19°

Provincia-Emilia

Nubifragio, dopo il danno la beffa - Egidi: "Nessuno stato di emergenza, non ci sono fondi" Villani: "Prima di mettere le mani avanti, si chiedano i soldi"

Nubifragio, dopo il danno la beffa - Egidi: "Nessuno stato di emergenza, non ci sono fondi" Villani: "Prima di mettere le mani avanti, si chiedano i soldi"
Ricevi gratis le news
50

"Nessuno stato di emergenza regionale". E' una doccia fredda, gelida, quella arrivata questa mattina dal direttore regionale della Protezione Civile Demetrio Egidi. Che accresce la disperazione di chi, a causa del nubifragio di ieri fra Sala Baganza, Collecchio, Felino e Fornovo, ha subito ingenti danni. E che rende ancora più tragica, se possibile, la notizia della morte di un uomo, Agostino Galeotti, 62 anni, ucciso da un'onda d'acqua alta quasi due metri mentre si trovava nell'autorimessa della sua abitazione di Talignano.
"Non ci sono fondi", ha spiegato Egidi in una conferenza stampa convocata questa mattina a Sala Baganza, a cui ha preso parte anche Vincenzo Bernazzoli, ed è per questo che "sarà difficile che i privati vengano risarciti".

Il presidente della Provincia ha spiegato che sono oltre 400 gli edifici danneggiati, a cui vanno aggiunte due case protette e altre strutture pubbliche.
A Sala Baganza, ha spiegato il sindaco Cristina Merusi, lo scenario è apocalittico. "Il quadro è critico, il ponte è bloccato, tre strade sono da mettere a posto, di cui una è impraticabile". Ieri, in via Rosa Romeo, una donna di 40 anni è rimasta intrappolata nel garage
di casa ed è finita sott'acqua: soccorsa e trasportata al pronto soccorso del Maggiore, la donna era in forte stato di choc e vomitava
acqua e terra e ha riportato anche una lesione a un braccio. Un automobilista in serie difficoltà lungo il ponte sul Taro è stato, poi, «salvato» dagli uomini della protezione civile.

Il dramma, ieri, è stato sfiorato anche lungo l'Autostrada della Cisa: nei pressi di Fornovo un albero si è abbattuto sulla carreggiata, planando per fortuna sulla corsia d'emergenza; nessun automobilista è rimasto ferito, ma i vigili del fuoco sono dovuti correre a liberare la corsia. Problemi anche alla casa di carità di Gaiano che attualmente conta 18 ospiti: di colpo il sottoscala s'è trovato invaso da due metri d'acqua.

Villani : “Regione e Provincia non mettano le mani avanti, i soldi prima li chiedano” - “È vergognoso come si cerchi subito di mettere le mani avanti”. Queste le parole con le quali il Coordinatore provinciale e Capogruppo in Regione Emilia-Romagna del PDL, Luigi Giuseppe Villani, ha commentato le dichiarazioni sugli aiuti per l'alluvione nella pedemontana rilasciate dal Presidente della Provincia di Parma, Vincenzo Bernazzoli e dal Responsabile regionale della Prtotezione Civile Demetrio Egidi. “La Regione Emilia-Romagna e la Provincia di Parma stanno cercando di scaricare, come al solito, tutte le responsabilità sul Governo prima ancora di avere richiesto i fondi. Abbiamo già visto qualcosa del genere anche l'anno scorso per l'alluvione nella bassa ovest proprio in questa stessa stagione. Il Governo poi però ha stanziato una prima tranche di finanziamenti pari a 3 milioni di euro ricevendo le lodi, seppur a denti stretti, del Presidente della Provincia e campione della sinistra nel nostro territorio provinciale Vincenzo Bernazzoli. Pertanto, se vi saranno le condizioni, si farà tutto secondo le regole senza cercare pretesti e soprattutto vi sarà una ferma volontà da parte di tutte le istituzioni del territorio di aiutare chi è stato danneggiato lasciando da parte vantaggi politici e polemiche strumentali, i fondi occorrenti potranno arrivare”.

 I VIDEO DEI LETTORI - 1 - 2 - 3
 LE FOTO DEI LETTORI: 1 - 2- 3- 4
 LA TRAGEDIA DI TALIGNANO: 1 - 2 
 GAIANO - COLLECCHIO, VICOFERTILE, PONTESCODOGNA

Guarda il video del lettore Alberto Casappa

  Altre foto

Segnalateci problemi situazioni di disagio atraverso lo spazio commenti, e inviate foto e video alla mail sito@gazzettadiparma.net 

Il METEO comune per comune
 

I primi flash sul nubifragio (sabato 11 giugno)

Il temporale che questo pomeriggio si è registrato in città, preannunciato da nuvole scurissime, si è trasformato in un vero e proprio nubifragio nella zona pedemontana ovest.

L'acqua è caduta abbondantissima e violenta, intorno alle 17,  nelle zone di Collecchio-Sala-Fornovo, ed ha provocato numerosi allagamenti, con molte chiamate ai vigili del fuoco, ingenti danni e situazioni di disagio.

E' stata chiusa la tangenziale di Collecchio. Problemai anche sulla statale della Cisa. Sommerse numerose cantine, con circa 40 cm d'acqua. In azione anche la Protezione civile, anche perchè in collina si segnalano le prime frane. Nel Parmense sono stati inviati mezzi della protezione civile e dei vigili del fuoco da Piacenza e Reggio.

ORE 20: C'E' UNA VITTIMA - Purtroppo in serata è arrivata la tragica notizia di una vittima. A Cafragna una persona sarebbe rimasta sorpresa dall'acqua nella propria abitazione, e purtroppo i soccorsi sono risultati inutili.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manuel

    13 Giugno @ 10.23

    Lasciando stare la polemica politica di cui non me ne può fregare niente!! Concordo con Gianluca in primis! Inoltre non è presente nessun numero per poter dare una mano?? Anche solo una pala e due buone spalle nel breve termine possono bastare!

    Rispondi

  • Marco Ennis Mariani

    13 Giugno @ 00.25

    Dai terremoti alle alluvioni, dalle trombe d'aria ai nubifragi...la Natura fa sempre il suo corso. E' più facile domare il fuoco che fermare l'acqua. La continua e insistente cementificazione selvaggia di vaste aree del territorio deve essere considerata la maggior causa dei danni provocati ai beni e alle persone più che il fenomeno temporalesco in se stesso. Sono molto dispiaciuto per le persone che avuto danni ingenti e ancor di più per chi ha perso la vita nel tentativo di mettersi in salvo. L'uomo, noi tutti e ancor di più gli Amministratori devono, dobbiamo assumerci le responsabilità. In ogni luogo deve essere previsto lo sfogo per l'acqua. Pensate ad un nubifragio che dovesse colpire una più vasta zona e per di più una città. Abbiamo visto cosa accadde a Parma nel maggio del 2009 e anche recentemente. Sottopassaggi : ogni volta che piove appena appena in più del normale tutti i sottopassi sono allagati e immancabilmente gli automobilisti restano bloccati e molte volte la loro vita è in pericolo. E' dunque possibile, mi chiedo e vi chiedo, che ingegneri progettisti non siano in grado di prevedere tutto ciò ? Che razza di ingegneri sono ? Io non ho mai visto piovere dal basso verso l'alto e non ho mai visto l'acqua andare in salita (una volta sì, l'ho vista, negli antichi acquedotti peruviani degli Inca), - dunque! - è scontato che negli avvallamenti privi di scarichi per lo sfogo dell'acqua si creino situazioni imbarazzanti. Asfaltano le strade e molto catrame finisce attraverso i tombini fino a diminuire la sezione delle tubazioni fognarie e piovane, buttano anzi gettano tonnellate di sabbia e detriti di ogni genere sempre dentro i tombini e.....poi l'acqua dove va? Si infuria e prende un'altra via e spacca, devasta, non si ferma e...uccide. Io suggerirei di smettere di pensare che si possa vivere nei seminterrati, sotto terra ci si andrà da morti. L'uomo è fatto per vivere sopra la terra, sulla Terra. Concludo implorando agli Amministratori che siano adottati provvedimenti urgenti al fine di porre un freno a queste continue tragedie nella piena coscenza e consapevolezza che fenomeni naturali di ogni origine continueranno a verificarsi nostro malgrado. Non possiamo fermare la pioggia ma possiamo diminuire il cemento e il catrame !!! Un saluti a tutti i lettori, Marco Mariani

    Rispondi

  • Axel

    12 Giugno @ 22.34

    Qualcuno mi spiega dove finiscono i soldi che paghiamo alla Bonifica Parmense??? E soprattutto quali sarebbero i compiti che dovrebbero svolgere???? Qui i corsi dei fiumi non vengono puliti e se tu hai paura e provi a pulirteli da solo, prendi la multa!!!!! Questo è il risultato!!!!! VERGOGNATEVI!!!

    Rispondi

  • Nicola

    12 Giugno @ 21.49

    ...Villani: "Prima di mettere le mani avanti, si chiedano i soldi. Si magari a Berlusconi ed agli esponenti del governo, che per non accorpare i referendum alle elezioni amministrative, hanno permesso di sputtanare 250/300 milioni di euro!( e non raccontatemi la favola che non si poteva.Erano soldi NOSTRI e dovevano essere risparmiati, e si potevano usare in queste situazioni) Per non parlare di Bertolaso e cricca varia, che i soldi della protezione civile li usavano per altri motivi.Vergogna!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Claudio

    12 Giugno @ 21.18

    Da quando, un paio d'anni fa, ebbi la cantina allagata in zona ospedale, osservo con molta attenzione lo stato di pulizia dei tombini e dei canali/fossati dell'immediata periferia : VERGOGNOSO ! mi chiedo cosa, oltre a spillarci quattrini, ci stia a fare il consorzio di bonifica.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro