-1°

Provincia-Emilia

Trasporto pubblico: dalla Provincia 360mila euro per abbattere gli aumenti

Trasporto pubblico: dalla Provincia 360mila euro per abbattere gli aumenti
0

Ammonta a 360mila euro la somma che la Provincia di Parma mette a disposizione per abbattere gli aumenti tariffari del trasporto pubblico locale. Suddivisa in due filoni, la cifra viene impiegata da una parte per l’utenza in generale, dall’altra per gli interventi più marcatamente sociali a sostegno delle famiglie numerose e in difficoltà economica. 170mila euro sono per abbattere i costi soprattutto sulle fasce chilometriche più elevate e sugli abbonamenti, e 190mila euro per le famiglie numerose e per quelle in difficoltà economica, con tagli agli abbonamenti che possono raggiungere il 50%. Azioni con cui l’ente di piazza della Pace continua a stare al fianco dei cittadini e alle famiglie, tanto più in momenti in cui la crisi continua a colpire.
“La Provincia di Parma, consapevole della particolare situazione economica e sociale che stiamo vivendo, ha cercato di  calmierare gli aumenti tariffari previsti dalla Regione abbattendo i costi: una larga fetta di utenti pagherà molto meno i titoli di viaggio rispetto a quanto previsto dalle tabelle regionali. I tagli del governo al settore dei trasporti, 70 milioni di euro per l’Emilia Romagna e 1,5 per il nostro territorio, ci hanno fatto ragionare per far sì che non ci fossero ripercussioni troppo negative sull’utenza. Il nostro intervento si è concentrato soprattutto laddove gli aumenti tariffari erano più pesanti: sulle fasce chilometriche maggiori e su abbonamenti e abbonamenti studenti”, ha detto nella presentazione di oggi in Provincia l’assessore provinciale ai Trasporti, Andrea Fellini, commentando i 170mila euro per gli abbattimenti relativi al complesso dell’utenza.
“Sono diversi anni che interveniamo con agevolazioni negli abbonamenti per le famiglie numerose – ha aggiunto l’assessore alle politiche sociali Marcella Saccani - ora abbiamo deciso di estendere i benefici anche a chi si trova in difficoltà economica. Crediamo che la famiglia debba essere sostenuta con misure concrete, poca filosofia, molta azione, se vogliamo garantire il diritto allo studio e al lavoro delle persone e tenere fermo il punto che il trasporto pubblico sia una delle misure di qualità della vita e dell’ambiente oltre che di relazione fra le persone. Noi ci crediamo. L’iniziativa per le famiglie numerose ha avuto un ottimo riscontro, crediamo che anche la nuova sulle famiglie in difficoltà ne avrà altrettanto”. Accanto a Fellini e Saccani, il vice presidente della Tep Alessandro Fadda.

 Le riduzioni più consistenti riguardano gli utenti che decidono di abbonarsi per l'uso dei mezzi pubblici e che provengano da zone particolarmente lontane dal capoluogo. In pratica, così come imposto, per i biglietti di corsa semplice l'adeguamento è stato quello indicato dal patto, salvo che per gli utenti che si spostano oltre i 60Km (circa 10.000 l'anno): per questi il costo del biglietto, che sarebbe dovuto passare dagli attuali 3.90 ai 6.75 indicati dal Patto, sarà limitato a 4.70 euro.  In generale sui biglietti di corsa semplice l'aumento si concretizza in un minimo di 10 cent a un massimo di 80 cent. L'intervento più importante è stato però fatto sugli abbonamenti, e in particolare sugli "annuali studenti," con aumenti percentualmente più contenuti grazie all'intervento della Provincia. In pratica, per citare alcuni esempi, uno studente che viaggi su una distanza compresa tra i 38 e i 50Km subirà un aumento annuo di 3 euro (0.85%) anziché i 99 euro (28%) previsti dalle nuove tariffe regionali.

Il finanziamento complessivo di circa 130.000 euro è sostenuto dalla Fondazione Cariparma, dalla Provincia e da Smtp, che si aggiungono ai 60.000 euro già finanziati per gli abbonamenti 2010-2011 e in corso di erogazione per un totale di 190mila euro a sostegno delle famiglie numerose e in difficoltà economica.
L’intervento di sostegno alle famiglie numerose residenti nel territorio provinciale, ad esclusione del Comune capoluogo, è nato qualche anno fa dalla Rete provinciale per la famiglia costituita dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Parma, con l’obiettivo sia di agevolare le famiglie numerose sia d’incentivare il trasporto pubblico.
Nel quadriennio 2007-2010 sono stati erogati 1544 abbonamenti agevolati per un totale di 931 famiglie, con incrementi consistenti da un anno all’altro. In particolare, nel 2010 hanno beneficiato dello sconto il 9,3% delle famiglie numerose residenti sul territorio provinciale (escluso il Comune capoluogo). Anche per il 2011 l’iniziativa prevede l’applicazione di sconti significativi fin dal primo abbonamento effettuato dal nucleo per garantire un concreto supporto economico alle famiglie di almeno cinque componenti, per i quali il trasporto pubblico costituisce una spesa particolarmente onerosa. Da quest’anno non essendo più previsti abbonamenti invernali extraurbani ma soltanto abbonamenti annuali, le agevolazioni hanno anche la funzione di compensare il costo aggiuntivo richiesto dalle tariffe vigenti. Al nucleo familiare vengono rilasciati tanti abbonamenti quanti sono i membri che ne fanno richiesta. I titoli di viaggio potranno avere percorsi differenziati tra loro, ma tutti hanno un unico numero identificativo, riconducibile al capo famiglia, essendo questo codice un “denominatore comune di riferimento” sia per l’emissione e la gestione tecnica dell’abbonamento sia per forme di pagamento agevolate (es. RID bancario).
La condizione necessaria per ottenere l’agevolazione tariffaria è quella di essere componente di un nucleo famigliare di almeno 5 persone, caso tipico due genitori con tre figli. Questa condizione deve essere dimostrata attraverso un’autocertificazione o con lo stato di famiglia. Per quest’anno la Provincia ha previsto anche un intervento economico a sostegno delle famiglie in difficoltà economica.  Potranno usufruire delle agevolazioni sugli abbonamenti TEP extra-urbani e interurbani le famiglie con ISEE pari o inferiore a 12mila euro, da dimostrare all’atto della richiesta con un’attestazione in corso di validità. Per un valore Isee inferiore o uguale a 8.000 euro la riduzione dell’abbonamento sulla tariffa ordinaria sarà del 50%, per un Isee da 8001 a 12.000 euro del 30%.
A partire dal mese di aprile, per richiedere il rilascio degli abbonamenti a tariffa agevolata sarà sufficiente che il capo famiglia, o un famigliare maggiorenne, si rechi agli sportelli TEP di p.le Barbieri o p.zza Ghiaia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

2commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba nel centro di Istanbul: 13 morti e decine di feriti

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti