18°

Provincia-Emilia

Collecchio - Un minuto di silenzio alle elementari: è polemica

41

Alle scuole elementari «Verdi» del capoluogo alcune classi hanno osservato ieri un minuto di silenzio per protestare contro le dichiarazioni del premier, Silvio Berlusconi, in merito alla scuola pubblica.
 Il fatto ha destato non poche perplessità a partire dal corpo docente che si è presentato diviso all’"appuntamento". Il vice dirigente scolastico, professoressa Angela Buzzi, ha confermato l’accaduto. Si è trattato - secondo i primi accertamenti - dell’iniziativa isolata di un insegnante che avrebbe dato indicazioni ai bidelli di suonare la campanella per fare osservare, all’interno delle classi, il silenzio. I bambini, sorpresi, hanno accolto con curiosità la cosa. Sta di fatto che non tutte le classi si sono fermate, dal momento che non tutti gli insegnanti erano d’accordo. L’ufficio di presidenza, guidato dal professore Michele Salerno, nei giorni scorsi era venuto a conoscenza delle indiscrezioni che circolavano in merito ad una possibile "azione di protesta" e si era premurato di contattare il referente di plesso, in questo caso le elementari Giuseppe Verdi, sottolineando la non opportunità di dar vita ad una "protesta di questo tipo". Un intervento, quindi, non condiviso dagli organi dirigenziali della scuola che, però, non ha sortito gli effetti desiderati. Al momento non è ancora ben chiara la percentuale degli alunni che hanno aderito e gli insegnanti che hanno messo in atto tale azione. La scuola raccoglierà nei prossimi giorni le dichiarazioni dei singoli insegnanti che hanno dato vita alla singolare "protesta" e conseguentemente si saprà il numero degli alunni coinvolti. Si tratta di minori e questo è un aspetto non trascurabile.
Il vice dirigente scolastico ha comunque ribadito che si tratta "di un cozmportamento non condiviso dalla scuola e che non sono esclusi richiami disciplinari".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    04 Marzo @ 16.46

    Mi permetto di inserirmi fra Anna e Vittorio Delsante, per complimentarmi con entrambi. State dimostrando, a noi e agli altri lettori, come questo spazio possa essere terreno fertile per confrontare opinioni diverse senza per questo mancarsi di rispetto l'un l'altro (ma anzi cercando via via di accogliere parte delle osservazioni altrui). Spero vivamente che il vostro esempio faccia scuola. Grazie. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • Anna

    04 Marzo @ 11.34

    Sig. Delsante, è un piacere discorrere con persone gentili. Se lei conosce personalmente gli insegnanti che hanno fatto il minuto di silenzio ed è sicuro che si tratta di una presa di posizione una tantum, mi sta bene. Ognuno deve avere la libertà e la possibilità di lottare per i propri diritti. Continuo però ad essere della mia idea che il luogo e il modo siano sbagliati. E continuo ad essere della mia idea, che può benissimo essere sbagliata, che la politica (nel senso partitico) un pelino c'entri. Quando ho letto di Hitler anche io sono "rimasta un po' lì", come si dice da noi, e lungi da me anche il solo pensare che un'affermazione del genere possa essere apprezzabile. Come giustamente dice lei, ho erroneamente usato la parola "apolitica" intendendo dire "apartitica". Ed è palese che il solo insegnare la storia, la geografia, la letteratura comporti parlare di politica. Forse anche io, nella fretta, non sono stata capace di far intendere al meglio ciò che affermavo. Dico soltanto che l'interno delle classi scolastiche non deve essere un luogo in cui manifestare qualsiasi cosa in qualsiasi modo sia contro che a favore di qualcuno o qualcosa di partitico. Poi se ne può parlare a fare la spesa, se ne può parlare nei videomessaggi ma comunque sono libera di fare o meno partecipare i miei figli. E non ho tirato in ballo la grammatica perchè ne è stato perso un minuto, Mary. Era soltanto un modo per dire che preferisco che i miei figli studino piuttosto che fare minuti di silenzio, a mio parere inutili e strumentalizzati. E con questo non credo che la mia sia una polemica ardta, non credo nemmeno che sia una polemica. E' solo l'esposizione del mio parere considerando che in questa sede ci viene chiesto cosa ognuno di noi pensi di una determinata notizia.

    Rispondi

  • Vittorio Delsante

    03 Marzo @ 19.03

    P.S.: Dopo un breve giro sui siti locali, constato che già almeno PDL e IDV hanno espresso i loro pareri in merito alla questione. Se mi è consentito, rivolgo ad entrambi (e pure agli altri) un caldo invito a non cercare di strumentalizzare la situazione trasformandola, loro sì, in una questione partitica. Per una volta si occupino dei veri problemi del paese.

    Rispondi

  • Vittorio Delsante

    03 Marzo @ 18.41

    Gent. sig.ra Anna, apprezzo il suo modo pacato e ben argomentato di porre il problema e mi scuso se mi sono fatto prendere dalla foga (come provano i numerosi errori di battuta), ma spero capirà che essere paragonati a Hitler può dare fastidio. Venendo ai suoi argomenti, che in parte condivido, le faccio notare che non si trattava di una protesta per motivi politici: non ci si riferiva né ad una legge, né ad una riforma, né ad altre iniziative governative. Qui si trattava di un'offesa gratuita ad un'intera categoria. Il modo, il luogo e la platea di fronte alla quale sono state lanciate tali ingiurie meriterebbe qualche considerazione anche di tipo storico, ma non è questo il luogo. L'invitare poi a considerare il rispetto qualcosa di importante non è né di destra né di sinistra. Mi consenta, infine, di farle notare che a scuola non è materialmente possibile insegnare solo la grammatica e le altre materie base: solo il fatto di insegnare, ad esempio, storia comporta il "fare politica", beninteso non in senso "partitico", cioè di destra o di sinistra, ma di educazione alla vita nella "polis", educazione civica, per intenderci. Apolitico non è sinonimo di apartitico. A Collecchio non sono mai stati "utilizzati" i bambini per fini politici, nel senso che intende lei, né lo saranno in futuro, ne può essere certa. Lo dico perché, anche se non insegno più da anni in quella scuola, conosco personalmente le insegnanti e non ho dubbi sulla loro assoluta onestà intellettuale. La saluto cordialmente.

    Rispondi

  • Marika

    03 Marzo @ 16.54

    Sig.ra Anna, mi scusi ma si fa politica anche quando si va a fare la spesa! Si fa politica anche con i video messaggi, che ultimamente vanno molto di moda, invece dei dibattiti. A prescindere dalla correttezza o meno del gesto, un minuto di silenzio NON ha di certo fatto perdere alcuna nozione di grammatica, nè ha ammazzato qualcuno! Vorrei che queste polemiche così ardite e "politiche" da parte dei lettori nascessero anche nei casi di CROLLI NELLE SCUOLE PUBBLICHE PER INADEMPIENZA/CORRUZIONE DI POLITICI E AMMINISTRATORI e poi si vedesse il risultato al momento del voto....UTOPIA!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze

feste e giovani

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze Gallery

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

3commenti

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Coltello alla gola: pusher rapina una ragazza

Criminalità

Coltello alla gola: pusher rapina una ragazza

Il caso

Ladri in camera da letto: coppia narcotizzata

Lega Pro

Il Parma non sa più vincere

Musica

The Cage, concerto con sorpresa: le chiede la mano

Intervista

Lo scomparso ritrovato: «Ero stanco e preoccupato»

Fidenza

Massari: «Il nostro bilancio? Più cantieri, meno debiti»

PALANZANO

Una rete per lanciare il turismo

Inchiesta

«I profughi? Li ospitiamo a casa»

0-0 a teramo

Parma 1 punto avanti al Pordenone, obbligati a vincere il derby  Foto

Frattali: "Parata decisiva? Era ora". Scavone: "Il mio gol? Era regolare" (Video: le interviste) - Le altre partite (Pordenone e Padova hanno perso)

2commenti

INCIDENTE

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

Paura a bedonia

Ventenne cade con la moto: arrivano il soccorso alpino e l'elisoccorso

teramo-parma 0-0

D'Aversa: "Ci manca il gol? Non è un periodo felice. Comunque buona gara" Video

1commento

roccabianca

Ritrovato il 50enne scomparso: era al Pronto soccorso

promozione

Festa Pallavicino: è promosso in Eccellenza Gallery

sorbolo

Filmate le gare in scooter a mezzanotte. Il sindaco: "Ora convochiamo i genitori" Video

3commenti

musica e cultura

A Parma l'opera scende in piazza (per riqualificare l'Oltretorrente)

L'idea di una soprano islandese

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Perché ci sono sempre meno preti

1commento

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

3commenti

ITALIA/MONDO

politica

Primarie Pd: in Emilia Romagna alle 17 hanno votato in 163.899. Le foto di Parma

3commenti

milano

Pirata della strada tradito da una telefonata a casa: "Sono in ospedale"

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

formula 1

Gp di Russia: vince la Mercedes (di Bottas.) Le due Ferrari sul podio

serie a

"Buu" razzisti a Cagliari: Muntari abbandona il campo Gallery

MOTORI

Economia

E' Fiesta l'auto piu' venduta d'Europa Video

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento