-2°

Provincia-Emilia

Gainago, chiusa la strada per il cantiere sull'argine

Gainago, chiusa la strada per il cantiere sull'argine
Ricevi gratis le news
0

Chiara De Carli

Da lunedì sarà chiuso totalmente al traffico il tratto di strada che dall’incrocio tra via Malcantone, a Gainago, arriva al «podere Iaschi». Il provvedimento, già anticipato nei giorni scorsi da una limitazione del traffico ai soli residenti, si è reso necessario per consentire ai mezzi di cantiere di ripristinare e consolidare la sponda dell’argine franata nei giorni scorsi. L’intervento è stato illustrato ieri mattina, nel municipio di Torrile, durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, oltre all’assessore ai Lavori pubblici Luigi Simonazzi e al sindaco Andrea Rizzoli, anche il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Corrado Zanelli, e Roberto Orati di Aipo. 
«Le problematiche sull'argine Naviglio sono iniziate da qualche mese quando, con le prime piogge , è franato un primo pezzo di argine - ha spiegato l’assessore Simonazzi -. Già in quell'occasione avevamo contattato Aipo e messo in sicurezza provvisoria la viabilità mettendo delle transenne. La situazione è peggiorata sempre di più fino a costringerci alla chiusura della strada che corre sopra al rilevato. I lavori di messa in sicurezza di questi 350 metri di strada inizieranno lunedì e comporteranno la chiusura totale della viabilità per almeno due mesi. Come Comune cercheremo di fare in modo che i disagi per i residenti siano minimi».
«L'intervento comprende la ripresa delle frane mediante il consolidamento e ricostruzione della scarpata - ha aggiunto Orati -. Lungo la sponda, all’interno del rilevato a circa venti centimetri di profondità, verrà inserita una rete anti-intrusione per impedire la realizzazione di tane da parte delle nutrie». E', quindi, ancora una volta la nutria la causa del dissesto subito dall’argine del Naviglio: le tane scavate dai roditori per difendersi dal freddo o per allevare i piccoli sono diventate una via preferenziale per le acque del canale che, nel loro movimento naturale, hanno eroso la sponda fino a causare i crolli delle settimane scorse. Oltre all’inserimento della rete, i tecnici di Aipo hanno previsto anche il rafforzamento di piede e scarpata attraverso la realizzazione di una massicciata in pietre che contrasterà l’azione erosiva delle acque. La tipologia di intervento è la stessa di quelli che, dal 2005, hanno interessato il tratto compreso tra il ponte di via 1° Maggio e via Malcantone. «L'inserimento della rete metallica - ha proseguito Orati - sta dando buoni risultati essendo le sponde trattate ancora integre. A differenza dei precedenti interventi, in questo caso sarà interessata anche la strada che verrà tagliata per consentire le lavorazioni di ripristino e consolidamento». L’importo stanziato per i lavori è di circa 75 mila euro interamente finanziati da Aipo e il tempo previsto per la realizzazione è di 60 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi in centro: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere fuori servizio

1commento

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

20commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa