Provincia-Emilia

Operazione marte, 32 in manette in tre regioni

0

Trentadue persone arrestate, di cui 11 ai domiciliari, 90 indagati e 300 segnalati in Prefettura come consumatori di cocaina. Sono i numeri della maxi operazione "Marte" che ha permesso ai carabinieri di Bologna, coordinati dal Pm Massimiliano Serpi e dalla Dda, di smantellare una gang dell traffico di droga. Un sodalizio criminale che aveva ai vertici uomini di San Luca sospettati di essere vicini alle 'ndrine Nirta-Strangio e che nel capoluogo emiliano poteva contare su una fascia intermedia di spacciatori incensurati che compravano all’ingrosso e poi rivendevano la droga al dettaglio.  Ogni mese i calabresi rifornivano di cocaina Giuseppe D’Uva, un benzinaio del capoluogo emiliano già arrestato a gennaio in flagranza di reato, che poi smerciava la droga al distributore ai suoi clienti. I carabinieri hanno stimato almeno tre viaggi al mese per un totale di circa quattro chili. Tra gli acquirenti c'era di tutto: commercialisti, attori, medici, infermieri, avvocati e commercianti. Tutti filmati dai investigatori mentre facevano il pieno di benzina e cocaina. E registrati: «Da tutti i carabinieri sono ricercato, in tutte le caserme sono schedato, sono pericoloso non sono un bambino e ho gli artigli pronti come un lupo». Sono i versi de 'Il latitantè, canzone che esalta le gesta dei 'malandrinì in fuga da 'sbirri e carabinierì. Ed era la colonna sonora delle spedizioni bolognesi degli spacciatori calabresi arrestati. Ascoltavano proprio questa canzone quando sono stati fermati in auto nei pressi del distributore di benzina alla periferia di Bologna, una sorta di centrale dello spaccio dove si rifornivano decine e decine di clienti. La traccia finisce con le parole, quasi profetiche, «forza brigadiere che ti sto aspettando perchè sono un uomo e sai che non mi spavento. Venite brigadiere a prendere la mia pelle».  Tra i 32 destinatati delle ordinanze di custodia – nelle province di Bologna, Ferrara, Reggio Calabria e Rovigo, sette non sono andate a buon fine – quattro rispondono di associazione a delinquere, tutti gli altri di spaccio. Tra questi ultimi ci sono bolognesi titolari di discoteche, proprietari di pub, ristoranti e alberghi, accusati di smerciare droga per proprio conto ma non nelle rispettive attività commerciali. L’indagine è partita nell’ottobre del 2008 nel monitoraggio su possibili infiltrazioni mafiose nel territorio bolognese e si è sviluppata seguendo i «viaggi» a Bologna di Antonio Marte e Saverio Salvatore Pizzata, 30 e 41 anni, i Locri (Reggio Calabria). Per l’accusa erano i promotori e reclutavano i corrieri per le spedizioni di droga. Tra questi sono finiti in manette Armando Panetta, Maria Strangio, Fabio Rappazzo, Armir Zhugri e Genc Podgorica, entrambi albanesi. Tra gli acquirenti che poi spacciavano al dettaglio la cocaina sono stati arrestati Simone Dicarlo, Alessandra Barretta, Michele Lauro Ciaccio, Gianni Marseglia e Natale Surace. Alla rete di piccoli spacciatori secondo i Cc appartenevano inoltre: Dino Canè, Giuseppe Surace, Filippo Devita, Mariano Nisci, Massimo Baroni, Domenico Cavallo, Giosuè Didio, Gianni Ginnasi, Gelsomino Armento, Marco Bottoni, Vincenzo Buchicchio, Salvatore Galifuoco, Antonio Maresca e Salvatore Piscedda. In tutto sono stati recuperati sei chili di cocaina.  «E' stato stroncato un importante canale di traffico di droga, un meccanismo oliato che si serviva di una fascia intermedia di personaggi indispensabili per l’esistenza del consorzio criminale. Persone incensurate, con attività lavorative e un livello medio-alto di istruzione, che avevano messo in piedi una propria rete di spacciatori», ha commentato Valter Giovannini, procuratore aggiunto e portavoce della Procura di Bologna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika su Rai Due

su Rai Due

L'Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

nostre iniziative

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

22commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Gli errori, la sconfitta e la possibile rivincita

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

storia

Scoperta la mummia della regina Nefertari al Museo di Torino

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

ANIMALI

sos animali

Di chi è questo pappagallo?

sos animali

I due cagnolini Kay e Tata cercano una famiglia