Provincia-Emilia

Bianchi: "Niente mutui per il patto di stabilità"

Bianchi: "Niente mutui per il patto di stabilità"
Ricevi gratis le news
0

Gian Carlo Zanacca
Presa di posizione del sindaco Paolo Bianchi, in merito alle dichiarazioni rilasciate nel corso della conferenza stampa di sabato scorso da parte del gruppo di minoranza «Liberi e uniti per Collecchio».
Nella sua analisi Bianchi inizia dal percorso che ha portato all’approvazione del bilancio di previsione 2011.
«Durante la presentazione del bilancio - rileva il primo cittadino - erano state illustrate le ragioni per cui il Comune da alcuni anni non può accendere nuovi mutui: nonostante il bassissimo indebitamento del nostro ente, il rispetto dei parametri del patto di stabilità non permette di finanziare nuove opere pubbliche. La spesa corrente, anche relativa ai mandati precedenti, non ha nulla a che vedere con quanto "imposto" dalla normativa vigente. A questo va aggiunto il taglio oggettivo dei trasferimenti statali pari a 330 mila euro per quanto riguarda la spesa corrente».
Il rispetto del patto di stabilità - secondo il primo cittadino - «ha inciso in modo determinante sui Comuni, cosiddetti virtuosi, impedendo loro di investire come in passato».
 In merito ai costi sostenuti dal Comune per il museo Guatelli, Bianchi ci tiene a precisare che «non risponde al vero, come ha rilevato Tanzi, che i costi sostenuti dal Comune dal 2002 ammontino a 750 mila euro. Sono invece 680 mila, comprensivi del conferimento iniziale di circa 200 mila euro, somma versata una tantum alla fondazione per la sua costituzione. Il museo - conclude - rappresenta un’assoluta eccellenza per il nostro territorio, un punto di attrazione e formazione per le giovani generazioni con un rilevante valore culturale intrinseco».
Le forme di gestione del sociale, secondo Bianchi, non hanno, poi, influito in modo negativo sulla spesa del Comune: «i costi sostenuti per far fronte alle esigenze legate ad una gestione efficace ed efficiente dei servizi sociali hanno visto il nostro Comune concorrere insieme agli altri quattro Comuni dell’Unione pedemontana al consorzio che ha dato vita all’azienda Pedemontana sociale la cui gestione economica risulta in linea con i costi programmati sulla base dell’evoluzione del contesto sociale dei Comuni interessati. L’aumento dei costi di gestione dell’azienda sono, quindi, in linea con gli aumenti legati all’inflazione e l’incremento della popolazione. Costi che, per altro, sono stati ridotti, per il 2011, del 4%, a fronte dell’assunzione di nuovi servizi, come il servizio minori, un tempo gestito dall’Ausl, ed alla specializzazione in quelli in essere. Il fatto che si passi da un’azienda consortile ad un’azienda di proprietà dell’Unione pedemontana costituisce la naturale evoluzione del percorso d’integrazione dei cinque Comuni».
Il sindaco ha dato la propria disponibilità a sostenere un incontro con il gruppo di minoranza per verificare la fondatezza di alcune affermazioni.
«La Pedemontana sociale un ente inutile? Basta verificare i bilanci degli ultimi cinque anni per dimostrare l’esatto contrario».
In merito alla zona di riqualificazione della stazione, precisa che non sono previsti insediamenti produttivi, ma commerciali: «il piano strutturale comunale non contempla nessuna area analoga inutilizzata altrove».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS