17°

Provincia-Emilia

Frane, Bedonia sotto scacco Berni: servono 250 mila euro

Frane, Bedonia sotto scacco Berni: servono 250 mila euro
0

 Giorgio Camisa

Sulla carta Bedonia sembra il comune più danneggiato dagli eventi atmosferici: dalla neve, al vetro-ghiaccio alle frane, una fotografia di un territorio martoriato e sconvolto. Ma è delle frane  che il sindaco di Bedonia Carlo Berni è maggiormente preoccupato. 
Da un sommario preventivo sarebbe  di oltre 250 mila  euro il conto per procedere alla messa in sicurezza di alcune delle principali frane che hanno interessato o che  stanno interessando il comune di Bedonia. 
Dalla scheda inviata alla Provincia, alla Regione, alle autorità di Bacino e al Servizio di Protezione Civile balzano all’occhio la frana di Alpe, quella di Tomba che minaccia le abitazioni della piccola frazione dell’Alta Valceno e l’ultima in ordine di tempo quella che aveva isolato sabato scorso gli abitanti di Setterone e che è in continuo movimento.
 Da novembre scorso fino ai primi giorni di gennaio, la neve, il ghiaccio e le forti piogge hanno messo in ginocchio l’intero territorio dell’Alta Valtaro e specialmente dell’Alta Valceno.
Il costo di un quarto di milione è frutto di una stima che non considera i fondi  spesi per gli interventi di pronto intervento già ultimati: si tratta di cifre da capogiro per un comune di montagna con almeno due terzi   di popolazione anziana dislocata su vasto territorio di circa 170 chilometri quadrati e con una rete viaria che supera i 200 chilometri. 
Sono stati evidenziati anche danni enormi  alla vegetazione, causati principalmente dal vetro-ghiaccio che ha colpito pesantemente gran parte delle zone alte della Valceno e una fetta consistente della valle del Taro da Piane di Carniglia ad Alpe, da Foppiano a Setterone fino ai piedi del Monte Penna. 
«Abbiamo superato con difficoltà i giorni del vetro-ghiaccio, ma ora siamo seriamente preoccupati per le frane e gli smottamenti -  ha spiegato il sindaco Carlo Berni -. Abbiamo   sospeso (ieri)  i lavori, effettuati  senza copertura finanziaria ma comunque indispensabili  per la temporanea messa in sicurezza delle strade frazionali e per dare la possibilità ai residenti di raggiungere il centro. Abbiamo incaricato anche alcune ditte private e uomini di cooperative forestali,  ma i lavori per una sistemazione sono ancora lunghi e poi occorrono risorse che noi piccoli comuni non abbiamo». 
«Un grazie particolare - ha tenuto a sottolineare il sindaco - va a tutti i volontari, dalla Croce Rossa alla Protezione civile, dai vigili del fuoco ai tanti privati che hanno partecipato attivamente ai lavori di somma urgenza». 
L’inverno non è ancora finito anche se le belle giornate per un attimo hanno rasserenato l’ambiente: «Certamente dobbiamo aspettarci altre nevicate e il piano neve seppur sempre pronto ad affrontare la situazione, si trova a dover combattere con le risorse finanziarie e soprattutto con il grave dissesto della rete viaria che in alcuni punti rende rischioso e a volte anche impossibile il passaggio di spartineve e spargisale». 
Ribadendo quanto «grande e ammirevole» è stata la partecipazioni della gente che ha collaborato all’inverosimile con gli operatori, il sindaco Berni  ha anche pubblicamente ringraziato l’amministrazione comunale e tutti quanti hanno collaborato e gli sono stati vicini in questa emergenza. 
La stima del Comune non tiene conto nemmeno dei danni, pesanti ma non ancora quantificati, che hanno subito   privati, imprese ed  edifici sia pubblici che privati,  oltre che il mondo  agricolo e forestale. 
La relazione illustrata da Berni è stata  preparata dal direttore dell’ufficio tecnico del comune Alberto Gedda e dal suo collaboratore Michele Belli. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

8commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Scoperta cellula neonazista: pensava a raid contro immigrati e fabbricava ordigni

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche