10°

22°

Provincia-Emilia

A Montechiarugolo un grande impianto a biogas: firmato l'accordo per lo sviluppo del progetto

Ricevi gratis le news
1

Tutela ambientale di terreno e acque, con la riduzione di nitrati; produzione di energia da fonte rinnovabile in un ciclo cortissimo, davvero a Km zero (utilizzando scarti e sottoprodotti agricoli del territorio); riduzione di costi e investimenti per le aziende agricole; vantaggi per la filiera del parmigiano e del pomodoro. Sono solo alcune delle ricadute positive - si legge in un comunicato stampa della Provincia di Parma -  attese del progetto “Biogas e nitrati”, che mira alla costruzione nel Comune di Montechiarugolo di un impianto comprensoriale di trattamento di effluenti zootecnici del territorio e altre matrici organiche finalizzato proprio alla produzione di biogas e alla riduzione del carico di azoto. "Un impianto “verde”, pulito, con il quale si ottengono diversi risultati, in primis quello di un passo deciso sulla strada della sostenibilità ambientale".
Oggi in piazza della Pace la Provincia, il Comune di Montechiarugolo e il Consorzio Ati “Progetto Biogas e Nitrati” hanno firmato un accordo di programma per lo sviluppo del progetto preliminare, ulteriore passaggio di un percorso avviato già da alcuni anni e nel quale il progetto stesso segue la realizzazione di uno studio di fattibilità ad hoc.
“L’intesa dimostra come alla Provincia e al Comune di Montechiarugolo, stia a cuore l’ambiente, non astratto ma vissuto – ha commentato il vicepresidente Pier Luigi Ferrari firmando il documento –La filosofia è quella della difesa del terreno a vocazione agricola nel rispetto delle fonti rinnovabili di energia”.
“Vogliamo mantenere le caratteristiche di pregio del nostro territorio, per questo abbiamo messo in campo interventi a lungo respiro come questo,  che guardano al futuro e creano lavoro – ha detto il sindaco Luigi Buriola – Con questo progetto ci poniamo l’obiettivo di abbattere i livelli di azoto ragionando sul sistema di spandimento”.
”Il tutto a impatto ambientale bassissimo perché – ha spiegato l’assessore Olivieri – gli scarti che saranno utilizzati sono già sul territorio, quindi a Km zero, e verranno trasportati in tubi, senza produrre CO2 e una volta separati i nitrati potranno essere portati su terreni poveri”.
Un ringraziamento particolare agli enti locali è venuto da Carlo Sartori rappresentante dell'ATI
“Dal punto di vista tecnico il progetto, che è stato ideato dalle aziende, mette a reddito un problema trasformandolo in energia.  Abbattere costi aggiuntivi è un risultato importante visto la crisi del settore” ha detto Sartori.

Il progetto - L’impianto comprensoriale di biogas avrà una potenzialità di poco inferiore a 1 MW e sarà abbinato a un impianto di abbattimento dei nitrati contenuti negli effluenti bovini e suini e in altre matrici organiche, tutte provenienti dalle aziende zootecniche ed agroindustriali del territorio. Gran parte dei liquami sarà trasportata via tubo, dalle aziende limitrofe all'impianto. Questo oltre a produrre energia rinnovabile e a ridurre le superfici necessarie per lo spandimento dei liquami, consentirà di abbattere il carico di azoto di origine zootecnica presente sul territorio a beneficio e tutela della qualità delle acque di falda, limitando drasticamente la concentrazione dei nitrati, che attualmente rischia di comprometterne l’uso per scopi idropotabili e agroindustriali.
L'impianto ha dunque vocazione ambientale e di sostegno alle produzioni tipiche e di eccellenza ancor prima che energetico. Esso infatti costituirà un notevole miglioramento, dal punto di vista ambientale, per le filiere del Parmigiano-Reggiano e del pomodoro, prodotti di punta del territorio, eliminando la necessità di spandimento per oltre 300 ha di terreno in zona vulnerabile ai nitrati, e potrebbe essere il modello per una serie di interventi analoghi sul territorio provinciale, finalizzati al sostegno delle attività agricole di eccellenza, alla tutela delle risorse naturali (specie idriche) e alla produzione di energia e calore.

L’impianto- L’impianto funziona con i reflui zootecnici, evitando il ricorso a colture energetiche che potrebbero sottrarre terreno all'alimentazione umana e animale. Questo materiale organico subirà una fermentazione anaerobia che gli farà produrre gas metano, utilizzabile per la rete o per la produzione di energia e calore. La peculiarità essenziale dell'impianto è quella di prevedere un processo di separazione dell'azoto dal liquame, tanto che il liquido chiarificato potrebbe concludere il trattamento nel normale ciclo di depurazione. Diversamente da altri impianti, in questo non è previsto poi nemmeno lo spandimento di digestato (il materiale solido derivante dal processo), con ulteriori benefici ambientali (- CO2).
L’impianto dunque, si legge nel documento della Provincia:
Depurerà i liquami dal loro contenuto in nitrati evitandone lo spandimento (e riducendo il rischio ambientale di inquinamento del suolo e delle acque)
Produrrà energia elettrica ceduta in rete al Gestore Servizi Elettrici
Produrrà calore (per serre, per essicazioni o per teleriscaldamento)
Produrrà composti azotati per uso/sintesi concimi per i territori che ne siano privi
Darà ulteriore sostegno alla filiera locale del Parmigiano-Reggiano.
     Infatti: 
· risolverà o mitigherà i costi di investimento e di gestione relativi ai sottoprodotti degli allevamenti di bovini da latte e suini;
· potrà accogliere anche sottoprodotti delle aziende casearie;
· non sottrarrà terreno né fertilizzanti alla produzione tipica;
· migliorerà la compatibilità della filiera del Parmigiano-Reggiano con altre filiere agroindustriali e con il territorio in genere;
· darà ulteriori vantaggi alle aziende della filiera in termini di possibilità di certificazione e di immagine dal punto di vista ambientale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giovanni guarnieri

    21 Giugno @ 17.14

    "Sviluppo per il territorio e esigenze per i cittadini"? Comincia col stopèr al busi par streda e vargogniv!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso

PISCINE

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso Foto

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

PGN

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

Lealtrenotizie

Prostitute rapinate durante la notte

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

2commenti

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

3commenti

Sant'Ilario d'Enza

Si appostano in strada con ascia e coltello per un regolamento di conti: denunciati due russi

Ai carabinieri, i due uomini hanno detto "Siamo di passaggio". In realtà, da oltre un'ora si aggiravano per il paese

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

tg parma

Villa Alba, Spi-Cgil e azienda ospedaliera fra le parti civili Video

Bertoletti: "Sugli anziani si è spesso 'distratti', anche in questa città"

PARMA

Incidente in via Rondizzoni

Sul posto il personale del 118 e i vigili del fuoco

Polemica

Scuola, mancano 779 insegnanti di sostegno

Berceto

Lucchi: «Non pagate le spese postali per la bolletta»

oltretorrente

Pacco sospetto in via D'Azeglio: «deflagra» l'allarme bomba

Attivato il protocollo di sicurezza. Il sacco era pieno di immondizia

SERIE B

Niente alibi ma niente processi

1commento

Infarto

Compie 40 anni il palloncino «salva-vite»

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

18commenti

IL CASO

Mezzano Rondani, la stazione-rudere

MESSICO

Niente Mondiali paralimpici, Giulia Ghiretti tornerà a casa: "Scossa fortissima, secondi interminabili"

La manifestazione è stata annullata in seguito al violento terremoto

INCHIESTA

Muti senatore, i sostenitori parmigiani

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

NAPOLI

Chat erotica con una donna: grave 27enne, aggredito dal marito e dal figlio di lei

FOGGIA

E' morta la 15enne ferita al volto dall'ex compagno della madre

1commento

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

CALCIO

Michele Uva nominato vicepresidente dell'Uefa

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

1commento

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D