-4°

Provincia-Emilia

Salso e Miss Italia - "Ora bisogna trovare un'alternativa"

Salso e Miss Italia - "Ora bisogna trovare un'alternativa"
8

 Angelica Siclari

«Ok» per il divorzio da Miss Italia. Ma forse prima bisognava trovare una manifestazione alternativa di uguale valore promozionale. Questa l’opinione dei presidenti delle associazioni alberghiere e commerciali della città. 
«Non siamo certamente sorpresi da questo divorzio che era già nell’aria da tempo. Ma riteniamo che questo “addio” non sia il problema reale - fa notare Ernesto Callegaro, presidente dell’Adast, l’associazione albergatori di Salso e Tabiano -. Il problema reale è che adesso non abbiamo più nessun tipo di promozione alternativa per la città, questo a prescindere da Miss Italia. Abbiamo sempre sostenuto che prima di lasciare Miss Italia, proprio per il veicolo pubblicitario che era, bisognava creare uno o più eventi alternativi, fonte di una promozione che porti il nome di Salso al di fuori di Fidenza. E invece non è stato fatto».
Uno che ha sempre creduto nel matrimonio con Miss Italia è Giorgio Vernazza, presidente della Confesercenti di Salso: «Io sono sempre stato uno dei sostenitori affinché il concorso rimanesse. Prima di tutto perché dava lustro e visibilità alla città, sia per la sua presenza sia sui mass media, come veicolo pubblicitario e di promozione. A mio parere il rapporto fra i  costi del concorso e la pubblicità che ne derivava per Salsomaggiore e Tabiano era  decisamente favorevole. Basti   pensare a quanto costa uno spot sui canali nazionali». 
 
«Ora - ha aggiunto Vernazza - siamo arrivati al divorzio “consensuale”: le motivazione sono le “solite”, le problematiche economiche che oggi sussistono. Ora “il da farsi” è certamente trovare qualcosa di alternativo per avere la stessa visibilità che potevamo avere con il concorso di Miss Italia. Certo era meglio prima trovare "una sostituzione" poi arrivare al divorzio».
«Già dall’indagine che avevamo fatto nei mesi scorsi fra i nostri associati era emerso che il concorso non interessava più - rileva Luciano Marzolini presidente dell’Ascom - quindi non siamo sorpresi di questo divorzio. Il problema è che non ci sono più risorse per farlo sia per i tagli che per la crisi. Inoltre il concorso da tempo non aveva più una caduta promozionale rilevante sul territorio. Bisogna però pensare subito ad una alternativa al concorso di bellezza  e vedere le risorse da mettere in campo in un progetto che possa essere condiviso e che   coinvolga pubblico e privato. Si potrebbero proporre eventi e manifestazioni anche di carattere culturale, ma di certo bisogna ripensare a qualcosa   che crei un'attrattiva». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MICHI

    22 Marzo @ 18.24

    CERTO CHE 600 MILA EURO PER IL CONCORSO...E ALLE RAGAZZE PER DAGLI UN CONTENTINO UN PAIO DI SLIP!!...CHE RIDERE!!...AH AH AH

    Rispondi

  • argante

    16 Marzo @ 13.35

    Tutto scorre. Anche questo consueto appuntamento ha trovato la sua definizione. Forse per stanchezza, forse per apatia sopraggiunta? Chissà chi può dirlo, del resto ogni opinione ha una sua verità, resta un solo enigma da risolvere ad oggi, domandarsi se il concetto del bello e dell’arte possa essere raccolto in un concorso quale quello di Miss Italia. A questo non oso rispondere anche perché il bello è cio’ che piace , universalmente e senza concetto, una definizione non mia ovviamente, ma che racchiude un significato che se esaminato sotto l’aspetto teleologico riunisce il tutto e il nulla. Così è a mio avviso il concorso di cui trattasi, tutto e niente, tutto perché vorrebbe essere espressione del bello e niente perché anela ad essere espressione di un arte che non è poi così evidente. L’oracolo di Delfi, al quesito su come va considerata la Bellezza risponde” il più giusto è il più bello”. Chissà forse ora qualcuno ha ritenuto più giusto affrontare altre tematiche che quelle della Bellezza alla luce di eccessi sociali che hanno portato alla negazione di un evento mai definito,l’essenzialità, quale causa dell’essere uomini, capaci di esprimere l’arte della bontà e dell’equità, attraverso l’osservanza di principi regolatori del “sistema “ politico chiamato Italia che, ancora una volta, ha vacillato, finanche avanti al tema della "Bellezza". Argante

    Rispondi

  • sabcarrera

    16 Marzo @ 10.37

    Bella programmazione. Prima si chiude la manifestazione poi si pensa a cosa si può fare al suo posto. UNa sfilata delle "Se non ora quando"?

    Rispondi

  • Gelati Patrizia

    16 Marzo @ 09.02

    Con tutti i fossili e i minerali che ci sono,con tante persone che si interessano a questo argomento non si riesce a fare una mostra permanente,un mercato di scambio?A verona c'è a Bologna c'è a Cremona ecc..ecc..basta cominciare e rivolgersi agli esperti del settore!Se Salsomaggiore non si rende conto delle possibilità che ha attorno vuol dire che l'amministrazione è cieca!

    Rispondi

  • PINO CANEPARI

    16 Marzo @ 08.14

    CONTENTISSIMO DELLA DECISIONE INFINE PRESA DAI SALSESI .

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

2commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

1commento

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta