16°

Provincia-Emilia

Sorbolo, sciopero alla mensa della primaria

Sorbolo, sciopero alla mensa della primaria
0

di Cristian Calestani

L’aumento dei buoni pasto non l’hanno proprio digerito. E così alla scuola primaria di Sorbolo è scattato lo «sciopero del pranzo» con circa 250 famiglie che hanno deciso di «incrociare» forchette e coltelli della mensa, facendo consumare in classe, per protesta, il pasto di giovedì scorso ai propri figli. 
L’adesione è stata quasi totale visto che degli alunni che frequentano il tempo pieno della primaria sorbolese solo in due hanno pranzato come da consuetudine in mensa. 
Per tutti gli altri, e le loro famiglie, mangiare in classe portando un panino, una pizzetta e facendo un brindisi con la Coca Cola è stato il modo per opporsi all’aumento di cinquanta centesimi che ha portato, dal primo febbraio, il buono pasto a quota sei euro. 
I rappresentati dei genitori degli alunni del tempo pieno avevano comunicata questa decisione alcuni giorni fa con una lettera inviata al sindaco Angela Zanichelli, all’assessore alla scuola Rita Buzzi, al responsabile dell’Ufficio Scuola e per conoscenza anche alla preside Elena Conforti nonché alla Camst che si occupa della fornitura dei pasti. 
«Esprimiamo disappunto - avevano scritto i genitori - per la decisione del Comune di aumentare il prezzo della mensa scolastica a sei euro, una delle tariffe più elevate della Provincia e della Regione». 
Tra i motivi della protesta, condivisa anche dal consiglio d’istituto, non c'è soltanto l’aumento in sé, che comunque hanno fatto notare in molti è nell’ordine dell’8 per cento, ma anche il fatto che si mette a repentaglio l’importante ruolo della mensa. 
«Il tempo mensa, trascorso con compagni e maestri - hanno precisato ancora i genitori - è una parte integrante del programma educativo delle classi a tempo pieno. Oltre a fornire una sana educazione alimentare, con i bimbi che sono invitati ad assaggiare tutti i cibi imparandone il valore nutritivo, il tempo mensa costituisce un’occasione importante di esercizio dell’autonomia, di rispetto delle regole e un’opportunità per stabilire delle relazioni in condizioni non strutturate. Aumentare il prezzo della mensa può indurre molte famiglie, specie quelle più in difficoltà, a ritirare i bimbi all’ora di pranzo per farli mangiare a casa, magari davanti alla tv, togliendo la possibilità di partecipare ad un’attività scolastica di elevato valore educativo. Per ultimo - avevano poi concluso i genitori - ad un prezzo così elevato non sempre corrisponde un servizio adeguato, sia in termini di qualità che di quantità». 
Alla lettera ha fatto seguito la protesta simbolica di giovedì. «L'adesione è stata quasi totale - ha commentato ieri Alessandro Bianchi rappresentante dei genitori di quarta C - da più parti è giunto l’invito a ripetere l’iniziativa che potremmo riproporre a cadenza periodica. Chiediamo la revoca degli aumenti non tanto per i cinquanta centesimi in più, ma per preservare la qualità della scuola e l’importanza didattica del momento-mensa». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi

Sport

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

ponte romano

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

1commento

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

2commenti

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

2commenti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

4commenti

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

12commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

tg parma

Giuseppe Buttarelli ce l'ha fatta: da Colorno a Fontanellato contro la Sla Video

Gazzareporter

Campana del vetro con... piumino invernale Foto

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno fino a venerdì

Noceto

«Al Pioppo», quel luogo dell'anima

Comune

Taglio alla Cosap del 10%

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

1commento

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

frosinone

Difende la fidanzata, massacrato di botte: muore 20enne 

3commenti

SOCIETA'

Tecnologia

Samsung "spegne" definitivamente il Galaxy Note 7

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

formula 1

Per il trionfo di Vettel in Australia 10 milioni davanti a Rai1

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017