Provincia-Emilia

Neviano, due giovani per una poltrona da sindaco

Neviano, due giovani per una poltrona da sindaco
0

Elio Grossi
E' Alessandro Garbasi, 28 anni, il candidato sindaco della «Lista civica per Neviano». Lista che ha vinto le elezioni comunali per due tornate consecutive appoggiando come  candidato sindaco Giordano Bricoli,  primo cittadino  uscente  che si ripresenta come consigliere.   Alessandro Garbasi è un volto nuovo per quanto riguarda la vita amministrativa, ma noto nel mondo dell’arte, della cultura in generale, dello sport e del volontariato.
  «Ho accettato con gioia l’incarico che mi è stato prospettato dall’Amministrazione uscente - ha detto il neo candidato – anche se, non mi vergogno a dirlo, con un certo timore. Nel mio piccolo ho sempre cercato di dare un contributo per il territorio, ma certamente non l’ho mai fatto da primo attore. Nella vita svolgo un’attività in proprio, amministrativa certamente, ma non nel senso che mi si prospetta. Questo un po’ mi intimoriva. Ho riscontrato, però, una fortissima fiducia da parte di quei professionisti del mestiere che oggi sono (lo dico con orgoglio) la mia squadra. Se la nostra, che è una lista civica indipendente dai partiti, sarà eletta per la terza volta, so già di poter contare su un gruppo compatto e competente, sulla fattiva collaborazione di ben otto consiglieri uscenti e quattro nuove leve. In più, una grande forza mi deriva dalla presenza in lista dell'attuale sindaco Giordano Bricoli».
  Garbasi abita a Sella di Lodrignano. Terminato il liceo scientifico Ulivi, ha conseguito la laurea triennale in Conservazione dei beni culturali all'Università di Parma. Poi la laurea specialistica in Storia dell'Arte Medievale. Attualmente è iscritto all'Albo dei promotori finanziari.
 «Nel nevianese molto è stato fatto in questi ultimi dieci anni e la gente lo tocca con mano  - afferma- Lavoreremo per proseguire su questa strada e per svilupparla sempre di più. Il territorio lo merita tantissimo: io, la squadra e i cittadini lo pretendiamo». E per quanto riguarda la sicurezza? «E' un tema importantissimo, Neviano non è un paese particolarmente a rischio, ma attiveremo lo stesso ogni meccanismo, di concerto con le forze dell'ordine, per renderlo ancora di più oasi di tranquillità. La sicurezza non è mai abbastanza, e tocca ognuno di noi».
Un argomento che gli sta particolarmente a cuore  è il turismo. «Oggi - sottolinea – sul nostro territorio abbiamo un numero molto alto di beni di interesse storico e culturale, naturalistico ed enogastronomico; abbiamo risorse umane come è difficile trovare in altre comunità, abbiamo gli impianti sportivi e tante altre potenzialità. Ho sempre pensato come non sia normale, per un comune come il nostro, avere 4 musei, 3 pievi stupende e una natura rigogliosa e appagante. E non da ultimo abbiamo il cielo: in città nessuno sa più come sono fatte le stelle, e credo che anche questa possa essere una risorsa da valorizzare. I musei, tra l’altro, sono strutturati con un criterio molto interessante, poiché uno è storico (Sasso), uno antropologico (Bazzano), uno etnografico (Cedogno) e uno artistico (Sella): è un patrimonio enorme, di cui devono beneficiare le nostre scuole, i cittadini, ma anche i visitatori e, di conseguenza, tutto il territorio e le sue attività. Sono risorse enormi che già abbiamo: dobbiamo solo invitare le persone a goderne per il benessere di tutti».
Garbasi ha infine ribadito che la  lista è indipendente dai partiti. Nessun apparentamento ufficiale con il Pd, dunque, come si era ipotizzato alcuni giorni fa dopo che il segretario locale Sergio Crippa aveva annunciato la disponibilità del partito -  fino ad oggi sui banchi dell'opposizione - ad appoggiare la compagine di governo uscente.

 

Chiara Cacciani
Voglia di costruire qualcosa di nuovo e più attenzione ai giovani: è con questi due «credo» che Massimiliano Cavatorta scende ufficialmente nell'agone delle comunali 2011.
Trentacinque anni, nativo di Urzano, iscritto alla Lega Nord dal gennaio 2008, consigliere provinciale del Carroccio, di professione impiegato tecnico, Cavatorta sarà alla testa della lista «Centrodestra per Neviano». Due i simboli che campeggeranno sulla scheda elettorale: quello del partito di Bossi e quello della formazione civica «Un futuro per Neviano-una politica per i giovani». «L'idea è quella di slegarci dai vecchi politicanti e di dare spazio a facce nuove. Lo faremo con una squadra formata, da una parte dal gruppo della Lega, con persone residenti  anche in comuni vicini, che non hanno interessi personali sul territorio e portano in dote le loro professionalità, e dall'altra da un gruppo di nevianesi indipendenti che ha voglia di rinnovamento. Ci sono molti giovani, e soprattutto ci sono molte donne: sette su dieci. Da noi - scherza - dovremo istituire le quote azzurre».
 In una realtà in cui il civismo sembra essere molto di moda, Cavatorta non ha paura a mettere targhe di partito: «La politica vera e propria deve ritornare a Neviano - spiega - In un comune piccolo come il nostro, mettere a disposizione la struttura di un partito come la Lega può  far arrivare più lontano rispetto alla pur buona volontà che ci può mettere una formazione civica. Un esempio? Il Carroccio ha il  Gruppo europeo di progettazione che può affiancare nel momento della richiesta di contributi dell'Unione europea».
  I primi obbiettivi per il territorio? «Innanzitutto vogliamo cercare di coinvolgere i cittadini con progetti innovativi, provando a superare i campanilismi tra frazioni: più c'è dialogo, più si va lontano. E poi vogliamo costruire progetti per lo sviluppo e per i giovani che possano ricevere  finanziamenti europei, come è accaduto in altri comuni». Gli under 30 sono il «pallino» del candidato sindaco. «Certo, abbiamo progetti anche per gli anziani: vorremmo coinvolgere le Pro loco in iniziative di utilità sociale a loro favore. E proporre ai pensionati di mettere a disposizione le loro competenze o di diventare punti di riferimento nelle frazioni grazie ad una formazione sul primo soccorso. Ma è innegabile che per i più giovani  si sia fatto molto poco».
Le idee di «Centrodestra per Neviano» riguardano ad esempio i trasporti scolastici: «Ci sono molte frazioni sparse e oggi chi frequenta le medie o le superiori è costretto a levatacce ad orari improponibili per raggiungere la scuola, e questo diventa un grave handicap. In più, bisogna pensare anche alle occasioni di lavoro se vogliamo mantenere le famiglie a Neviano».
 Nel programma figurano anche la manutenzione ordinaria sul territorio come prima prevenzione dei dissesti, un nuovo piano di illuminazione pubblica e la valorizzazione    turistica del Nevianese.
«In più è molto criticabile il fatto che ad oggi non si sia risolto il problema dell'accessibilità del municipio: chi è su una carrozzina o chi spinge un passeggino non riesce a raggiungere gli uffici».
Da ultimo, non manca una stilettata al Pd, che potrebbe appoggiare l'avversario Garbasi: «Sarebbe la dimostrazione di quanto sono stati nulli all'opposizione in questi anni e dello scarso rispetto per i cittadini. Indipendentemente dal risultato elettorale, noi vogliamo dar voce a chi fino ad oggi non è stato ascoltato». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Parma 1913: D'Aversa per la panchina, Sensibile-Faggioni ballottaggio ds

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Aemilia

I pm fanno appello contro il proscioglimento di Bernini

Il reato dell'ex assessore parmigiano era stato giudicato prescritto. Appello anche per il consigliere comunale di Reggio Emilia Pagliani.

prato

Sparita l'ultima lettera di Verdi: è giallo

1commento

Tg Parma

Verso il voto: primarie per Dall'Olio, nessuna alleanza per Alfieri

gazzareporter

Rifiuti e cartoni in Galleria Santa Croce Gallery

1commento

polizia

Lite al parco Falcone e Borsellino: recuperate tre bici rubate

5commenti

EMILIA ROMAGNA

Nuovi orari ferroviari sulle linee regionali dall’11 dicembre

tribunale

Botte e insulti alla moglie: due anni ad un 47enne romeno

Mezzani

300 grammi di cocaina scoperti dai carabinieri

Arrestato 32enne albanese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery