13°

20°

Provincia-Emilia

Studenti intossicati in gita a Padova, la guardia medica non li visita: polemiche fra Reggio e il Veneto

Ricevi gratis le news
12

Vittime di un’intossicazione alimentare o provocata dall’acqua di una piscina termale durante una gita scolastica con base a Montegrotto (Padova), 14 studenti del liceo "Zanelli" di Reggio Emilia sono finiti all’ospedale di Abano, mentre la guardia medica - sostengono le insegnanti - avrebbe risposto di poter intervenire solo per visitare pazienti veneti. «Mai detto "no" all’intervento perché i ragazzi non erano veneti», replica a stretto giro all’agenzia Ansa il direttore generale della Ulss 16 di Padova, Fortunato Rao: «La guardia medica non ha mai detto di non poter intervenire, ma ha suggerito di chiamare le ambulanze per il trasporto al vicino ospedale di Abano visto il numero di intossicati». Sulla base degli accertamenti svolti, aggiunge, sarebbe stato il medico dell’albergo in cui gli studenti erano alloggiati a dover intervenire: «Il medico della guardia sanitaria turistica dell’albergo - puntualizza - non quello della guardia medica».

Vittime dei malesseri sono stati 14 studenti su 21 di una quarta classe del liceo scientifico reggiano. I ragazzi erano arrivati in treno a Montegrotto martedì, con visite previste a Venezia, Padova e Verona; i pasti erano forniti dall’hotel. Giovedì sera parecchi ragazzi si sono sentiti male e le insegnanti che li accompagnavano hanno chiamato la guardia medica, sentendosi dare - affermano - questa risposta, motivata con il richiamo ad una legge regionale. Da qui la richiesta di intervento al 118; dopo alcune ore di visite e cure i giovani sono stati dimessi, e venerdì il gruppo è rientrato a Reggio in pullman. Qualcuno di loro ha scherzosamente commentato la vicenda su Facebook, con un album fotografico intitolato "Che gita... che finale!". «I carabinieri di Abano - ha riferito la vicepreside Lorella Chiesi - mi hanno detto che avrebbero fatto accertamenti sia a livello alimentare sia sulla piscina termale. Interverranno anche i Nas».

Diversa la ricostruzione dell’Ulss 16, sulla base di quanto ha riferito la dottoressa che nella notte tra giovedì e venerdì ha svolto il servizio di guardia medica. Dopo una prima chiamata, nella quale gli insegnanti segnalavano un numero limitato di malori, chiedendo al medico consigli su come affrontarli, in una seconda telefonata i docenti hanno riferito che il numero degli intossicati era aumentato. «A quel punto - riferisce Rao - il medico ha subito suggerito di chiamare le ambulanze. L’ospedale di Abano è abituato a lavorare molto di più con i turisti che con i residenti». Per l’assessore veneto alla Sanità, Luca Coletto, «non esiste al mondo che in una struttura sanitaria della regione possano essere rifiutate le cure a qualcuno che ne ha bisogno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • guardia medica

    29 Marzo @ 23.56

    Vi inserisco un articolo dell'Accordo integrativo regionale della Continuità Assistenziale per la Regione Emilia Romagna che dimostra che quanto dichiarato da parmigiano regggiano è vero. Sia per le parti economiche la visita domicialiare da accordo nazionale corrisponde a circa 25 euro/ognuna, che per la parte in cui i colleghi di CA lavorano tutte le notti e in questo scifo di paese ci rimettono pure la pelle, ricorderei vari morti, violentati rapinati etc. per essere vilipesi da persone che si arrogano il diritto di non conoscere le regole che il nostro federalismo sanitario ha generato. Io credo che si debbano vergognare tutti i cittadini che in un paese di diritto con internet che permette a tutti di documentarsi facilmente non conoscono i regolamenti amministrativi che regolano la loro assistenza di base e che invece di giudicare chi tali regolamenti ha determinato giudicano chi è costretto ad applicarli. Verrebbe a molti di noi se non credessimo nel lavoro che facciamo di dirvi coralmente andate in mona!!!!!! Utilizzazione del servizio di continuità assistenziale Il servizio di Continuità Assistenziale è istituzionalmente indirizzato a tutta la popolazione residente in ambito regionale, ivi compresi i domiciliati sanitari con scelta del medico, senza alcun onere a carico del cittadino. Le visite a favore dei cittadini provenienti da altre regioni sono compensate direttamente dall’assistito secondo la tariffa prevista dall’ACN per le visite occasionali.

    Rispondi

  • marco

    28 Marzo @ 12.53

    Conosco bene il veneto. Chi è nato a sud del Po è foresto, quindi terrone.... Farebbe bene viverci per un poco ai tanti xenofobi locali.

    Rispondi

  • Dr.Feelgood

    28 Marzo @ 12.24

    ACN 23,03,2005. Piano con la demagogia: è quotidiana attività delle guardie mediche salvare molte vite nel silenzio e nel buio della notte senza essere mai gratificati dal ringraziamento di alcuno.

    Rispondi

  • Paolo Reggiani

    28 Marzo @ 11.27

    Continuano le prove del federalismo in salsa leghista e lo dimostra che è sempre il superleghista Veneto a darne le dimostrazioni migliori, a fare eccezioni di merito “anagrafico” ed altro. Ora ci sono i primi distinguo del tipo: «sei dei nostri o straniero (di regione o comune)» poi seguirà il profluvio di tasse, sovrattasse, imposte, tariffe. Se ne sa ancora poco, ma basta leggere le mezze notizie che filtrano dai mezzi di comunicazione ed un’idea emerge tonda: è una solenne fregatura per tutti gli italiani. Ovviamente quelli che pagano già le tasse fino all’ultimo centesimo.

    Rispondi

  • Manu

    28 Marzo @ 11.16

    Niente di nuovo sotto il sole: molte guardie mediche andrebbero impiccate nella pubblica piazza: pensano di farsi pagare senza sbattersi e spesso danno pochi e grossolani consulti...telefonici. E non parlo così tanto per dire, l'ho vissuto sulla mia pelle ed ho assistito in tanti anni di volontariato a tante scene uguali da parte dei medici. Ovviamente non tutti i medici sono così si intende...e meno male.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spaghetti settembrini

LA RICETTA 

Gli "Spaghetti settembrini" della Peppa

Lealtrenotizie

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

29commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

annuncio

Parma si candida a capitale italiana della cultura 2020

6commenti

elettricità

Il guasto è nel campo coltivato: black-out nella zona di Gaione

incidente

86enne in bici urtato da uno scooter in via Baganza: è grave

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

1commento

Economia

Banca di Parma entra in Emil Banca

inchiesta

Milioni nascosti al fisco, Zamparini: "Nessuna attività illecita"

Ritratto

Wally Bonvicini, l'imprenditrice che voleva fare il sindaco

Paladina dei diritti dei cittadini nella lotta contro la banche ed Equitalia, ma anche candidata alla poltrona di primo cittadino

10commenti

viabilità

Grosso ramo caduto in strada: chiusa per un'ora via Gramsci

2commenti

Ponte chiuso

La sindaca di Colorno: «Un ponte di barche per le auto»

3commenti

serie b

Parma-Empoli: dalle 17.30 «isola analcolica» e stop alle lattine

Dalle 20.30 la cronaca in diretta sul sito

4commenti

Piazzale Maestri

Antiterrorismo «fai da te»: gli ambulanti si organizzano

3commenti

Lutto

Addio a Pierino, il barista del Parco Ducale

1commento

MALTEMPO

Strada Naviglio Alto in versione lago

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

ONU

Trump: "Se la Corea del Nord attacca la distruggiamo"

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano

SOCIETA'

Inghilterra

In due aggrediscono autista: ma lui è esperto di arti marziali Video

USA

Toys R' Us getta la spugna: chiesta la bancarotta

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

IL TEST

Nuova Polo: ecco come va la sesta generazione