22°

Provincia-Emilia

Studenti intossicati in gita a Padova, la guardia medica non li visita: polemiche fra Reggio e il Veneto

12

Vittime di un’intossicazione alimentare o provocata dall’acqua di una piscina termale durante una gita scolastica con base a Montegrotto (Padova), 14 studenti del liceo "Zanelli" di Reggio Emilia sono finiti all’ospedale di Abano, mentre la guardia medica - sostengono le insegnanti - avrebbe risposto di poter intervenire solo per visitare pazienti veneti. «Mai detto "no" all’intervento perché i ragazzi non erano veneti», replica a stretto giro all’agenzia Ansa il direttore generale della Ulss 16 di Padova, Fortunato Rao: «La guardia medica non ha mai detto di non poter intervenire, ma ha suggerito di chiamare le ambulanze per il trasporto al vicino ospedale di Abano visto il numero di intossicati». Sulla base degli accertamenti svolti, aggiunge, sarebbe stato il medico dell’albergo in cui gli studenti erano alloggiati a dover intervenire: «Il medico della guardia sanitaria turistica dell’albergo - puntualizza - non quello della guardia medica».

Vittime dei malesseri sono stati 14 studenti su 21 di una quarta classe del liceo scientifico reggiano. I ragazzi erano arrivati in treno a Montegrotto martedì, con visite previste a Venezia, Padova e Verona; i pasti erano forniti dall’hotel. Giovedì sera parecchi ragazzi si sono sentiti male e le insegnanti che li accompagnavano hanno chiamato la guardia medica, sentendosi dare - affermano - questa risposta, motivata con il richiamo ad una legge regionale. Da qui la richiesta di intervento al 118; dopo alcune ore di visite e cure i giovani sono stati dimessi, e venerdì il gruppo è rientrato a Reggio in pullman. Qualcuno di loro ha scherzosamente commentato la vicenda su Facebook, con un album fotografico intitolato "Che gita... che finale!". «I carabinieri di Abano - ha riferito la vicepreside Lorella Chiesi - mi hanno detto che avrebbero fatto accertamenti sia a livello alimentare sia sulla piscina termale. Interverranno anche i Nas».

Diversa la ricostruzione dell’Ulss 16, sulla base di quanto ha riferito la dottoressa che nella notte tra giovedì e venerdì ha svolto il servizio di guardia medica. Dopo una prima chiamata, nella quale gli insegnanti segnalavano un numero limitato di malori, chiedendo al medico consigli su come affrontarli, in una seconda telefonata i docenti hanno riferito che il numero degli intossicati era aumentato. «A quel punto - riferisce Rao - il medico ha subito suggerito di chiamare le ambulanze. L’ospedale di Abano è abituato a lavorare molto di più con i turisti che con i residenti». Per l’assessore veneto alla Sanità, Luca Coletto, «non esiste al mondo che in una struttura sanitaria della regione possano essere rifiutate le cure a qualcuno che ne ha bisogno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • guardia medica

    29 Marzo @ 23.56

    Vi inserisco un articolo dell'Accordo integrativo regionale della Continuità Assistenziale per la Regione Emilia Romagna che dimostra che quanto dichiarato da parmigiano regggiano è vero. Sia per le parti economiche la visita domicialiare da accordo nazionale corrisponde a circa 25 euro/ognuna, che per la parte in cui i colleghi di CA lavorano tutte le notti e in questo scifo di paese ci rimettono pure la pelle, ricorderei vari morti, violentati rapinati etc. per essere vilipesi da persone che si arrogano il diritto di non conoscere le regole che il nostro federalismo sanitario ha generato. Io credo che si debbano vergognare tutti i cittadini che in un paese di diritto con internet che permette a tutti di documentarsi facilmente non conoscono i regolamenti amministrativi che regolano la loro assistenza di base e che invece di giudicare chi tali regolamenti ha determinato giudicano chi è costretto ad applicarli. Verrebbe a molti di noi se non credessimo nel lavoro che facciamo di dirvi coralmente andate in mona!!!!!! Utilizzazione del servizio di continuità assistenziale Il servizio di Continuità Assistenziale è istituzionalmente indirizzato a tutta la popolazione residente in ambito regionale, ivi compresi i domiciliati sanitari con scelta del medico, senza alcun onere a carico del cittadino. Le visite a favore dei cittadini provenienti da altre regioni sono compensate direttamente dall’assistito secondo la tariffa prevista dall’ACN per le visite occasionali.

    Rispondi

  • marco

    28 Marzo @ 12.53

    Conosco bene il veneto. Chi è nato a sud del Po è foresto, quindi terrone.... Farebbe bene viverci per un poco ai tanti xenofobi locali.

    Rispondi

  • Dr.Feelgood

    28 Marzo @ 12.24

    ACN 23,03,2005. Piano con la demagogia: è quotidiana attività delle guardie mediche salvare molte vite nel silenzio e nel buio della notte senza essere mai gratificati dal ringraziamento di alcuno.

    Rispondi

  • Paolo Reggiani

    28 Marzo @ 11.27

    Continuano le prove del federalismo in salsa leghista e lo dimostra che è sempre il superleghista Veneto a darne le dimostrazioni migliori, a fare eccezioni di merito “anagrafico” ed altro. Ora ci sono i primi distinguo del tipo: «sei dei nostri o straniero (di regione o comune)» poi seguirà il profluvio di tasse, sovrattasse, imposte, tariffe. Se ne sa ancora poco, ma basta leggere le mezze notizie che filtrano dai mezzi di comunicazione ed un’idea emerge tonda: è una solenne fregatura per tutti gli italiani. Ovviamente quelli che pagano già le tasse fino all’ultimo centesimo.

    Rispondi

  • Manu

    28 Marzo @ 11.16

    Niente di nuovo sotto il sole: molte guardie mediche andrebbero impiccate nella pubblica piazza: pensano di farsi pagare senza sbattersi e spesso danno pochi e grossolani consulti...telefonici. E non parlo così tanto per dire, l'ho vissuto sulla mia pelle ed ho assistito in tanti anni di volontariato a tante scene uguali da parte dei medici. Ovviamente non tutti i medici sono così si intende...e meno male.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Parma 360»:uno speciale sul festival

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi senza vita ritrovati dai figli in camera da letto

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

2commenti

tragedia

39enne muore in moto a Pescara, un rene "donato" a Parma

politica

Elezioni amministrative, si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25

4commenti

carcere

La denuncia di Antigone: "A Parma 603 detenuti per 350 posti"

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

elezioni 2017

Salvini domani a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

tribunale

Zebre Rugby, concordato in bianco: scongiurato il fallimento

Cambio alla presidenza, nominata la Falavigna, Pagliarini resta socio

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

11commenti

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

7commenti

evento

Piovani alla presentazione a Milano del Gola Gola festival Video

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

salute

Lorenzin: "E' allarme morbillo. Urgente applicare il Piano vaccini"

Mondo

Debbie devasta l'Australia Video

SOCIETA'

Bolivar

Colombia, in 5 ballano in sala operatoria: licenziati Video

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon