14°

Provincia-Emilia

Fidenza - «Un piano che non farà crescere il debito pubblico»

Fidenza - «Un piano che non farà crescere il debito pubblico»
0

Annarita Cacciamani


Il 2011 sarà l’anno del piazzale della stazione, del parcheggio pluripiano dell’area Guernika e dell’incrocio fra via Gramsci, via Caduti di Cefalonia e via XXIV maggio.
Un piano ambizioso Nonostante la difficile congiuntura economica, i tagli dei trasferimenti statali e il forte calo delle entrate da oneri di urbanizzazione, l’amministrazione comunale ha preparato un ambizioso piano delle opere pubbliche. Sono previsti investimenti per più di 18 milioni di euro, di cui 3,9 milioni provenienti da alienazioni, 7,5 da capitale privato, 2,5 da mutui e il rimanente da contributi di altri enti e fondazioni.
«Il Piano delle opere pubbliche è ambizioso - ha spiegato il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici, al Bilancio e alle Società partecipate -. Faremo interventi di cui si parla da anni ma che non sono ancora stati fatti, come il parcheggio dell’area Guernika, e, nello stesso tempo, non intaccheremo il debito che, anzi, calerà ulteriormente, arrivando a 41,2 milioni».
Capitali privati Una parte rilevante delle opere previste potrà essere realizzate grazie all’apporto di capitali privati. E’ il caso dell’intersezione fra Gramsci e via Caduti di Cefalonia (700mila euro), dei parcheggi della zona mercato (1,8 milioni) e del Guernika (1,25 milioni), della messa in sicurezza dell’asse della via Emilia (165mila euro), del restauro dello scalone delle Orsoline (192mila euro), della realizzazione della nuova sede dell’Ipsaa Solari (3 milioni circa) e del consolidamento di alcune parti del cimitero (330mila euro).
Mutui «Dato che le entrate da oneri di urbanizzazione calano e una città non può stare ferma, è necessario trovare altre fonti di finanziamento - continua Tanzi -. Una possibilità è quella di accendere dei mutui, che serviranno per opere importanti, come il piazzale della stazione. Non sono d’accordo con chi dice che i mutui servono per fare delle manutenzioni: la riqualificazione delle strade e delle scuole sono interventi di cui non si parla ma egualmente necessari».
Alienazioni Una terza fonte di entrate saranno, infine, le alienazioni. Fra i principali immobili che saranno messi all’asta nel corso dell’anno ci sono  gli ex bagni pubblici (495mila euro) e l’ex liceo in piazza Matteotti, stimato 2,7 milioni e che potrebbe essere venduto insieme all’ex forno. Il piano delle alienazioni, in particolare quella dell’ex liceo, è stato diverse volte oggetto di critiche da parte dell’opposizione in Consiglio comunale. «Qualora queste due aste andassero a vuoto - ha chiarito il vicesindaco - ripenseremo il Piano delle opere pubbliche, cercando finanziamenti alternativi o posticipando qualcosa al prossimo anno. Sicuramente il bilancio non crollerà per questo motivo e se sarà necessario verranno fatti degli assestamenti».
I servizi Più in generale, la linea che l’amministrazione ha scelto per il bilancio 2011 è quella di mantenere inalterati gli stanziamenti per i servizi alla persona, cercando di razionalizzare la spesa. «Grazie alle gare d’appalto fatte nel 2010, siamo riusciti a far calare la spesa per diversi servizi - ha sottolineato - . In questo modo abbiamo potuto lasciare inalterate tutte le tariffe ed anche la Tarsu».
Partecipate Infine, per quanto riguarda le società partecipate, «si sta portando avanti la trattativa per trovare un socio private per Comeser, mentre Ascaa, San Donnino Multiservizi e EmiliAmbiente stanno avendo buoni risultati. Fidenza Sport, invece, avrà le gestione del Tennis Club». 
Annarita Cacciamani
Il 2011 sarà l’anno del piazzale della stazione, del parcheggio pluripiano dell’area Guernika e dell’incrocio fra via Gramsci, via Caduti di Cefalonia e via XXIV maggio.
Un piano ambizioso Nonostante la difficile congiuntura economica, i tagli dei trasferimenti statali e il forte calo delle entrate da oneri di urbanizzazione, l’amministrazione comunale ha preparato un ambizioso piano delle opere pubbliche. Sono previsti investimenti per più di 18 milioni di euro, di cui 3,9 milioni provenienti da alienazioni, 7,5 da capitale privato, 2,5 da mutui e il rimanente da contributi di altri enti e fondazioni.
«Il Piano delle opere pubbliche è ambizioso - ha spiegato il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici, al Bilancio e alle Società partecipate -. Faremo interventi di cui si parla da anni ma che non sono ancora stati fatti, come il parcheggio dell’area Guernika, e, nello stesso tempo, non intaccheremo il debito che, anzi, calerà ulteriormente, arrivando a 41,2 milioni».
Capitali privati Una parte rilevante delle opere previste potrà essere realizzate grazie all’apporto di capitali privati. E’ il caso dell’intersezione fra Gramsci e via Caduti di Cefalonia (700mila euro), dei parcheggi della zona mercato (1,8 milioni) e del Guernika (1,25 milioni), della messa in sicurezza dell’asse della via Emilia (165mila euro), del restauro dello scalone delle Orsoline (192mila euro), della realizzazione della nuova sede dell’Ipsaa Solari (3 milioni circa) e del consolidamento di alcune parti del cimitero (330mila euro).
Mutui «Dato che le entrate da oneri di urbanizzazione calano e una città non può stare ferma, è necessario trovare altre fonti di finanziamento - continua Tanzi -. Una possibilità è quella di accendere dei mutui, che serviranno per opere importanti, come il piazzale della stazione. Non sono d’accordo con chi dice che i mutui servono per fare delle manutenzioni: la riqualificazione delle strade e delle scuole sono interventi di cui non si parla ma egualmente necessari».
Alienazioni Una terza fonte di entrate saranno, infine, le alienazioni. Fra i principali immobili che saranno messi all’asta nel corso dell’anno ci sono  gli ex bagni pubblici (495mila euro) e l’ex liceo in piazza Matteotti, stimato 2,7 milioni e che potrebbe essere venduto insieme all’ex forno. Il piano delle alienazioni, in particolare quella dell’ex liceo, è stato diverse volte oggetto di critiche da parte dell’opposizione in Consiglio comunale. «Qualora queste due aste andassero a vuoto - ha chiarito il vicesindaco - ripenseremo il Piano delle opere pubbliche, cercando finanziamenti alternativi o posticipando qualcosa al prossimo anno. Sicuramente il bilancio non crollerà per questo motivo e se sarà necessario verranno fatti degli assestamenti».
I servizi Più in generale, la linea che l’amministrazione ha scelto per il bilancio 2011 è quella di mantenere inalterati gli stanziamenti per i servizi alla persona, cercando di razionalizzare la spesa. «Grazie alle gare d’appalto fatte nel 2010, siamo riusciti a far calare la spesa per diversi servizi - ha sottolineato - . In questo modo abbiamo potuto lasciare inalterate tutte le tariffe ed anche la Tarsu».
Partecipate Infine, per quanto riguarda le società partecipate, «si sta portando avanti la trattativa per trovare un socio private per Comeser, mentre Ascaa, San Donnino Multiservizi e EmiliAmbiente stanno avendo buoni risultati. Fidenza Sport, invece, avrà le gestione del Tennis Club». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

11commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

1commento

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

1commento

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

1commento

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia