19°

34°

Provincia-Emilia

Gli ungulati assediano i campi: in un anno 507 mila euro di danni in regione

Gli ungulati assediano i campi: in un anno 507 mila euro di danni in regione
Ricevi gratis le news
13

 

Campi e boschi affollati e assediati da cinghiali, caprioli, daini e cervi. La popolazione di ungulati in Emilia-Romagna vive una crescita forte e costante che, nel 2010, ha provocato danni alle produzioni agricole per 507.092 euro, quasi il doppio rispetto al 2005. Per contenere l’impatto sulle coltivazioni e anche per ridurre gli incidenti stradali indotti dall’attraversamento delle strade da parte di questi grossi animali, la Regione ha messo a punto un’intesa triennale con l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) per fissare una nuova strategia di gestione della fauna. In particolare si prevede, nelle zone dove verrà censita un’eccessiva densità di una specie, di autorizzare percentuali di abbattimento superiori a quelle indicate, ora al 20-25%.

L’Ispra farà da supervisore e definirà i criteri con cui le varie Province devono realizzare i censimenti e dare il proprio parere sui relativi piani di caccia. «Qua non si tratta – ha chiarito l’assessore regionale all’ Attività faunistica-venatoria Tiberio Rabboni – di far la guerra ai 'bambì. Ma di tornare ad una presenza sostenibile di questi animali. In molte zone della regione non è più così, e il mondo agricolo denuncia danni molto pesanti». Nonostante rispetto al 2009 gli importi accertati siano leggermente calati (da 715.019 euro a 507.092), le cifre rimangono importanti. Il mattatore dei campi è di gran lunga il cinghiale che, dal 2004 ad oggi, ha causato danni per 1,9 milioni. Seguono i caprioli (717.097 euro), i cervi (432.938), i daini (38.236) e i mufloni (6.950 euro). Difficile calcolare con precisione quanti siano gli ungulati in regione. I caprioli, la specie per cui il censimento è più accurato, sono passati da 15.792 capi nel 2000 a 109.250 nel 2010. È Reggio Emilia la provincia più affollata (24.261 capi), seguita da Modena (21.316), Bologna (21.101) e Parma (17.154). Nell’accordo Regione-Ispra, poi, viene adottato il criterio di riferimento di «soglia di danno economico tollerabile» per i cinghiali, al quale rapportare il prelievo venatorio e ci si propone di contrastare in modo più efficace la presenza di ungulati nelle zone di pianura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Tiberio rabboni

    22 Aprile @ 12.43

    Non capisco il tono polemico di alcuni commenti. Non c'e nessuna guerra Santa contro gli ungulati. Semplicemente si tratta di garantire la normalita', vale a dire la possibilita' agli agricoltori di certe zone della montagna e della collina di condurre le proprie aziende senza la spada di Damocle dei danneggiamenti gravi, cioe' non fisiologici, provocati da questi animali. E' sbagliato? Consiglio di fare un giro sulle nostre montagne. Naturalmente se a Parma il problema non esiste nessuno fara' nulla di piu' di quello che gia' si fa.

    Rispondi

  • Ago&Filo

    22 Aprile @ 08.08

    concordo al 100% con Anna.

    Rispondi

  • anna

    22 Aprile @ 07.45

    Qualche grosso papavero ha voglia di andare a caccia e siccome stanno litigando fra di loro e nessuno lo inivita più a sparare nella propria riserva personale ecco che insieme ai VERI sportivi che sono i cacciatori si è inventato l'assedio,eh signori miei siamo sotto elezioni ed anche la manciata di voti dei salvatori della patria-vedi sempre la voce cacciatori-fa comodo.Cosa vi hanno promesso?Non lo sapremo mai!Facciamo comunque molta attenzione,siamo assediati!Volete mettere il pericolo di un daino con l'inquinamento magari nucleare?Cercate una scusa più intelligente,anche se dubito che riusciate a trovarla e soprattutto piantatela di farci passare da cretini,se ci sono,non siamo certo noi.Comunque grazie di volerci liberare dai pericolossissimi cervi che avendo la pessima abitudine di accppiarsi una volta all'anno popolano di corna strade,piazze,parchi e giardini

    Rispondi

    • tiziana

      22 Aprile @ 09.29

      cittadini proprietari di quattro mura in cemento più un piccolo ( ma piccolo) appezzamento di terreno condominiale dove piantare fiori portano il vicino in tribunale perchè il cane ha fatto i bisogni il criceto ha fatto i buchi quello del piano di sopra fa rumore eccc... e allora perchè un 'agricoltore non dovrebbe difendere i propri raccolti????? anzi il proprio lavoro duro dei campi????

      Rispondi

  • japsos

    22 Aprile @ 00.42

    e i danni del cemento a parma ne creano di piu si contiunua a costruire ma la gente che compra le case dove è???mah.. centri commerciali su centri commerciali è uno schifo...

    Rispondi

  • nerodiparma

    21 Aprile @ 23.02

    AIUTOOOO!!! MI VOGLIONO UNGULAREEEEEE..........

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

NEW YORK

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco non ci sta e scrive al ministro dell'Interno

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Fred Nyantakyi resterà a vivere in città: "Parma non lo lasci solo" Video

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

cantiere

Via Mazzini, parte la riqualificazione dei portici Foto

panocchia

Auto fuori strada: liberato il conducente incastrato tra le lamiere

2commenti

via fleming

Urta un veicolo in sosta e finisce con l'auto a ruote all'aria Foto

Alimentare

Sciopero e presidio alla Froneri (ex Nestlé)

1commento

CONFCONSUMATORI

Energia e gas: boom di reclami contro le maxi bollette

Dagli errori di fatturazione alle attivazioni mai richieste: scoppia la protesta

2commenti

Tribunale

Stalker violento condannato a tre anni

carabinieri

Rapina in banca con sequestro a Busseto: arrestati in tre

Inchiesta

Le casalinghe a Parma, pareri a confronto

6commenti

natura

Mamme d'Appennino: la volpe allatta i suoi cuccioli Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

10commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel