Provincia-Emilia

Casa protetta, i familiari dei degenti contestano i rincari

Casa protetta, i familiari dei degenti contestano i rincari
Ricevi gratis le news
0

 Cristian Calestani

Figli e nipoti hanno preso carta e penna e hanno espresso tutto il loro malcontento per un servizio «sempre più costoso e, allo stesso tempo, sempre meno efficiente». Dopo le critiche dell’Amministrazione comunale, ora sono gli stessi familiari degli ospiti dell’Azienda di servizi alla persona, ex Ipab, «Don Prandocchi-Cavalli» a criticare l’attuale gestione della struttura. L’hanno fatto scrivendo una lettera indirizzata al direttore e al presidente dell’Asp di Fidenza, ai gruppi dell’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna e all’assessore regionale alle Politiche sociali. «Scriviamo questa lettera - è riportato nella missiva dei familiari - per denunciare segnali preoccupanti relativi alla gestione dell’Asp di Fidenza. A partire dal luglio del 2008, la retta giornaliera dei nostri cari ha subito ben due significativi aumenti a fronte di una riduzione dei servizi per i nostri anziani. Il personale dell’Asp è sempre molto attento e disponibile - è scritto ancora nella lettera - ma difficilmente riesce a garantire gli stessi servizi di qualità esistenti prima della nascita dell’Asp dal momento che non viene messo in condizioni di operare in modo adeguato alle necessità degli ospiti della struttura». «L'ultimo aumento prospettato per il 2011 - hanno rivelato i familiari - ammonta ad una media di 150-200 euro mensili in più per gli ospiti non convenzionati. Si tratta di un aumento davvero notevole, anche considerando l’importo già elevato delle rette, per comuni cittadini che lavorano, pagano le tasse e cercano di mantenere le proprie famiglie. Purtroppo sono i maggiori costi ad aver indotto gli amministratori dell’Asp ad aumentare le rette per i non convenzionati». 
Inevitabile per i familiari il raffronto con la situazione antecedente al primo luglio del 2008, data della nascita dell’Asp di Fidenza. «L'ex Ipab di Sissa - è scritto nella lettera - aveva rette basse rispetto alle altre strutture della zona, a fronte di servizi efficienti ed adeguati. Ci chiediamo come mai ora si renda necessario aumentare le rette a fronte di una diminuzione dei servizi. Si tratta, forse, di una cattiva gestione da parte dell’Asp? Perché c'è un disavanzo nel bilancio? Con gli aumenti delle rette quali costi si vanno a coprire? Dove sono le economie di scala e le migliorie che erano state garantite quando si è formata l’Asp? E’ questa la gestione che aveva in mente la Regione? Pensiamo sia arrivato il momento di ricevere delle risposte e di verificare quale sia la reale situazione dell’Asp di Fidenza, in quanto non possiamo permetterci ulteriori aumenti delle rette e pensiamo che ai nostri cari, degenti delle strutture “pubbliche”, debbano essere garantiti i migliori servizi possibili». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polemica tomori

Il messaggio

Toffa, malattia, post e polemiche: "Nadia, il cancro non rende fighi"

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche  Foto

social

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche Foto

Oscar: 'La forma dell'acqua' accusata di plagio

cinema

Accuse di plagio per il film "La forma dell'acqua", candidato a 13 Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Cinque centimetri di neve in città: in azione i mezzi del Comune. Scuole chiuse a Lesignano e Neviano

PARMA

Neve in città, in azione i mezzi del Comune. Scuole chiuse a Lesignano e Neviano

E' attivo un numero verde del Comune di Parma per segnalazioni e informazioni

APPENNINO

Frana nella notte sulla provinciale 28 a Varsi Video

VIOLENZA SESSUALE

Molestò una bimba di 8 anni, insegnante condannato

Gazzareporter

Risveglio con la neve a Parma Invia le tue foto

GAZZAREPORTER

Neve da Panocchia all'Appennino: le foto dei lettori

Fidenza

E' morto Aldo Bianchi, storico commerciante

Colorno

Vende elettrodomestici on line e truffa 100 persone, denunciata 30enne

Grandi opere

Archiviazione per Burchi, ex presidente dell'A15

calcio

Parma, sfida da non fallire

SALSO

Falco pellegrino impallinato e poi curato dal Cras

PARMA

Impresa Pizzarotti e Sonae costruiranno il centro commerciale in zona fiera

Investimento da 200 milioni di euro. Nel 2019 l'inaugurazione

CASO LAMINAM

«L'aria di Borgotaro? nessun rischio per la salute»

Furto

Razzia di salumi in una cantina di Zibello

in serata

Investita in via Volturno: grave un'anziana Video

GAZZAREPORTER

"Parcheggio creativo in viale Sette F.lli Cervi" Foto

Al Tardini

D'Aversa: "Con il Venezia conta solo vincere" Video. Neve-gelo, match a rischio

I convocati: Ciciretti, Di Gaudio, Mazzocchi e Munari out

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Caso Embraco, l'Europa dimostri di esistere

di Aldo Tagliaferro

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

SALUTE

Morbillo: 164 casi e 2 morti in Italia a gennaio

INCIDENTI

Auto pirata investe 12enne: identificato un calciatore del Bologna

SPORT

olimpiadi

Pattinaggio: Zagitova primo oro della Russia, Kostner quinta

Formula 1

E' nata la nuova Ferrari Foto

SOCIETA'

Lutto

E' morta "Sirio", l'astrologa dei vip: aveva 85 anni

Modena

"Il contratto non prevede di spostare i letti, i bimbi dormano in terra"

14commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra