13°

24°

Provincia-Emilia

Dieci sentieri per andare alla scoperta del Parco del Taro

Dieci sentieri per andare alla scoperta del Parco del Taro
Ricevi gratis le news
0

 Gian Carlo Zanacca 

Dieci sentieri per andare alla scoperta del Parco del Taro. Tanti sono i percorsi oggi disponibili lungo i 20 km di fiume tra il ponte di Fornovo e quello di Ponte Taro per osservare una realtà insolita ed affascinante.
 La varietà di flora e di fauna trova nel periodo primaverile il proprio momento magico. Anatre, aironi, ma anche scoiattoli, lepri e fagiani sono facilmente visibili lungo i tragitti oggi disponibili. Tanti gli insetti, tra cui le farfalle, o i pesci che popolano il corso d’acqua, per un’immersione in habitat affascinanti e suggestivi. Il primo è quello che parte dalla sede del Parco, Giarola. Basta percorrere la carraia che costeggia la vecchia corte di origini medioevali in direzione del fiume per imbattersi in grandi alberi secolari, cresciuti sulle mura di cinta del complesso, gli alberi di bagolaro con più di 250 anni. 
Si raggiunge la presa del canale Naviglio Taro da dove è possibile inoltrarsi nel bosco lungo il canale e apprezzare il profumo delle numerose viole. Da lì si raggiunge Oppiano da dove è possibile rientrare percorrendo a ritroso il sentiero o salire verso la pieve e attraversare la lunga pista che taglia i campi tra Gaiano e Giarola. Il secondo sentiero a Oppiano, antico complesso monastico di proprietà privata. Davanti alla chiesa si imbocca il sentiero, scendendo le scalette, a sinistra si costeggiare il canale Naviglio Taro fino a raggiungere il punto il cui le acque del Taro vengono convogliate nel canale stesso, attraverso boschi, radure, fino a lambire il greto del fiume. Il percorso è agevole. Qui vivono volpi, tassi, faine e caprioli. 
Il terzo è quello di Ozzano dove, una volta raggiunto il paese sulla statale, si gira a destra e si seguono le indicazioni. Percorso indicato in primavera: lungo il suo tracciato, tra campi e boschi, è possibile raggiungere il fiume dove spesso si possono osservare aironi cenerini e garzette e l’usignolo.
 Il quarto è quello di Medesano. Partendo dal centro del paese si seguono i cartelli di indicazione del Parco. Si supera il cavalcavia sulla Parma mare e si raggiunge la riva sinistra del Taro. Il percorso costeggia il fiume permettendo di osservare il falasco, rara pianta palustre simile al giunco, oltre a folaghe e anatre. Si incontrano tre laghi artificiali ex cave.
 Il quinto sentiero è quello di Felegara, raggiungibile dal semaforo della frazione, da Fornvo sulla destra. Esso è contrassegnato dalla presenza di salici, pioppi e robinie. Ha due varianti: il percorso botanico vicino all’area di sosta attrezzata e quello lungo il fiume per il ponte della ferrovia. 
Il sesto è quello di Noceto. Una volta imboccata via Ghiaie Inferiore in località Pito, si accede al sentiero. Attraverso i campi si raggiunge il fiume dove si possono osservare gli aironi bianchi maggiori e la sera sentire il richiamo dell’occhione. Il settima è quello delle Chiesuole sulla riva destra del Taro, accessibile da Collecchio lungo via Varra Inferiore. Un grande lago ex cava di ghiaia ospita ora volatili rari, rane e pesci. Da una torretta è possibile effettuare il «birdwatching» e osservare le sterne che nidificano sulle zattere. Area aperta sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Da Fornovo si snoda l’ottavo sentiero a fianco del ponte sul Taro. Lungo il greto è possibile osservare il germano reale, gabbiani e aironi cenerini. Al calar della sera, anche i pipistrelli. 
Particolarmente suggestivo a primavera inoltrata il nono, detto delle farfalle, con un campo catalogo dedicato agli insetti variopinti. Si raggiunge da Oppiano.
 Il decimo è quello di Ponte Taro che parte dal ponte di Maria Luigia, qui le sponde si presentano erose ed ospitano colonie di topini, ovvero specie di rondini dal colore marrone, ed il gruccione dai colori variopinti. Recentemente è stato aperto un ulteriore percorso che dalla chiesa di Madregolo raggiunge la località Maraffa, costeggiando il fiume e attraversando boschi lungo il greto, per circa 6 km. Per informazioni gli uffici del Parco rispondono allo 0521-802688.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

1commento

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

1commento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Cade in bici, è grave

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

1commento

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

27commenti

fauna selvatica

Trasporto di animali feriti, affidato l'incarico

Il responsabile del servizio è il dr.Giovanni Maria Pisani

2commenti

tg parma

Blitz col coltello in farmacia, è caccia ai rapinatori Video

1commento

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

2commenti

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, allagate due cittadine

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery