Provincia-Emilia

Torrile, è morto Bruno Ceci

Torrile, è morto Bruno Ceci
Ricevi gratis le news
0

Chiara De Carli

E’ corsa veloce a Torrile la notizia della scomparsa di Bruno Ceci, 87 anni, una delle persone più note e stimate del territorio.
Il suo spirito gioviale, la sua intraprendenza e la sua incredibile voglia di fare lo rendevano senza dubbio una persona speciale. Tutti lo ricordano da sempre al lavoro, ad iniziare da quando già nel 1938 affiancava i genitori Otello e Teresa nell’attività di famiglia. Un piccolo polo alimentare che comprendeva un ristorante, una macelleria e un negozio dove sia Bruno che il fratello Giovanni hanno cominciato a muovere i primi passi nel mondo del lavoro. Da allora la passione per la buona tavola e per il «bere bene» ha cominciato a crescere tra le uve che venivano pigiate dietro casa per servire quel lambrusco che tanto piaceva agli avventori del ristorante e che sarebbe poi diventato una presenza costante in tutta la sua vita. Da lì, infatti, la famiglia Ceci ha avuto l’idea di iniziare a vendere il vino che veniva imbottigliato per il ristorante. Ma il numero dei clienti cresceva in fretta, tanto che ai Ceci venne l'idea di creare una vera e propria cantina a Torrile. E così, Bruno e Giovanni si sono rimboccati le maniche e hanno dato vita alla «Ceci B&G», diventata poi «Cantine Ceci srl», azienda oggi conosciuta in tutto il mondo. «Nostro nonno - ricordano le nipoti Chiara ed Elisa - diceva sempre: “io ho una figlia, Paola, e un figlio, la cantina”». La sua è stata una vita fatta di lavoro e sacrifici,  ripagati quando vedeva crescere la cantina . La sua dote più grande è stata quella di creare all’interno dell’azienda quel clima famigliare che anche oggi la contraddistingue. Bruno all'inizio si dedicava alle vendite e alle consegne mentre il fratello si occupava della cantina e la moglie, Lucia, della contabilità. Tutti lo ricordano sul suo furgone intento alle consegne: un lavoro pesante ma che, come tutte le grandi passioni, non lo stancava mai. Pian piano l’azienda cresceva.  «Ricordo con piacere il primo stand al Parco Ducale e poi il primo Cibus al quale abbiamo partecipato» dice il fratello Gianni, sempre accanto a lui in questa avventura e che, con lui, ha lasciato il timone ai figli nel 1998. «Dopo averli visti crescere e averli guidati nel primo tratto del loro cammino imprenditoriale, abbiamo capito che era giusto che andassero avanti da soli e ci siamo fatti da parte» ricorda. Da quel giorno Bruno, che aveva già 74 anni si è potuto dedicare ai viaggi (partecipava ai pellegrinaggi religiosi) , e ai motori, sua altra grande passione. Passava spesso dalla cantina per un saluto a tutti. La scorsa notte, dopo una breve malattia, la sua vita intensa è giunta al capolinea. E' spirato  circondato dall’amore dei famigliari e dall’affetto del personale della casa di cura dov'era ricoverato. Oltre a veder crescere e diventare sempre più florida l’azienda che aveva tanto voluto, Bruno Ceci ha ricevuto anche importanti riconoscimenti per il suo lavoro: prima l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro e poi, dalla Camera di Commercio di Parma, la medaglia d’oro per la «Fedeltà allavoro e al progresso economico». Questa sera alle 20,30 nella Chiesa di Torrile sarà recitato il Santo Rosario. I funerali si svolgeranno domani mattina alle 10 nella chiesa di Torrile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS