15°

28°

Provincia-Emilia

E' ufficiale: Comeser venduta a un privato

E' ufficiale: Comeser venduta a un privato
Ricevi gratis le news
1

 Il Comune di Fidenza, attraverso San Donnino Multiservizi, ha concluso la vendita di Comeser, società partecipata che si occupa di comunicazioni internet e telefoniche. «L'azione è il frutto di un lungo e complesso iter che la giunta ha avviato sin dal suo insediamento, in linea con uno degli obiettivi primari di mandato: accertare la situazione finanziaria dell’ente e delle sue partecipate. E’ stata una partita impegnativa perché ci eravamo prefissati di ottenere un risultato che fosse vantaggioso sia per l’azienda che per le persone che ci lavorano», ha spiegato ieri il sindaco Mario Cantini durante la presentazione della vendita a privati e del nuovo assetto societario di Comeser.
Nel 2009 le quote di Comeser erano ripartite tra San Donnino Multiservizi (società del Comune di Fidenza) che ne possedeva il 62,5%, Busseto Servizi che ne possedeva il 32,5% e Ascaa con il 5%. Dall’approfondimento delle dinamiche legate a Comeser e dalla verifica del suo ciclo economico dalla fondazione, l’amministrazione ha potuto accertare che nel 2009 la società risultava indebitata per 2.700.000 euro, di cui 2 milioni di euro verso le banche, garantiti da fideiussione dalla sola San Donnino Multiservizi. «Oggi, dopo un lavoro durato circa due anni, con la vendita a soggetto privato dell’80% di Comeser, l’amministrazione comunale ha raggiunto gli obiettivi che si era prefissata: la quota azionaria di San Donnino Multiservizi in Comeser è passata al 10%, la quota di debito garantita da San Donnino Multiservizi (e quindi dal Comune di Fidenza) è passata da 2 milioni di euro a 500 mila euro», ha detto il vicesindaco Tanzi. Il nuovo assetto societario di Comeser vede i privati (gli imprenditori salsesi Gianluca  e Michele Scarazzini) con l’80% delle quote, San Donnino Multiservizi con il 10%, Ascaa con il 6% e Busseto Servizi con il 4%.
«Comeser si trovava in condizioni critiche. Abbiamo lavorato sodo per ridurre i costi e i debiti, arrivando a limitare l’indebitamento a un milione di euro, contro i quasi tre milioni del 2009», ha detto il presidente di San Donnino Multiservizi, Gianarturo Leoni.
«Ascaa ha dimostrato di credere nelle potenzialità di Comeser aumentando in un primo tempo la sua quota azionaria al 30% e poi adoperandosi, anche nella ricerca di soci privati, per un piano industriale più realistico, una gestione manageriale della società e la possibilità di rinegoziazione del debito», ha commentato il presidente di Ascaa, Claudio Bernardini.
«Dalla prima analisi commissionata sono emerse le enormi potenzialità di Comeser, che necessitava però di un radicale cambiamento organizzativo. In questi primi sei mesi abbiamo avuto un riscontro molto positivo, registrando anche un aumento di clienti. La strategia aziendale prevede un aumento di copertura della rete a fibra ottica, l’incremento dei servizi per le aziende, servizi di videosorveglianza», ha concluso  Gianluca Scarazzini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fil

    27 Giugno @ 12.09

    Perchè mantenere ancora una quota e non cedere tutto? Se l'indebitamento stava calando come dichiarato, perchè non arrivare ad azzerarlo e poi uscire del tutto?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti