-2°

10°

Provincia-Emilia

Trasporto pubblico: dalla Provincia 360mila euro per abbattere gli aumenti

Trasporto pubblico: dalla Provincia 360mila euro per abbattere gli aumenti
Ricevi gratis le news
0

Ammonta a 360mila euro la somma che la Provincia di Parma mette a disposizione per abbattere gli aumenti tariffari del trasporto pubblico locale. Suddivisa in due filoni, la cifra viene impiegata da una parte per l’utenza in generale, dall’altra per gli interventi più marcatamente sociali a sostegno delle famiglie numerose e in difficoltà economica. 170mila euro sono per abbattere i costi soprattutto sulle fasce chilometriche più elevate e sugli abbonamenti, e 190mila euro per le famiglie numerose e per quelle in difficoltà economica, con tagli agli abbonamenti che possono raggiungere il 50%. Azioni con cui l’ente di piazza della Pace continua a stare al fianco dei cittadini e alle famiglie, tanto più in momenti in cui la crisi continua a colpire.
“La Provincia di Parma, consapevole della particolare situazione economica e sociale che stiamo vivendo, ha cercato di  calmierare gli aumenti tariffari previsti dalla Regione abbattendo i costi: una larga fetta di utenti pagherà molto meno i titoli di viaggio rispetto a quanto previsto dalle tabelle regionali. I tagli del governo al settore dei trasporti, 70 milioni di euro per l’Emilia Romagna e 1,5 per il nostro territorio, ci hanno fatto ragionare per far sì che non ci fossero ripercussioni troppo negative sull’utenza. Il nostro intervento si è concentrato soprattutto laddove gli aumenti tariffari erano più pesanti: sulle fasce chilometriche maggiori e su abbonamenti e abbonamenti studenti”, ha detto nella presentazione di oggi in Provincia l’assessore provinciale ai Trasporti, Andrea Fellini, commentando i 170mila euro per gli abbattimenti relativi al complesso dell’utenza.
“Sono diversi anni che interveniamo con agevolazioni negli abbonamenti per le famiglie numerose – ha aggiunto l’assessore alle politiche sociali Marcella Saccani - ora abbiamo deciso di estendere i benefici anche a chi si trova in difficoltà economica. Crediamo che la famiglia debba essere sostenuta con misure concrete, poca filosofia, molta azione, se vogliamo garantire il diritto allo studio e al lavoro delle persone e tenere fermo il punto che il trasporto pubblico sia una delle misure di qualità della vita e dell’ambiente oltre che di relazione fra le persone. Noi ci crediamo. L’iniziativa per le famiglie numerose ha avuto un ottimo riscontro, crediamo che anche la nuova sulle famiglie in difficoltà ne avrà altrettanto”. Accanto a Fellini e Saccani, il vice presidente della Tep Alessandro Fadda.

 Le riduzioni più consistenti riguardano gli utenti che decidono di abbonarsi per l'uso dei mezzi pubblici e che provengano da zone particolarmente lontane dal capoluogo. In pratica, così come imposto, per i biglietti di corsa semplice l'adeguamento è stato quello indicato dal patto, salvo che per gli utenti che si spostano oltre i 60Km (circa 10.000 l'anno): per questi il costo del biglietto, che sarebbe dovuto passare dagli attuali 3.90 ai 6.75 indicati dal Patto, sarà limitato a 4.70 euro.  In generale sui biglietti di corsa semplice l'aumento si concretizza in un minimo di 10 cent a un massimo di 80 cent. L'intervento più importante è stato però fatto sugli abbonamenti, e in particolare sugli "annuali studenti," con aumenti percentualmente più contenuti grazie all'intervento della Provincia. In pratica, per citare alcuni esempi, uno studente che viaggi su una distanza compresa tra i 38 e i 50Km subirà un aumento annuo di 3 euro (0.85%) anziché i 99 euro (28%) previsti dalle nuove tariffe regionali.

Il finanziamento complessivo di circa 130.000 euro è sostenuto dalla Fondazione Cariparma, dalla Provincia e da Smtp, che si aggiungono ai 60.000 euro già finanziati per gli abbonamenti 2010-2011 e in corso di erogazione per un totale di 190mila euro a sostegno delle famiglie numerose e in difficoltà economica.
L’intervento di sostegno alle famiglie numerose residenti nel territorio provinciale, ad esclusione del Comune capoluogo, è nato qualche anno fa dalla Rete provinciale per la famiglia costituita dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Parma, con l’obiettivo sia di agevolare le famiglie numerose sia d’incentivare il trasporto pubblico.
Nel quadriennio 2007-2010 sono stati erogati 1544 abbonamenti agevolati per un totale di 931 famiglie, con incrementi consistenti da un anno all’altro. In particolare, nel 2010 hanno beneficiato dello sconto il 9,3% delle famiglie numerose residenti sul territorio provinciale (escluso il Comune capoluogo). Anche per il 2011 l’iniziativa prevede l’applicazione di sconti significativi fin dal primo abbonamento effettuato dal nucleo per garantire un concreto supporto economico alle famiglie di almeno cinque componenti, per i quali il trasporto pubblico costituisce una spesa particolarmente onerosa. Da quest’anno non essendo più previsti abbonamenti invernali extraurbani ma soltanto abbonamenti annuali, le agevolazioni hanno anche la funzione di compensare il costo aggiuntivo richiesto dalle tariffe vigenti. Al nucleo familiare vengono rilasciati tanti abbonamenti quanti sono i membri che ne fanno richiesta. I titoli di viaggio potranno avere percorsi differenziati tra loro, ma tutti hanno un unico numero identificativo, riconducibile al capo famiglia, essendo questo codice un “denominatore comune di riferimento” sia per l’emissione e la gestione tecnica dell’abbonamento sia per forme di pagamento agevolate (es. RID bancario).
La condizione necessaria per ottenere l’agevolazione tariffaria è quella di essere componente di un nucleo famigliare di almeno 5 persone, caso tipico due genitori con tre figli. Questa condizione deve essere dimostrata attraverso un’autocertificazione o con lo stato di famiglia. Per quest’anno la Provincia ha previsto anche un intervento economico a sostegno delle famiglie in difficoltà economica.  Potranno usufruire delle agevolazioni sugli abbonamenti TEP extra-urbani e interurbani le famiglie con ISEE pari o inferiore a 12mila euro, da dimostrare all’atto della richiesta con un’attestazione in corso di validità. Per un valore Isee inferiore o uguale a 8.000 euro la riduzione dell’abbonamento sulla tariffa ordinaria sarà del 50%, per un Isee da 8001 a 12.000 euro del 30%.
A partire dal mese di aprile, per richiedere il rilascio degli abbonamenti a tariffa agevolata sarà sufficiente che il capo famiglia, o un famigliare maggiorenne, si rechi agli sportelli TEP di p.le Barbieri o p.zza Ghiaia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Luca Guadagnino

Luca Guadagnino

cinema

Oscar: quattro nomination per il film di Luca Guadagnino

Ciak... si gira! Il meglio dei nostri quiz sul cinema

GAZZAFUN

Ciak... si gira! Il meglio dei nostri quiz sul cinema

Havana: sfilata model curvy

PGN

Havana: sfilata model curvy Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Grazie la collaborazione di un commerciante straniero denunciato ladro d’auto italiano

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

AUTOSTRADA

Veicolo in fiamme: riaperto il bivio A1-A15, restano 2 chilometri di coda

Uscita consigliata a Fidenza per chi arriva da Milano e viaggia verso Bologna

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

13commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

5commenti

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

6commenti

chiozzola

Sorprendono il ladro in cortile. Il sindaco: "Cittadini, ingrassate le navette"

10commenti

SALUTE

In calo l'incidenza dei tumori a Parma, Piacenza, Reggio e Modena

Presentati i dati dell'Area Vasta Emilia Nord

GAZZAREPORTER

Un lettore: "Via Bassano del Grappa buia da più di una settimana" Foto

1commento

INCHIESTA

Nomine al Maggiore, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettore Borghi

1commento

PARMA

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

polemica

Eramo: "Sulla sicurezza la giunta non si auto-assolva: mancano scelte coraggiose"

"Perché non avete chiesto ai vigili di fermare i consumatori di droga?"

3commenti

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

TECNOLOGIA

Telefoni e tablet in classe: a Parma non sono una novità

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

1commento

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

Salute

Le sigarette elettroniche pericolose per gli adolescenti

MALTEMPO

La Senna in piena preoccupa Parigi Foto

SPORT

Tg Parma

Di Cesare: "Con il Novara sarà dura, vengono da una vittoria" Video

TENNIS

Australia: Nadal si ritira, Cilic in semifinale Foto

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

2commenti

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

LA NOVITA'

Mitsubishi Eclipse Cross, il Suv con l'anima del coupé

MOTO

Prova Ducati Panigale V4 S