20°

31°

Provincia-Emilia

Muore dopo un incidente stradale: aveva un ovulo di coca in bocca

Muore dopo un incidente stradale: aveva un ovulo di coca in bocca
12

Un nigeriano di 25 anni, U.I., ha perso la vita stamani alle 5 in un incidente stradale nella periferia di Reggio Emilia, sulla via Emilia in direzione di Parma. Il personale sanitario del 118 gli ha trovato in bocca un ovulo in plastica contenente cocaina. La procura di Reggio ha disposto l’autopsia, mentre del decesso è stato informato il Consolato nigeriano perché la polizia municipale non ha rintracciato parenti.

Secondo quanto accertato dalla polizia municipale, il giovane alla guida di un’Audi A3 percorreva via Emilia in direzione del centro città quando, in prossimità di via Marx, ha fatto un sorpasso mentre in direzione opposta sopraggiungeva un autocarro Mercedes, il cui conducente ha sterzato a destra. Il camionista ha evitato l’impatto con l’auto ma è finito con l’autocarro contro una casa in una via laterale, abbattendo parte di un muro. 

L'Audi ha proseguito invece contromano per diversi metri, uscendo di strada e schiantandosi contro un terrapieno a valle dell’incrocio con via Marx. È intervenuto il personale del 118, che ha trasportato i due feriti al pronto soccorso del Santa Maria Nuova, dove poco dopo il conducente dell’Audi è morto. L'autista dell’autocarro, un georgiano di 25 anni, è stato invece ricoverato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    08 Febbraio @ 17.41

    Quando le critiche sono civili come quelle di a. e GAIO, è giusto rispettarle, e cercare insieme a chi le ha scritte una sintesi per fare tutti insieme un passo avanti. La vostra premessa è indiscutibile: non può chiedere rispetto chi non ne ha avuto per gli altri. Ed è anche vero che noi dovremmo limitarci a fare i giornalisti: non siamo nè giudici, nè preti, nè insegnanti ecc. ecc. Io però faccio questo mestiere da 35 anni; lo faccio in questa città di cui sono innamorato, e credo che la Gazzetta (che al di là delle critiche che riceve è "IL" giornale di Parma) abbia il dovere, prima ancora che il diritto, di contribuire a far crescere la nostra comunità. Censurare un commento, in un certo senso, è sempre sbagliato, ed è un arbitrio che ci prendiamo. Ma la mia/nostra sfida (dico anche mia perchè sono io a passare la gran parte dei commenti) è quella di convincere l'autore delle mail "bocciate" che non si tratta di censura immotivata, nè - per usare le parole di Gaio - di ipocrisia. - Il motivo è che, al di là del giudizio che il protagonista "meritava" ( ammesso che siamo noi a poter giudicare), rinunciare a certi commenti, che pure possono venire spontanei (forse l'ho pensato anch'io...) può essere un modo per non alimentare proprio quella cultura contro la vita che ha segnato l'esistenza dello spacciatore. Utopia? Tentativo di svuotare il mare con un secchiello? Può darsi, ma se a provarci siamio/siete tutti insieme... (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • A.C.

    08 Febbraio @ 16.45

    Buongiorno, leggendo i commenti, in questo caso non mi trovo d'accordo con la Gazzetta. Trovo molto difficile dover rispettare per forza un morto che da vivo di rispetto verso il prossimo ne aveva ben poco, era uno spacciatore. Credo che il rispetto una persona se lo debba meritare da viva per ottenerlo anche da morta. Chiaramente ritengo che se la Gazzetta abbia ritenuto di non pubblicare alcuni commenti, questi fossero volgari o eccessivamente cattivi, abbia agito correttamente, ma ritengo altrettanto sbagliato censurare delle affermazioni con l'intento di imporre un rispetto che io,e immagino molti altri, non riesco proprio a provare.

    Rispondi

  • Ivan Gaiani

    08 Febbraio @ 15.54

    Il mio commento di prima era volutamente caustico e sapevo sarebbe non sarebbe stato pubblicato. Ma parlare di rispetto per una morte di quelle persone... lui quanti ne ha uccisi o distrutti con la sua droga? Questo non è rispetto, è ipocrisia.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    08 Febbraio @ 13.01

    La libertà di parola è una cosa diversa dalla mancanza di rispetto per una morte. Se il tuo era uno di quei commenti, la risposta è : sì, decidiamo noi il confine di cattiveria (o altre volte di volgarità e diffamazione) oltre il quale ritteniamo di non pubblicare. Se invece è "semplicemente" un commento, anche duro o anche critico verso di noi come il tuo delle 12:03 e come mille altri, allora la libertà di parola la rispettiamo in pieno ! (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • Senzanome

    08 Febbraio @ 12.03

    Ehi redazione pensate di pubblicarli i miei commenti o decidete voi quali inserire! Per fortuna che c'è libertà di parola!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Nabila: «Io, al servizio di Parma»
Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

IL CASO

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

furti

Svaligiato il circolo Rapid

1commento

gazzareporter

Il triste tour dei vetri rotti tocca via Emilio Lepido

ATENEO

Preghiera musulmana, inaugurato lo spazio

6commenti

il caso

Sequestro Dall'Orto, nuove indagini dopo 29 anni

TRIBUNALE

Armi e bossoli in casa, primi due patteggiamenti per la banda dei sardi

Intervista

Ermal Meta: «Il mio sogno si chiama musica»

La foto "virale"

Gocce di pioggia su di loro: ed è record di clic

Impresa

L'America's Cup parla parmigiano

SERIE B

Le vacanze dei crociati

LUTTO

La morte di don Bricoli, storico parroco di Riccò e di Vizzola

Incidente

Ciclista investito alle porte di Basilicagoiano (Video)

E' ricoverato in Rianimazione

3commenti

furto

Folle notte al Barino, video 1: i ladri se ne vanno con la cassa, video 2  il secondo "visitatore" con 2 bottigliette d'acqua

16commenti

EMERGENZA

Siccità: in pianura la falda ha autonomia solo per altri 70-90 giorni Video

2commenti

musica

Silvia Olari ci racconta "Fuori di Testa" Videointervista

Crisi pd?

Bonaccini: "Parma poteva essere laboratorio nazionale". Franceschini: "Nati per unire, non dividere"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

6commenti

ITALIA/MONDO

il delitto

Garlasco: la Cassazione conferma i 16 anni a Stasi

catania

Scafista tradito da un selfie: fermato

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat