2016 in occasione dell’emergenza sisma del Centro Italia.

«Per ora questa è stata l’ultima emergenza nazionale alla quale abbiamo partecipato – continua Adorni – ma gli alpini sono stati presenti con il loro contributo decisivo in tutte le emergenze che si sono susseguite dagli anni ‘90 a oggi, compresi i terremoti dell'Abruzzo nel 2009 e in pianura Padana nel 2012». In tutti i casi, le esercitazioni vogliono avere come esito quello di lasciare un segno tangibile da parte degli alpini alle comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

 «Sei un mito»:  in tantissimi all'Euro Torri per  Max Pezzali

Musica

«Sei un mito»: in tantissimi all'Euro Torri per Max Pezzali Gallery

Gisele cede scettro top model piu' pagata a Kendall

moda

Kendall Jenner la modella più pagata. Gisele perde il trono

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Furto presso la concessionaria Boselli Moto di via La Spezia, 189/C

Parma

Sfondano la vetrina del concessionario Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

SOLIDARIETA'

La lotta di Isabella contro la Fop: via alla raccolta fondi

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

Libro

Mazzamurro: «Quando eravamo in trincea, negli anni di piombo»

TRIBUNALE

Guerra tra vicini, 82enne patteggia 1 anno

Intervista esclusiva

Francesca Archibugi in Gazzetta: "Vi racconto 'Gli sdraiati' " Video

La regista romana parla con Filiberto Molossi del suo film, uno dei più attesi della stagione

sciame sismico

Quattro piccole scosse di terremoto tra Fornovo, Corniglio e Varano

Pericolo

Piste ciclabili coperte di foglie: insidia per le bici

10commenti

Arresti

Travolsero in auto due carabinieri: in manette tre giovanissimi Video

Uno dei militari finì all'ospedale in condizioni gravissime

5commenti

social

Rimosse le condoglianze per Riina: Facebook si scusa con la famiglia del boss

La salma del boss tumulata a Corleone (Guarda)

Tg Parma

Tentata estorsione a Fidenza: quattro arresti a Benevento Video

Nel mirino un'azienda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Milano sconfitta dalla politica incapace

di Vittorio Testa

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

VERCELLI

Maltrattamenti all'asilo: arrestate tre maestre

choc a catanzaro

Donna violentata e schiavizzata per 10 anni: arrestato 52enne. Video: la baracca degli orrori

SPORT

CHAMPIONS

Finisce senza reti la sfida fra Juve e Barcellona

rugby

Andrea De Marchi: 100 presenze con le Zebre

SOCIETA'

moda

Livia Firth, moglie del premio Oscar Colin, a Fidenza

Brasile

Poliziotto fuori servizio spara al rapinatore con in braccio il figlioletto Video

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery