19°

34°

Provincia-Emilia

Fidenza: Ostetricia cresce ancora e i prematuri restano a Vaio

Fidenza: Ostetricia cresce ancora e i prematuri restano a Vaio
Ricevi gratis le news
1

Mariachiara Illica Magrini


A Vaio aumenta il numero dei nuovi nati mostrando la crescente specializzazione dell’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia. Nel 2010 il totale dei nati nell’ospedale fidentino ha toccato quota 759. Con 27 unità in più, il dato supera il «record» dello scorso anno di 3,6 punti percentuali, crescendo invece dell’11% rispetto al 2008.
L’entrata in funzione a pieno regime dell’Unità operativa complessa di Pediatria - diretta dal neonatologo Paolo Ernesto Villani - ha inoltre consentito di far fronte a diverse emergenze e di assistere a Vaio 58 nati prematuri (tra le 34 e le 36,6 settimane) nel biennio 2009-2010 con sei trasferimenti in altre strutture nell’ultimo anno. Si tratta di casi che rientrano nelle cosiddette «gravidanze a rischio»: nel 2008 erano stati 31 i bimbi nati sotto le 37 settimane e trasferiti in centri più avanzati. «I trasferimenti - ha spiegato Villani - sono stati ridotti nell’ottica di un’assistenza ad ampio raggio che ha consentito di non allontanare i neonati dalle madri, né di indirizzarle altrove per il parto. A questo riguardo - ha aggiunto - ci muoviamo nell’ambito di un protocollo siglato con l’Azienda Ospedaliera di Parma. Un ulteriore collaborazione ci lega all’ospedale di Borgotaro con l’obiettivo di adeguare i livelli assitenziali su tutto il territorio. Le emergenze ci sono sempre - ha chiarito - occorre mettersi in condizione di poterle affrontare».
Altro dato degno di nota è la ristretta percentuale di parti cesarei che a Vaio, nell’ultimo anno, si assesta sul 26%: quattro punti sotto la media regionale del 30%. Un risultato che, in parte, rimanda al «rispetto per la fiosologia e i tempi del parto che - ha spiegato la responsabile del Percorso Nascite Antonella Rosi - sta alla base del metodo di lavoro a Vaio»; in parte mostra i risultati ottenuti con «manovre di rivolgimento» di feti podalici (girati al contrario rispetto alla posizione naturale che precede il travaglio). Vaio è infatti uno dei pochi centri dell’Emilia in cui, tramite manipolazione esterna, si induce il feto a volgersi nel modo corretto per consentire un parto naturale evitando il cesareo. «La percentuale di successo dei rivolgimenti qui si aggira attorno al 70% - ha aggiunto Rosi -. E a questo riguardo Vaio è inserito in uno studio regionale attualmente in corso intitolato "Giù la testa". L'ampliamento dei servizi negli ultimi anni - ha concluso - ha inoltre consentito di seguire un maggior numero di gravidanze, sia ad alto che a basso rischio, con èquipe multispecialistiche in base alle linee guida nazionali e internazionali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberto

    25 Marzo @ 09.21

    Complimenti!!! Siamo un popolo di poeti e navigatori; il coraggio non ci manca. Ma come? Rispettate la fisiologia del parto e poi fate le maovre di rivolgimento? Siete uno dei pochi centri in Emilia? E non vi chiedete il perchè? Come si fa a dire e pubblicare cose del genere?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biciclette e corsie per gli autobus: il «carosello» dei segnali stradali

la curiosità

Biciclette e corsie per gli autobus: il «carosello» dei segnali stradali

2commenti

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Arriva Guidolin ed è festa

SPECIALE PARMA

L'ultima B: arriva Guidolin ed è festa

di Alberto Dallatana

Lealtrenotizie

Alessio Turco guardato a vista

Dopo il suicidio del padre

Alessio Turco guardato a vista

FURTO

Gettano le monete e le rubano la borsa

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Una ipovedente

Tombino rimosso: ferita una donna

Animali

Con Fido a fare la spesa: ecco come comportarsi

ALBARETO

Montegroppo, tre battesimi in un giorno. Come 90 anni fa

Nuove tendenze

Chef a domicilio: la cena è servita

BAZZANO

71enne morì a Villa Matilde: infermiere rinviato a giudizio

La storia

Chiara, volontaria nell'orfanotrofio che la accolse

IL CONCORSO

Ecco Lorena, Miss Parma 2017

24enne, barista, viene da Borgotaro

Ospedale

Bimba di 8 mesi inala pezzo di peperoncino: intervento salvavita al Maggiore

La piccola, residente nel Reggiano, è stata operata da Maria Majori

1commento

anteprima gazzetta

Perché il caso Turco fa ancora discutere

Allarme truffe anche al supermercato

pinzolo

Parma, prime indicazioni anti-Bari per D'Aversa Video

Dopo due amichevoli alcuni giocatori hanno dimostrato di essere già in forma

parma

Schiaffi e pugni per rubare la borsetta a una 29enne: nigeriano arrestato

7commenti

baganzola

Terzo furto al Pronto Carni, in azione tre uomini dell'Est Video

1commento

montechiarugolo

Pronti a colpire, arrivano i carabinieri: ladri in fuga nei campi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

Samuele Turco, la tragedia e la pietà Video-editoriale

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Salso, l'avvenire non è dietro le spalle La risposta del sindaco

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

MAFIA CAPITALE

Carminati lascia via Burla: trasferito in carcere Oristano

Monte Argentario

La comandante dei vigili spara al figlio 17enne ucidendolo e poi si toglie la vita

SPORT

nuovi acquisti

Dezi: "Per me è importante avere la fiducia del Parma" Video

mondiali nuoto

Pazzesca Pellegrini, impresa in rimonta: è oro. "Vorrei fare la velocista" Foto

SOCIETA'

Spettacoli

Angelina Jolie rompe il silenzio su Brad Pitt Video

SONDAGGIO

Da bagolón a bagolone: come cambia il dialetto dei giovani

1commento

MOTORI

anniversario

Pajero One/Hundred, Mitsubishi festeggia il secolo di vita

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video