Provincia-Emilia

Casa protetta, i familiari dei degenti contestano i rincari

Casa protetta, i familiari dei degenti contestano i rincari
Ricevi gratis le news
0

 Cristian Calestani

Figli e nipoti hanno preso carta e penna e hanno espresso tutto il loro malcontento per un servizio «sempre più costoso e, allo stesso tempo, sempre meno efficiente». Dopo le critiche dell’Amministrazione comunale, ora sono gli stessi familiari degli ospiti dell’Azienda di servizi alla persona, ex Ipab, «Don Prandocchi-Cavalli» a criticare l’attuale gestione della struttura. L’hanno fatto scrivendo una lettera indirizzata al direttore e al presidente dell’Asp di Fidenza, ai gruppi dell’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna e all’assessore regionale alle Politiche sociali. «Scriviamo questa lettera - è riportato nella missiva dei familiari - per denunciare segnali preoccupanti relativi alla gestione dell’Asp di Fidenza. A partire dal luglio del 2008, la retta giornaliera dei nostri cari ha subito ben due significativi aumenti a fronte di una riduzione dei servizi per i nostri anziani. Il personale dell’Asp è sempre molto attento e disponibile - è scritto ancora nella lettera - ma difficilmente riesce a garantire gli stessi servizi di qualità esistenti prima della nascita dell’Asp dal momento che non viene messo in condizioni di operare in modo adeguato alle necessità degli ospiti della struttura». «L'ultimo aumento prospettato per il 2011 - hanno rivelato i familiari - ammonta ad una media di 150-200 euro mensili in più per gli ospiti non convenzionati. Si tratta di un aumento davvero notevole, anche considerando l’importo già elevato delle rette, per comuni cittadini che lavorano, pagano le tasse e cercano di mantenere le proprie famiglie. Purtroppo sono i maggiori costi ad aver indotto gli amministratori dell’Asp ad aumentare le rette per i non convenzionati». 
Inevitabile per i familiari il raffronto con la situazione antecedente al primo luglio del 2008, data della nascita dell’Asp di Fidenza. «L'ex Ipab di Sissa - è scritto nella lettera - aveva rette basse rispetto alle altre strutture della zona, a fronte di servizi efficienti ed adeguati. Ci chiediamo come mai ora si renda necessario aumentare le rette a fronte di una diminuzione dei servizi. Si tratta, forse, di una cattiva gestione da parte dell’Asp? Perché c'è un disavanzo nel bilancio? Con gli aumenti delle rette quali costi si vanno a coprire? Dove sono le economie di scala e le migliorie che erano state garantite quando si è formata l’Asp? E’ questa la gestione che aveva in mente la Regione? Pensiamo sia arrivato il momento di ricevere delle risposte e di verificare quale sia la reale situazione dell’Asp di Fidenza, in quanto non possiamo permetterci ulteriori aumenti delle rette e pensiamo che ai nostri cari, degenti delle strutture “pubbliche”, debbano essere garantiti i migliori servizi possibili». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

protagonista

Colorno, il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

Ieri mattina la storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

bassa

Reggia devastata dall'acqua: studenti Alma e volontari al lavoro Video

Sospesa l'attività didattica della scuola di cucina italiana

ALLUVIONE

L'esondazione dell'Enza: la Regione stanzia 2 milioni per le spese urgenti

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

8commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

5commenti

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

SPORT

calcio

Coppa Italia: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS