22°

Provincia-Emilia

Intesa fra Stato e Regione: mille posti in più in 5 penitenziari. Anche a Parma

Intesa fra Stato e Regione: mille posti in più in 5 penitenziari. Anche a Parma
Ricevi gratis le news
8

Cinque nuovi padiglioni detentivi a Parma, Bologna, Ferrara, Reggio Emilia e Piacenza, per complessivi mille nuovi posti. Sono questi gli interventi per risolvere l’emergenza dovuta al sovraffollamento dei penitenziari previsti dall’intesa siglata oggi da Franco Ionta, Commissario delegato per il Piano carceri, e da Vasco Errani, presidente della Regione.
Per Parma dovrebbero essere creati 200 posti in più per i detenuti.

I nuovi padiglioni, il cui costo previsto è di circa 11 milioni di euro ciascuno, saranno edificati in «tempi rapidi», sottolinea un comunicato dell’ufficio di Ionta, secondo le disposizioni urgenti per la realizzazione di istituti penitenziari stabilite per il Piano carceri.

In Emilia Romagna sono presenti 4.146 detenuti (dati aggiornati al 30 aprile). «L'Intesa raggiunta - ha commentato il Commissario delegato Franco Ionta - è determinante per stabilizzare al più presto il sistema penitenziario. Le carceri emiliane, ed in particolare quelle di Bologna, Ferrara e Piacenza, sono tra le più sovraffollate e l’emergenza necessità di una risposta urgente: grazie al Piano carceri e ai poteri di intervento del Commissario delegato, che hanno permesso di sbloccare tra l’altro la complessa situazione di Piacenza, realizzeremo 1000 nuovi posti detentivi per garantire la dignità della detenzione dei reclusi e migliorare le condizioni di lavoro degli agenti».

A Piacenza i lavori sono già cominciati a marzo. Ogni struttura, che amplierà gli istituti penitenziari esistenti e sarà dotata di quattro cortili di passeggio, avrà una capienza di 200 detenuti.

Il Commissario delegato, inoltre, si impegna a favorire la collaborazione tra l’Amministrazione penitenziaria e la Regione Emilia-Romagna per l’elaborazione di uno studio di fattibilità per la realizzazione di una struttura sanitaria che sostituisca l'attuale Opg di Reggio Emilia, che ospita 321 persone (dati del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria aggiornati al 30 aprile). La struttura, che potrebbe essere localizzata in un’area esterna alla Casa circondariale di Reggio Emilia, dovrà accogliere i malati di mente attualmente internati in un padiglione dell’istituto penitenziario.

«Siamo soddisfatti del rapporto di collaborazione instaurato con la Regione Emilia-Romagna - conclude Ionta -. Il Piano procede nei tempi stabiliti. A Piacenza il cantiere è stato consegnato alla ditta appaltatrice lo scorso 28 febbraio. Entro poche settimane sarà pronto il bando di gara concorrenziale per la realizzazione dei padiglioni di Bologna, Ferrara, Parma e Reggio Emilia e a partire dall’aggiudicazione occorreranno 18-24 mesi per la costruzione delle opere».

«Questa intesa, frutto di un lavoro intenso - ha dichiarato a sua volta Errani - rappresenta una prima risposta a fronte di una esigenza molto seria legata al sovraffollamento delle carceri anche sul territorio di questa regione. In questo campo, a cominciare dall’urgenza rappresentata dall’Opg, occorre fare sempre di più per garantire diritti, pieno rispetto, qualità di vita e di lavoro negli istituti carcerari del nostro paese».

In tutto il Piano carceri prevede la realizzazione di 11 nuovi istituti penitenziari e di 20 padiglioni che garantiranno 9.150 nuovi posti detentivi, per un costo complessivo stimato di 675 milioni di euro.

IL SINDACATO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA: "AUMENTINO ANCHE GLI AGENTI".  «L'accordo siglato tra il Presidente della regione Emilia-Romagna Vasco Errani e il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria Franco Ionta per la costruzione di cinque padiglioni detentivi accanto alle strutture penitenziarie già esistenti di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara e Bologna può essere utile per deflazionare le carceri dell’Emilia Romagna, a patto che all’ampliamento dei posti detentivi corrisponda un adeguato incremento dell’organico della polizia penitenziaria, considerato che allo stato attuale mancano 6500 agenti in Italia e 650 in Emilia-Romagna». È il commento di Giovanni Battista Durante, Segretario generale aggiunto Sappe, Sindacato autonomo polizia penitenziaria.  «In regione - ha ricordato - ci sono 5 sezioni detentive chiuse a Parma, un padiglione a Forlì e una sezione a Rimini, proprio per mancanza di personale. Pertanto, se non ci sarà l'incremento previsto i nuovi padiglioni sono destinati a restare chiusi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enrico

    18 Maggio @ 17.20

    Spendiamo una piccola parte di quei soldi per rispedire ai loro paesi di origine i detenuti. Vedrete che dopo le carceri e il personale saranno sufficenti.

    Rispondi

  • Ettore Musini

    18 Maggio @ 17.16

    Non sarebbe meglio costruire degli ospedali ? Poi fare corsi per infermieri, che sembra ce ne sia tanto bisogno. I carcerati li potremmo mandare ai loro paesi di origine, penso che per i detenuti "comunitari" le celle siano sufficienti.

    Rispondi

  • Gio

    18 Maggio @ 16.03

    Non va più bene quella legge che i boss devono essere rinchiusi altrove e non a casa loro. Infatti le loro "famiglie" all'esterno "sporcano" le citta dove sono rinchiusi. Per boss imtendo i capi, solitamente boss perchè non hanno voglia di lavorare, della camorra, n'drangheta, sacra corona, mafia. Più si insediano nelle città più le rovinano. Bologna , Milano, Torino, ecc. e adesso purtroppo anche Parma. Troppe "costruzioni" ovunquee ecc.ecc.

    Rispondi

  • franco

    18 Maggio @ 15.36

    ALTRO CEMENTO...... GIA^ GRAVE , MA POI NEI 5 PENITENZIARI ( tra cui PARMA ) , I MILLE POSTI IN PIU^ ( SARANNO USATI ) , oppure I fruitori si fermano solo per il tempo di un cappuccino e una pasta ! ? VA BENE CHE si festeggiano i 150 anni dell ^ ITALIA , E la spedizione dei MILLE , ma almeno avessero scelto un ALTRO NUMERO , SAREBBE STATO piu^ RISPETTOSO !!!!!! FALCO .

    Rispondi

  • CIRO

    18 Maggio @ 15.11

    Ma quest'intesa raggiunta prevede un significativo aumento del personale di Polizia Penitenziaria,e di tutte quelle figure professionali(dicasi educatori) che attualmente deficitano?Non mi sembra di averlo letto.Ed allora come potranno essere garantiti i diritti dei detenuti,la loro dignità nonchè le condizioni di lavoro di quanti, attualmente ,quotidianamente subiscono la cronica e spaventosa carenza di personale?Probabilmente aumentando e di molto il carico di lavoro e le responsabilità di quanti ogni giorno sono presenti a lavoro.VIVA LA REPUBBLICA ITALIANA.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro