13°

23°

Provincia-Emilia

E' polemica sulla Comunità montana

E' polemica sulla Comunità montana
Ricevi gratis le news
0

Samantha Gasparelli

Il Comune di Pellegrino ha chiuso il bilancio consuntivo del 2010 con un avanzo di amministrazione di oltre 50 mila euro. L’approvazione dell’esercizio finanziario nel corso del recente consiglio comunale, è avvenuta con i sette voti favorevoli della maggioranza, tre contrari dell’opposizione e un astenuto. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Enrico Pirroni.
«Nonostante le gravi difficoltà dovute alla crisi nazionale che si riflette maggiormente sui piccoli comuni di montagna - ha detto -, l’esercizio si è chiuso con un avanzo di 50 mila euro: cifra non elevata, ma che rappresenta per il nostro ente una corretta gestione delle risorse». Pirroni ha poi sottolineato che «la gestione del 2010 è stata caratterizzata già da inizio anno dall’aumento dei costi sostenuti nell’inverno 2009/2010 per lo sgombero neve - ha dichiarato -, che ci ha costretto all’utilizzo concreto di 48 mila euro, buona parte dell’avanzo di amministrazione dell’esercizio precedente per mantenere gli equilibri finanziari».

Surroga
Nel corso della seduta consiliare, è stata formalizzata la surroga del consigliere di minoranza dimissionario Nicola Croci (candidatosi consigliere nella lista Udc di Salso), quale rappresentante presso la comunità montana delle Valli Taro e Ceno. Al suo posto è stata eletta all’unanimità Maria Chiara Devoti. Sempre a Croci, è succeduto come capogruppo dell’opposizione Matteo Marosi. Al termine del consiglio la Corale «Il Pellegrino» è stata riconosciuta come «gruppo d’interesse comunale al Ministero per i Beni e le attività culturali», come previsto in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia.

Marosi all'attacco
«Creare nuovi posti di lavoro, un assessorato al turismo e l’uscita del comune dalla comunità montana». Sono queste le richieste che il consigliere di opposizione Matteo Marosi ha sottoposto alla giunta Pirroni. «Tutto quello che è stato fatto va bene, ma non è sufficiente - ha detto Marosi -. Se in cinque anni di governo non creeremo almeno un solo altro posto di lavoro a Pellegrino, sarà una sconfitta per tutti noi: sono passati solo due anni dall’insediamento dell’amministrazione e molti posti di lavoro sono scomparsi. Chiedo al sindaco di farsi un esame di coscienza: non ci sono solo le strade da fare, ma ci vuole attenzione a problemi più generali». Al centro dell’intervento di Marosi la necessità di una maggiore promozione turistica del paese e la realizzazione di un assessorato ad hoc. «Qui manca totalmente la promozione del territorio - ha commentato -. Tante persone della nostra provincia non sono mai state a Pellegrino perché non lo conoscono: è ora di attivare una delega che si attivi su questo fronte». Di fondamentale importanza anche lo sviluppo di progettualità che possano attirare nuovi finanziamenti. «Basta il buon senso per capire che Pellegrino non può basarsi solo sulle risorse del paese - ha continuato -. La popolazione è sempre più anziana, i giovani se ne vanno: si pensi che il nostro medico di base è stato costretto a prendere altri 400 pazienti mutuati tra Salso e Fidenza per arrivare a fine mese. E’ necessario che il paese si aggreghi a comuni ricchi della valle - ha concluso -: basta con la montagna che non ha più risorse ed è destinata ad esaurirsi, trascinandoci nel suo declino».

La replica del sindaco
«Nessun posto di lavoro perso e nessuna uscita dalla comunità montana». E’ la replica del sindaco di Pellegrino Enrico Pirroni e del vice sindaco Emanuele Pedrazzi al consigliere di opposizione Matteo Marosi. «In paese hanno aperto nuovi esercizi commerciali, come un bar e una macelleria , per cui non abbiamo perso posti di lavoro, semmai se ne sono creati - ha replicato Pirroni -. Anche per quanto riguarda la promozione turistica del paese le cose vanno bene: siamo “città del pane” e “città slow food”, per cui siamo conosciuti in tutta Italia e anche all’estero. Per quanto riguarda i finanziamenti - ha proseguito il sindaco - abbiamo richiesto e ottenuto 330 mila euro di mutui per le opere pubbliche, 47 mila euro dalla Regione e 100 mila euro dalla Comunità montana per la viabilità e, sempre da quest’ultima 62 mila euro per i cimiteri. I finanziamenti arrivano e riteniamo di aver dato lavoro alle imprese locali e non. Uscire dalla comunità montana non ha senso - ha concluso -: noi siamo un comune di montagna e se ci associamo coi i paesi di pianura la montagna morirà».

Pedrazzi: aperti al dialogo
Concorde il vicesindaco Pedrazzi, che si è però detto «aperto al dialogo con la minoranza per il bene del paese». «Dobbiamo tenere presente che Pellegrino ha 200 km di strade, che vanno mantenute e in cui vanno quasi tutte le entrate del comune - ha spiegato - Nonostante le difficoltà siamo molto nel chiedere finanziamenti per progetti di riqualificazione. Concordo con Marosi sulla necessità di individuare un referente che possa promuovere maggiormente l’immagine di Pellegrino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Borgotaro, quattro feriti in uno scontro camion-auto. Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

1commento

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

1commento

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

Università

Cambiamento climatico: a Parma + 1,8° dagli anni '60 Video

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

sisma

Terremoto in Messico: il bilancio è di 293 morti, 8 sono stranieri

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery