-2°

Provincia-Emilia

Albina e Henry: un amore nato ai bordi di un ring

Albina e Henry: un amore nato ai bordi di un ring
0

Chiara Pozzati
 Una storia di pugni e d’amore, quella scolpita nella memoria dei «veterani» di Pellegrino. Una storia in cui sir Henry Cooper, il campione del ring reso immortale dal gancio che stese Cassius Clay, è il principe dalla parlata «strana» ma dall’animo gentile, e la piccola, nostrana, Albina Genepri, la lady che gli rubò il cuore.
La notizia della morte del peso massimo che conquistò la Gran Bretagna ha commosso un intero paese. Il matrimonio con Albina, che si è spenta tre anni fa, è stato l’unico «ko» ardentemente desiderato dal campione, ma non solo: perché la felice unione ha regalato quella favola che ancora si racconta nelle case sbrecciate di Pellegrino, tra corposi bicchieri di lambrusco e occhi sognanti.
Henry Cooper ha conquistato il titolo di campione d’Europa, della Gran Bretagna e del Commonwealth in 17 anni di carriera e la fiducia di Pellegrino, estate dopo estate.
Tutto è iniziato con l’esodo dei quattro fratelli Genepri che si sono trasferiti a Londra ancora adolescenti. «Ma Albina è stata la prima a lasciare la famiglia per tentare la fortuna altrove e la più forte». A parlare è Teresa, la seconda nata. La 72enne, charme da vendere, ha un accento squisitamente inglese che pare impreziosire l’italiano zoppicante, frutto degli anni di lontananza. Albina, nata nel 1937, ha lasciato il focolare a 11 anni per trasferirsi a Londra, dalle zie paterne. Qui ha terminato gli studi e, a 14 anni compiuti, ha iniziato a lavorare al «Pita Mario», noto ristorante italiano dove ha conosciuto Henry. «Andava da lei ogni giorno dopo gli allenamenti - racconta Teresa, con un pizzico di malinconia - adorava i cappelletti e la sua grazia». Già, quella raffinatezza dettata da semplicità, modi garbati, sguardo seducente, e dalla dolcezza di chi maltollerava la violenza, anche sul ring. «Eppure ha sempre curato le sue ferite - aggiunge Giovanni, il più piccolo dei fratelli Genepri -, nonostante l’angoscia durante gli incontri e quel groppo alla gola che le impediva di presentarsi tra i tifosi». Nel 1963, a Wembley, c'era anche lei però. C'era, quando Cooper atterrò Cassius Clay con un gancio micidiale, mandando il pubblico in visibilio e passando alla storia. C'era quando Clay si rialzò (complice la campanella e i sali vietati di Angelo Dundee) e massacrò di botte la faccia di Henry. E uno scatto impietoso la ritrae mentre si copriva gli occhi di fronte alle martellate del pugile americano. Cooper perse il match, ma da eroe. «Tornavano a Pellegrino quasi tutte le estati - proseguono i fratelli -, perché Henry era uno di famiglia e adorava i nostri genitori». Trascorrevano i pomeriggi immersi nella pace di «Villa Boccacci», lontano dalle muraglie vocianti dei paparazzi, con i loro figli Henry Marco e John Pietro. «Henry adorava l’Italia - assicurano, con orgoglio, i cognati - ed era una persona estremamente semplice». L’ultima volta che è stato nella vallata risale a ottobre scorso. «Ci ha portato una foto meravigliosa di Albina che abbiamo voluto incastonare nella tomba di famiglia». Là, ai Volpi, sulla lapide dei coniugi Genepri spicca anche il sorriso incrollabile della lady di Pellegrino. I funerali di Henry verranno celebrati mercoledì 18 maggio e la salma del pugile riposerà accanto alla moglie, sepolta nel camposanto di una piccola cittadina dell’Essex, dove i due hanno vissuto felici fino all’ultimo gong.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Giochi

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

9commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

5commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

11commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti