17°

Provincia-Emilia

Sala Baganza - La Azzolini: "Stop agli odiosi vincoli, i Boschi devono tornare a splendere"

Sala Baganza - La Azzolini: "Stop agli odiosi vincoli, i Boschi devono tornare a splendere"
0

Tiziana Azzolini tenterà di conquistare la fascia tricolore alle prossime elezioni comunali, a Sala Baganza.
Perché voi della lista Sala Attiva siete così critici nei confronti di Cristina Merusi non solo quale sindaco di Sala Baganza, ma anche per la sua gestione del Parco dei Boschi di Carrega di cui è presidente?
 La nostra posizione è sempre stata supportata dalla conclamata inefficienza di questa amministrazione. La condizione politico-amministrativa di Sala è condizionata da personaggi che appartengono alla locale “casta” formata da gruppi di potere che nelle pieghe del bilancio comunale hanno finora vissuto comodamente. Nella gestione del parco costoro si sono segnalati per avere usato ogni possibilità per dare soldi ai propri protetti, vessando tutti gli altri che nel Parco e nel Preparco vivono e lavorano. Eppure i danni subiti e mai rimborsati, come il degrado imperante nei Boschi, sono stati documentati con foto, video, relazioni e incontri pubblici estremamente partecipati. Non siamo mai stati smentiti. La presidente dei Boschi, Cristina Merusi, che è anche sindaco in scadenza di Sala, ha tradito le aspettative dei propri concittadini consegnando il Parco al degrado e all’abbandono. I salesi, da una di Sala, non se l’aspettavano. Sono stati cinque anni, quelli della presidenza Merusi, in cui si sono perse occasioni importanti per il rilancio turistico di Sala. Sono state sprecate somme ingenti di denaro per spese clientelari e d’apparato. Nulla è stato fatto per l’interesse del territorio della cittadina di Sala. Il giudizio negativo che noi diamo è condiviso da tutti: perfino la Provincia e gli altri soci del parco hanno preso le distanze da questa gestione tagliando i finanziamenti e le quote di partecipazione.
Come propone di cambiare la gestione del Parco se sarà eletta sindaco? 
Per prima cosa toglieremo gli odiosi vincoli che le Amministrazioni hanno finora imposto sul nostro territorio. Elimineremo la definizione di Preparco e ridaremo a quel territorio la possibilità di vivere. Nel Preparco finora i legittimi diritti dei proprietari e dei cittadini di Sala Baganza sono stati metodicamente ignorati. Alcuni, invece, con il consenso delle amministrazioni hanno avuto quello che ad altri si negava, senza regole. Nel rispetto delle leggi vigenti ma rispondendo in primo luogo alle giuste attese dei salesi l’area del Parco sarà riportata al suo meritato splendore.  
Come vedete il futuro utilizzo dei Boschi di Carrega?
Dovranno essere puliti i boschi perché gli animali possano viverci, mentre adesso invadono e rovinano campi coltivati e prati. Il parco deve essere realmente accessibile al pubblico comprese le famiglie con bambini e agli anziani con strutture adeguate perché possano ritrovare lo spirito dello stare insieme, togliendo le infestazioni di zecche, mosche cavalline, ecc. Non possiamo limitarci però alle scolaresche della scuola dell’obbligo o agli abitanti di Sala e dintorni. Per questo serve una proposta turistica di alto livello che attiri gli investimenti degli operatori turistici anche internazionali e che consenta di dare ospitalità nel cuore della Rocca, nel Parco e nel Preparco a chi ha voglia di venirci a trovare. Oggi tutto questo manca. 
Con quali risorse farete tutto questo visto che sono tempi duri per i bilanci comunali?
Il Parco dei Boschi di Carrega, con il Casino e le bellezze naturali che ancora emergono dalle sterpaglie è un tutt’uno con la Rocca, il Ponte della Nave, la Pieve di Talignano, il centro storico di San Vitale e il Golf di Sala. Questi sono patrimoni, in parte pubblici e in parte privati che vanno valorizzati insieme, dando una prospettiva di sviluppo e di espansione ad ognuno. Gli imprenditori del turismo possono investire a Sala se la qualità del territorio si mantiene ad alti livelli e non si fanno altre cadute di stile come quelle degli scempi finora compiuti (Ecomostro di via Berlinguer, le strutture cementizie di via Campi, la costruenda nuova Casa del Popolo, l’antenna del Remitaggio, ecc.). Serve poi la capacità del Comune di concorrere assieme ai privati a valorizzare il patrimonio storico-artistico e naturalistico esistente visto che rappresenta un unicum irripetibile. La natura e le opere d’arte, se valorizzati da adeguati progetti di sviluppo, possono produrre ricchezza e procurare gli investimenti necessari. Finora sono stati invece mantenuti in uno stato di degrado e di abbandono da parte delle varie amministrazioni. E i soldi pubblici spesi finora sono finiti nelle mani di pochi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La notte degli oscar

culture

No alle scollature: la notte degli oscar censurata in Iran Video

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò

Fotografia

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò Foto

Le spose di Giulia & Jean Louis David

pgn

Le spose di Giulia & Jean Louis David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa

VELLUTO ROSSO

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

ladre operazioni carabinieri

Via Mascagni

Arrestata un mese fa svaligia ancora le case con uno shampoo

Con una complice utilizzavano la confezione in plastica per aprire le porte blindate: le due donne sono state fermate

1commento

Tribunale

Violenza sessuale sulla moglie e maltrattamenti, anche davanti ai bimbi: condannato

Quattro anni e due mesi per un romeno 39enne

anteprima gazzetta

Sifilide e tbc: il ritorno delle malattie scomparse Video

bilancio partecipativo

Ecco gli 11 progetti dai consigli dei cittadini volontari che il Comune finanzierà

1commento

Carabinieri

Folle inseguimento nelle vie di Guastalla: recuperata Bmw rubata a Montechiarugolo

Era una "banda delle ville"?

1commento

Montechiarugolo

Il custode era in realtà il ladro: denunciato moldavo

1commento

Guardia di Finanza

Bancarotta: 165 immobili sequestrati, Parma coinvolta nell'indagine

Sono riconducibili a 25 persone collegate a Mario Di Raffaele, costruttore ed ex presidente del Pomezia Calcio

2commenti

via mazzini

Aggressione al banchetto della Lega: un patteggiamento

Degli altri due aggressori: un'assoluzione e un rinvio a giudizio

Parma

Straniera picchiata in strada, rifiuta l'aiuto di un'anziana e scappa

4commenti

parma

Bassi crociato fino a giugno: primo allenamento

Domani la presentazione del nuovo portiere a Collecchio

CHICHIBIO

Antica Trattoria Il Duomo: la buona tavola di casa

foto dei lettori

Vasche pericolose nella ex-Star di Corcagnano

segnalazione

Sporcizia nei campetti di via Giulio Cesare

Parma

Il Forlì mette a disposizione dei tifosi un pullman gratuito

Lunedì il match al Tardini (ore 20.45)

Parma

Vento in città: chiusi per alcune ore Parco Ducale e Cittadella

2commenti

PARMA

Completata la pista ciclopedonale fra Gaione e il Campus Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quanto affetto per il grande Giorgio Torelli

IL CINEFILO

L'Oscar sbagliato, "la più grande farsa della storia del premio" Video

di Filiberto Molossi

3commenti

ITALIA/MONDO

san casciano

Mostro di Firenze: è morto Pucci, ultimo compagno di merende

il caso

Biotestamento, la legge approderà alla Camera il 13 marzo

1commento

SOCIETA'

skatepark

Biker trial fa cadere il figlio in skateboard, la furia del padre

"esperimento"

Scambio di smartphone tra fidanzati: risate e imbarazzo

SPORT

Parma Calcio

Sebastian Frey al Museo del Parma: "E' favoloso" Video

CALCIO

Il Parma riprende l'allenamento. D'Aversa alle prese con gli infortuni Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella del primo Suv del Biscione

PACK

Performance Line: la gamma DS sempre più esclusiva