15°

29°

Provincia-Emilia

Tutti a caccia dell'identità del misterioso felino

Tutti a caccia dell'identità del misterioso felino
Ricevi gratis le news
0

di Stefano Rotta

SALA BAGANZA - In osteria salta fuori il puma. Ma non vale: perché ormai in valle ognuno vede nei boschi il suo animale preferito. E tra San Vitale Baganza e Neviano Rossi si sventaglia il bestiario, tra un bicchiere e l’altro: il lupo, la lince, la volpe, la faina, la donnola, e un «gatto soriano» che «i cittadini pensano che sia chissà che cosa, magari una tigre».
 

Un po' perché la gente si vede mancare qualche animale domestico, un po' perché la Gazzetta da giorni si occupa del caso, fra Marzolara e Sala Baganza, fra Felino e la cinta di colline alle spalle, ci si scalda con discorsi esotici, piccati e decisi: «E' tutta colpa della gente che va in Africa e si porta dietro i cuccioli», dicono quasi tutti, molti dei quali infervorati. In che senso? «Sì, vengono con le gabbie, non rispettano le regole, e quando gli animali crescono li liberano. Che siano pitoni o felini, se ne fregano».
 

Questo in generale. Ma c'è chi ha come bersaglio non gli animali feroci, ma gli animalisti: tra questi è Franco Alfieri, che sfodera la sua tessera di militante della Lega Nord e attacca: «I nostri nonni ci hanno messo cent'anni a mandare via i lupi, che si mangiavano anche i bambini quand’erano in branco e avevano fame. E adesso questi li riportano». Usa parole dirette, gli amici per le idee e i modi lo chiamano «il Berlusconi della Val Baganza»: ma è un discorso che trova svariati supporter. I più criticano «l'abitudine di liberare animali pericolosi, come i rettili dentro le bottigliette, con la scusa di fare un piacere all’ambiente». Addirittura si punta il dito contro «l'inflazione di caprioli».
 

Allo stesso tavolo, ma sul fronte opposto, sta Roberto Babboni: abita in montagna, sul Lagastrello, e con molta naturalezza si lascia andare in un discorso francescano. «Il lupo è il mio animale preferito. Se poi fossi miliardario farei un parco con tutti gli animali. Già non c'è niente da queste parti, come si fa a vivere senza bestie?». Lo gelano in dialetto: «Ci ha già pensato Noè». I due, partendo dalla cronaca, dalle orme, dalle foto sul giornale, cominciano a litigare sul tasso: per il primo, Alfieri, «rompe tutto e non va mica bene», per Babboni invece è un «animale bellissimo, ce ne fossero di più!».
Al Blue River di Marzolara Silvano Alfieri analizza la questione: «Poco fa sono stati lacerati un asino e tre o quattro capre verso Case Furlotti. Ma va là, non è un felino. Sono i lupi che fanno questi macelli. Deve vedere che robe, a volte si trova la testa lontanissimo dalla spalla. Quando hanno fame non capiscono più niente».
 

Più su, verso Neviano Rossi, complice il tempo bigio, tutto tace. Nessun curioso, nessuno a caccia di orme. E anzi, c'è anche una certa «omertà» nel parlare del caso. Le voci sono comunque sempre scettiche sulle liberazioni in natura di bestie allevate in cattività, o ancora peggio tenute in casa come animali di compagnia. Una signora  si affaccia alla finestra e analizza il caso con pragmatismo:  «Una volta non ho trovato più neanche una gallina. Qualche bestia c'è in giro di sicuro».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Nada con A toys orchestra

musica

Nada a Parma con A toys orchestra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

2commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

18commenti

METEO

Arriva una nuova ondata di caldo africano

Già finita tregua, da mercoledì temperature tornano sopra media

1commento

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

usa

Scontro fra treni a Filadelfia, 33 feriti

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti