20°

31°

Provincia-Emilia

Casa protetta, i familiari dei degenti contestano i rincari

Casa protetta, i familiari dei degenti contestano i rincari
0

 Cristian Calestani

Figli e nipoti hanno preso carta e penna e hanno espresso tutto il loro malcontento per un servizio «sempre più costoso e, allo stesso tempo, sempre meno efficiente». Dopo le critiche dell’Amministrazione comunale, ora sono gli stessi familiari degli ospiti dell’Azienda di servizi alla persona, ex Ipab, «Don Prandocchi-Cavalli» a criticare l’attuale gestione della struttura. L’hanno fatto scrivendo una lettera indirizzata al direttore e al presidente dell’Asp di Fidenza, ai gruppi dell’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna e all’assessore regionale alle Politiche sociali. «Scriviamo questa lettera - è riportato nella missiva dei familiari - per denunciare segnali preoccupanti relativi alla gestione dell’Asp di Fidenza. A partire dal luglio del 2008, la retta giornaliera dei nostri cari ha subito ben due significativi aumenti a fronte di una riduzione dei servizi per i nostri anziani. Il personale dell’Asp è sempre molto attento e disponibile - è scritto ancora nella lettera - ma difficilmente riesce a garantire gli stessi servizi di qualità esistenti prima della nascita dell’Asp dal momento che non viene messo in condizioni di operare in modo adeguato alle necessità degli ospiti della struttura». «L'ultimo aumento prospettato per il 2011 - hanno rivelato i familiari - ammonta ad una media di 150-200 euro mensili in più per gli ospiti non convenzionati. Si tratta di un aumento davvero notevole, anche considerando l’importo già elevato delle rette, per comuni cittadini che lavorano, pagano le tasse e cercano di mantenere le proprie famiglie. Purtroppo sono i maggiori costi ad aver indotto gli amministratori dell’Asp ad aumentare le rette per i non convenzionati». 
Inevitabile per i familiari il raffronto con la situazione antecedente al primo luglio del 2008, data della nascita dell’Asp di Fidenza. «L'ex Ipab di Sissa - è scritto nella lettera - aveva rette basse rispetto alle altre strutture della zona, a fronte di servizi efficienti ed adeguati. Ci chiediamo come mai ora si renda necessario aumentare le rette a fronte di una diminuzione dei servizi. Si tratta, forse, di una cattiva gestione da parte dell’Asp? Perché c'è un disavanzo nel bilancio? Con gli aumenti delle rette quali costi si vanno a coprire? Dove sono le economie di scala e le migliorie che erano state garantite quando si è formata l’Asp? E’ questa la gestione che aveva in mente la Regione? Pensiamo sia arrivato il momento di ricevere delle risposte e di verificare quale sia la reale situazione dell’Asp di Fidenza, in quanto non possiamo permetterci ulteriori aumenti delle rette e pensiamo che ai nostri cari, degenti delle strutture “pubbliche”, debbano essere garantiti i migliori servizi possibili». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera»

PERSONAGGI

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera» Foto

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

1commento

Silvia Olari

musica

Torna Silvia Olari con il nuovo singolo: "Fuori di Testa"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Spaccata nella notte al barino: i ladri se ne vanno con la cassa  (vuota)

furto

Spaccata nella notte al Barino Video: i ladri se ne vanno con la cassa

1commento

Il personaggio

Spadi, il maturando che dirigerà il Consiglio

3commenti

Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

4commenti

L'INTERVISTA

Pizzarotti: «Bocciata la politica che sa solo criticare»

2commenti

Lutto

Di Camillo, il sorriso sopra il camice

Via Venezia

Devastati gli orti sociali

1commento

FIDENZA

Bagno notturno alla Guatelli: giovani multati

1commento

l'attimo

Ballando sotto la pioggia La foto fa boom di clic

IL CASO

Omicidio di Alessia, nessun accordo per l'estradizione: Jella processato in Tunisia

Poggio di Sant'Ilario

L'ivoriano temeva di essere lasciato dalla moglie

PARMA

Vento e forte pioggia: danni a Marore e Monticelli, rami in strada in città Foto

Le foto dei lettori (scarica l'app Gazzareporter per inviarci foto e video)

4commenti

PARMA

Scontro auto-bici in via Europa: grave una 16enne

10commenti

Assemblea Upi

Figna al ministro Delrio: "Si trovino le risorse per TiBre, Pontremolese e aeroporto Verdi"

Bene l'economia di Parma, fiducia delle imprese ai massimi. Delrio promette defiscalizzazione e sostegno al lavoro

2commenti

Asessuali

Vivere senza sesso: il documentario della parmigiana Soresini

5commenti

Lo sconfitto

Scarpa: "Il Pd ha adottato Pizzarotti, trattandolo come enfant prodige"

Il Pd regionale: "Impariamo dalle sconfitte in Emilia-Romagna"

25commenti

PARMA

Bocconi avvelenati: allerta in Cittadella

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Cinque anni fa vinse Grillo. Questa volta ha vinto lui

di Stefano Pileri

1commento

ITALIA/MONDO

guardia di finanza

Indagine appalti, dipendente del Comune di Piacenza ai domiciliari

REGNO UNITO

Londra: ragazzo italiano accoltellato a morte

SOCIETA'

MALTEMPO

Albero sradicato a Monticelli: la foto di una lettrice

archeologia

Scoperta una piccola Pompei sotto la metro di Roma Gallery Video

SPORT

vela

America's Cup, trionfo New Zealand

Moto

Viñales ringrazia Dovizioso: "Grazie per avermi evitato"

2commenti

MOTORI

OPEL

Grandland X, via agli ordini. Si parte da 26 mila euro

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse