12°

26°

Provincia-Emilia

Bullismo, ragazzino umiliato sulla corriera Calestano-Parma

Bullismo, ragazzino umiliato sulla corriera Calestano-Parma
12

 «L'hanno preso di mira in sei, gli hanno anche fatto sparire lo zaino. Lui piangeva» Comincia la scuola e per qualcuno cominciano anche i problemi. Vecchi come il mondo, forse.  Ma sempre odiosi. C'è chi li qualifica come scherzi pesanti. C'è chi non esita a usare la parola più moderna: bullismo. E uno dei luoghi in cui si declina la vasta gamma di sgradite «attenzioni» agli studenti più piccoli - dai baffi disegnati col pennarello agli zaini lanciati dai finestrini, fino ad antipatiche «penitenze» - sembrano essere le corriere che uniscono i paesi del Parmense alla città.

Lo avrebbe scoperto sulla sua pelle anche Andrea (il nome è di fantasia, ndr.), che venerdì scorso, sul pullman che da Calestano fa tappa a Felino, Sala Baganza e poi a Parma, si sarebbe sentito umiliato e in difficoltà fino a piangere. A portare alla luce l'episodio con una lettera al nostro sito sono stati  i genitori di una studentessa che quel giorno era in viaggio sulla stessa corriera. Allibiti dal racconto della figlia, hanno segnalato la vicenda ai carabinieri di Calestano.

Secondo la testimonianza, nel bel mezzo del tragitto, sei studenti «grandi», sia maschi che femmine, avrebbero iniziato a prendere in giro il «primino». «A turno lo umiliavano e uno l'ha preso in braccio e sbattuto come un fagotto sul sedile. Una ragazza gli ha nascosto lo zaino, e poi gli hanno fatto credere che glielo avessero buttato giù dal finestrino». E mentre Andrea, a quanto pare, piangeva, tutti gli altri ridevano. «Come se non bastasse, una studentessa si è fatta prestare un pennarello indelebile e ha chiesto al ragazzino che tipo di baffi volesse: da gatto o da cane?». Due baffi in realtà mai «coltivati», ma solo perchè a quel punto sarebbero intervenute due passeggere adulte, invitando il gruppetto a smetterla. 

«Al momento non è stata sporta nessuna denuncia e non abbiamo ricevuto segnalazioni dalle persone direttamente coinvolte. Potrebbe essersi trattato, effettivamente, di scherzi tra ragazzi che qualcuno ha male interpretato. Abbiamo chiesto alla Tep se erano successe cose particolari su quella corsa di autobus e ci è stato detto di no. Ma proveremo a risentire», fanno sapere. Nei genitori che hanno fatto la segnalazione ai militari restano comunque amarezza, indignazione e preoccupazione. «Ci chiediamo: ma le famiglie di questi “cuccioli” sanno cosa fanno i loro figli quando escono di casa? Conoscono la cattiveria gratuita che somministrano ai più piccoli? Capiscono come può sentirsi quel ragazzino e l'umiliazione che prova?». E poi, si domandano ancora, «da quanto tempo va avanti questa storia e a quanti altri succedono cose del genere? E noi adulti, vogliamo continuare a tacere? Vorremmo che chi di dovere intervenisse per proteggere questi ragazzini: anche questa è sicurezza. E se accadesse a nostro figlio?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • deborah

    24 Settembre @ 16.12

    se è per questo su tutte le corriere da anni esiste questo bullismo e o nonnismo. già ormai dieci anni fa c'era.sulla calestano o sulla bosco o su qualsiasi altra "corriera blu". non trovo ci sia nulla di cui spaventarsi, nulla da denuncia nulla da avvocato. io cucciola indifesa sono sempre scesa con almeno un baffo dalla corriera almeno per i primi anni. eppure sono ancora qui, e godo di uno stato psico-fisico ottimale nonostante le "oppressioni subite" dai nonni della corriera!!! perciò, care mamme concludo, preoccupatevi per la canna che si fa vostro figlio o per gli alcolici che beve e non di scherzi stupidi adatti all'età(volti solo a passare circa un'ora e più di viaggio scherzando, si perchè dopo si diventa amici), che fra qualche anno sarà lui stesso a fare agli altri. in bocca al lupo!

    Rispondi

  • Iena

    23 Settembre @ 14.44

    Moni...la civiltà non è chiamare un avvocato e quantificare i danni, se ragioni così sei per forza un avvocato. Lucrare sugli episodi di società civile, seppur ambigui, è quanto meno deprorevole, solo animi meschini pensano così, come gli avvocati!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • moni

    23 Settembre @ 09.43

    e' una vergogna che ragazzini cosi' piccoli vengano trattati in questo mado da "grandoni ignoranti" ci vorre bbe una bella punizione con lavori socialmente utili per un mese.dopo che hai pulito bagni e assistito anziani ti passa la voglia di prendertela con chi e' piu' debole di te.spero che i colpevoli vengano rintracciati e sospesi.le loro famiglie paghino i danni al ragazzino aggredito!!!! questa e' civilta'!!i

    Rispondi

  • Stefano

    22 Settembre @ 16.37

    Gesto sicuramente da condannare e brutte abitudini da evitare. Vorrei però aggiungere che questi episodi non sono certo una novità, ne accadono centinaia e centinaia ogni singolo giorno, da sempre, e purtroppo continueranno... La vera differenza è che adesso si filmano coni telefonini, ai miei tempi prendere la corriera per andare all'ipsia era un'incubo, quante volte sono tornato a casa con il morale sotto terra...per non parlare poi del militare...

    Rispondi

  • Iena

    22 Settembre @ 16.32

    Brava Caterina, hai colto il segno. I giovani sono una rappresentazione innocente di come vedono il mondo degli adulti. Insulti, calci, umiliazioni e prevaricazioni si sommano nella vita del cittadino normale, il quale però non finisce mai sulla gazzetta per essersi messo a piangere dopo un'ingiustizia. Rimane che da domani quando di questa faccenda non se ne parlerà più, sulla corriera ci tornerà quel ragazzo, da solo, e probabilmente a causa del clamore sollevato non si sentirà a suo agio. La violenza fisica mai, ma fingere di aver gettato lo zaino allo studente ingenuo...ci sono coetanei di quel ragazzo che alla loro età hanno già 10 anni di lavoro alle spalle, altri che rubano, le stesse persone con cui sarà in competizione per il futuro...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelo Pintus fa la sua proposta di matrimoni durante il concerto a Verona

musica

Pintus, proposta di matrimonio "live". E commovente Video

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Foto dalla pagina Facebook ufficiale di "Malena"

BARI

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Benedetta Mazza fuori da «Pechino Express»

Televisione

Benedetta Mazza fuori da «Pechino Express»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

PARMA

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

Lealtrenotizie

Spintone sul bus e mani in tasca. Sei studenti derubati del cellulare

Studenti spintonati sui bus: e il ladro poi sfila il telefonino

via Toscana

Spintone sul bus e mani in tasca. Sei studenti derubati del cellulare

incidente

Schianto tra camion e auto in tangenziale Nord: un ferito grave

PALLAVOLO

Ragazzine deferite, guerra aperta tra Coop e Energy

4commenti

Inquinamento

Sigilli alla maxi discarica abusiva. Rifiuti pronti per essere interrati?

1commento

Petizione

Firme contro le nuove corsie dei bus

3commenti

Testimonianza

Motore in fiamme durante il decollo: «Mezz'ora di terrore»

Fidenza

E' morta la maestra Caraffini

Parma

Legionella nel quartiere Montebello: 14 casi. Ecco le precauzioni da prendere

Protesta

I coltaresi: «No allo spostamento degli uffici comunali»

Tv

Valentina, la regina delle torte

2commenti

CALCIO

Dilettanti e giovanili, società premiate

Collecchio

A Gaiano il commosso addio a Leonardo, ucciso da una malattia a 42 anni

ciclismo

Malori, che sfortuna: caduta in gara e frattura alla clavicola

tg parma

Aeroporto: resta il volo per Trapani Video

4commenti

Parma Calcio

Simonetti: "A San Benedetto del Tronto servirà un Parma aggressivo"

san pancrazio

"Sradicano" il bancomat col carro attrezzi. Ma abbandonano il bottino Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Se l'uomo è peggio di una bestia

EDITORIALE

Hillary vince ai punti. Non è detto che basti

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Cagliari

Multe auto per 10mila euro a un ambulante: poi gli regalano la bici per andare al mercato

Pinerolo

Unioni civili: due ex suore si sposano nel Torinese

SOCIETA'

Gazzareporter

Giocoliere al semaforo Foto

Casa della Fotografia

Concorso: foto in bianco e nero per raccontare Parma

SPORT

Calciomercato

Il Suning manda Biabiany allo Jiangsu

Calciomercato

Il Valencia nelle mani di Prandelli

CURIOSITA'

gazzareporter

Cartoline con "rudo" da via Venezia

foto parmigiana

Amatrice, quel guanciale-simbolo ritrovato tra le macerie e donato ai soccorritori

1commento