Provincia-Emilia

Basilicanova - "La mia battaglia per salvarlo dalla droga"

Basilicanova - "La mia battaglia per salvarlo dalla droga"
11

MONTECHIARUGOLO - Per amore ha sofferto, combattuto, sperato. Per amore ha detto basta. Non ce l’ha fatta più Francesca (il nome è di fantasia) a vedere suo figlio prigioniero della droga. Mentre lui urlava nella sua camera, lei ha aperto la porta di casa ai carabinieri di Monticelli, nel cuore la disperazione, nella voce la rabbia e la dignità di poche, drammatiche, parole: «Portatelo via da qui».  (...) «Ho chiamato i carabinieri perché volevo dargli una scossa, fargli capire che anche la mamma che c'era sempre e sopportava tutto, ha detto basta».

Francesca è la madre di P.C., il 21enne arrestato nei giorni scorsi a Basilicanova per droga: processato per direttissima, ha patteggiato un anno da scontare ai domiciliari. La donna tiene a precisare che i fatti sono andati diversamente da quanto trapelato in un primo momento: «Mio figlio non è stato preso mentre stava spacciando, non è vero che era in centro e che ha cercato di fuggire. Era in casa (...)».

Dietro la scelta straziante di Francesca ci sono quattro anni di dolore e speranza, delusioni e rabbia: «Mio figlio è in carico al Sert di Parma dal 2007 - racconta - prende le medicine e avrebbe dovuto iniziare anche un percorso psicologico che però non ha mai voluto iniziare. (...) E ha sempre continuato con la cannabis per cui ha una dipendenza anche psicologica a livelli altissimi».

L'articolo completo di Ilaria Moretti è sulla Gazzetta di Parma in edicola.

(foto da Trainspotting: il protagonista del film di Danny Boyle su un ragazzo tossicodipendente e i suoi amici)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Drugo

    03 Febbraio @ 19.04

    Concordo con Maurizio quando dice che non sono solo le persone deboli a drogarsi, ma anche chi "semplicemente" vuol sballare un pò. Detto questo un conto è se mio figlio si fa due spinelli con gli amici il sabato sera (che dal mio punto di vista non è molto diverso dal bersi due birre, basta farlo con responsabilità, non guidando ad esempio), un conto è se comincia a tirare coca, a farsi di eroina, a rubacchiare in giro per pagarsi la roba. Ripeto, dal mio punto di vista, c'è una bella differenza! E da come la gazzetta ha presentato l'articolo io avevo interpretato la questione come una madre iperprotettiva e poco informata sugli stupefacenti (o solo con una visione diversa dalla mia)che arriva a denunciare il figlio per della cannabis. Questo mi sembra veramente eccessivo e controproducente per i motivi già esposti. Il ragazzo io non lo conosco, se mi dite che era solito usare cose ben più pericolose, allora devo rivedere ilmio punto di vista :). Per concludere faccio un bell'in bocca al lupo a madre e figlio.

    Rispondi

  • Geronimo

    03 Febbraio @ 11.41

    Gianni, la tua proposta per salvare questo ragazzo visto che rifiuta le cure? o sei convinto che le droghe non facciano male?

    Rispondi

  • Giovanni

    03 Febbraio @ 09.20

    Mi dispiace molto P.C. che tu abbia una "madre" del genere.

    Rispondi

  • Tancredi

    03 Febbraio @ 00.06

    DRUGO. guarda il ragazzo in questione, usa l'eroina da un pezzo, se leggi l'articolo, la mamma parla di cannabis come droga abituale, ma dell'eroina lo sanno tutti e da un pò....

    Rispondi

  • Geronimo

    02 Febbraio @ 21.08

    Chi parla male della madre evidentemente appartiene a due categorie di persone, la prima è di quelle che sostengono che la droga non fa male, la seconda è tra quelle che non sono mai stati vicini ad amici con questi problemi o se ne sono fregati o non hanno avuto problemi in casa. Nel primo caso potrebbero avere ragione anche se io ne dubito viste le tante morti causate dalla droga, nel secondo caso se non avete mai avuto contatti con persone con problemi di droga sono contento per voi. Io sono stato a contatto con gente che ha problemi di droga, gente che ne è uscita da solo o grazie agli amici, gente che è stata sbattuta in comunità ed ha dato una sterzata alla propria vita ma conosco gente che ha fatto quello che vorreste voi, ha lasciato fare al figlio quello che volava, drogarsi, rubare... adesso quella persona sta male, è un rifiuto della società ma è ancora in giro, pericolo non tanto per lui perchè ormai c'è poco da fare ma pericolo soprattutto per chiunque si avventuri inconsapevolmente nella sua strada perchè guida ancora la macchina, va in giro, va al bar e "si fa" ovunque. Una mamma come questa è solo da ammirare, visto che il figlio non voleva farsi aiutare ha utilizzato una delle poche cartucce a disposizione per salvarlo, poi chissà, magari tra qualche anno il figlio la ringrazierà. Poi occhio perchè è vero che la droga colpisce i deboli, chi ha problemi di varia natura, ma non solo queste persone, la droga colpisce anche chi non ha nessun problema ma vuole sballarsi una volta poi ci rimane dentro

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

3commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

25commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video