20°

36°

Provincia-Emilia

Corniglio - Un amaro ritorno a casa per la famiglia Lamoretti

Corniglio - Un amaro ritorno a casa per la famiglia Lamoretti
Ricevi gratis le news
3

CORNIGLIO
Alex Botti
Da poco tempo la famiglia Lamoretti di Cirone è potuta tornare ad abitare nella propria casa, evacuata negli ultimi giorni di novembre. A causa delle piogge abbondanti ed incessanti di quel periodo, da una scarpata a lato della casa si era staccata una frana che aveva fatto crollare il muro di cinta a protezione dell’abitazione, mettendo a rischio la sicurezza degli inquilini. Erano stati gli stessi Lamoretti a dare l’allarme, preoccupati dell’accaduto, e la casa era stata immediatamente evacuata.
Dopo poco più di 2 mesi il sindaco Massimo De Matteis ha firmato la revoca dell’ordinanza di evacuazione. Gli inquilini sono cosi potuti tornare a Cirone, lasciando gli alloggi provvisori dove erano ospitati.
Pietrina Lamoretti con il coniuge Agostino Conte con Alice e il figlio Alessio usufruivano dell’alloggio concesso da Gianni Pioli, mentre Franco Lamoretti  era ospitato dalla sorella Valchiria, proprietaria dell’Albergo Ghirardini di Bosco.
Tutte le spese relative alla loro permanenza in questi alloggi sono state coperte dal comune.
Ora i Lamoretti sono ritornati nella loro casa, ma è stato un ritorno amaro. Come spiega Pietrina Lamoretti: «Siamo stati noi a sollecitare ripetutamente il comune per risolvere la situazione che era bloccata da 2 mesi, e quello che abbiamo ottenuto è stato che per poter rientrare nella nostra casa abbiamo dovuto chiamare una ditta che intervenisse per mettere in sicurezza l’edificio, addossandocene le spese».
Questa è stata la condizione dettata dal comune di Corniglio per poter permettere alla famiglia Lamoretti di tornare nella propria casa.
Amareggiata Pietrina prosegue: «È stata una cosa forzata. Ad ogni nostra domanda sulla possibilità di avere fondi ci è sempre stato risposto che il comune non ha soldi, e che si sarebbe cercato di «far saltar fuori qualcosa». Hanno escluso il disastro ed hanno riversato la colpa su di noi, dicendo che è stata colpa nostra che abbiamo costruito in quel punto, ma 35 anni fa ci erano stati dati tutti i permessi e i consensi necessari».
Da tempo inoltre, la famiglia lamentava alcuni problemi che potrebbero aver compromesso la stabilità della scarpata: «Ultimamente la strada provinciale sversava tutta l’acqua nella terra della scarpata - raccontano - ed è sicuramente questa una delle cause del crollo perché avrà appesantito di molto la terra che col suo peso ha poi abbattuto il muro. Se no non si spiegherebbe come mai il muro sia potuto crollare dopo 35 anni. Crediamo che il comune stia sottovalutando la situazione».
Nel frattempo l’amministrazione comunale ha attivato le procedure necessarie per ottenere i finanziamenti necessari per sistemare anche la strada che passa accanto alla casa, danneggiata dal movimento franoso. L’amministrazione comunale auspica anche l’intervento della Provincia per quanto riguarda gli aspetti di sua competenza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • daniela

    10 Febbraio @ 13.52

    E' vergognoso e inaccettabile. Mi sono già scontrata con questi elementi, meriterebbero un bel servizio da STRISCIA LA NOTIZIA altro che dare la colpa ai privati - VERGOGNA !! grande solidarietà per la famiglia ingiustamente colpita. Daniela

    Rispondi

    • Elemento

      11 Febbraio @ 13.22

      E mandaceli, se riesci... Magari...

      Rispondi

  • GIACOMO

    09 Febbraio @ 16.57

    E' INCREDIBILEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE..MA NON DICE NIENTE NESSUNO??E' UNO SCANDALO,MA LA PROVINCIA CHE FA ??SONO ESTERREFATTO

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti