11°

17°

Provincia-Emilia

Omaggio a Mansueto Rodolfi

Omaggio a Mansueto Rodolfi
Ricevi gratis le news
0

 La comunità parrocchiale di Ozzano Taro ha ricordato mercoledì, nel giorno del patrono San Pietro, la figura del commendatore Mansueto Rodolfi, fondatore dell’omonima azienda di trasformazione del pomodoro che opera da oltre un secolo nella frazione di Collecchio. 

Il parroco don Franco Minardi ha celebrato la Santa Messa, accompagnata dai canti della corale Dellapina. Poi, all'ingresso del teatro,  è stata scoperta la lapide a  ricordo dell’imprenditore che fece costruire il teatro parrocchiale nel lontano 1955. Alla cerimonia erano presenti il commendatore Giuseppe Rodolfi, la moglie Gianna e il figlio Aldo. Il forte temporale ha impedito che la cerimonia si svolgesse sul sagrato della chiesa. 
La targa è stata scoperta sotto la pioggia battente e recita: «Sala della Comunità. Donata dal Grande Ufficiale commendatore Mansueto Rodolfi. 1955. La comunità parrocchiale riconoscente». Uno spunto anche per l’Amministrazione che, in futuro, potrebbe prendere in considerazione l’intitolazione di una via allo stesso Mansueto Rodolfi, cosa che a Parma è già realtà da qualche anno. 
 All’interno del teatro Don Franco, parroco di Ozzano Taro dal lontano 1950, ha fatto riferimento ad alcuni passaggi salienti che hanno portato alla realizzazione della sala della comunità. 
«Quando arrivai ad Ozzano nel 1950 - ha ricordato - al di là della chiesa, esisteva solo il campo sportivo fatto realizzare da don Romeo Mori, il mio predecessore. Lo utilizzavano i  giovani di Ozzano, Gaiano e Talignano».
 L’unico spazio coperto era una stanzetta tra la chiesa ed il cimitero. Si pose allora la necessità di realizzarne uno ad uso della comunità. «Venne creato un comitato e il commendator Mansueto Rodolfi venne eletto presidente. Da uomo concreto come era, decise di accelerare i tempi finanziando l’opera».
La prima pietra venne posta nel maggio del 1955 con la benedizione dell’allora vescovo monsignor Evasio Colli. 
 Giorgio Riccardi, allora giovane adolescente e oggi figura di riferimento della parrocchia, pronunciò anche un breve discorso. 
 Il fondatore della Rodolfi volle che fosse costruita una nicchia, all’ingresso del teatro, in cui collocare la statua della Madonna. «a protezione della gioventù di Ozzano», ricorda don Franco». 
L’inaugurazione avvenne il 5 ottobre del 1955. Da allora la sala è diventata uno spazio a disposizione dell’intera collettività.
Giuseppe Rodolfi ha poi ricordato la figura del padre. «Ero studente, circa 60 anni fa. Mia madre era una donna devota, credente. E penso che questo abbia influito su mio padre. Sono orgoglioso e commosso per questa iniziativa e ringrazio tutti coloro che hanno concorso alla realizzazione della sala della comunità allora. Fra questi, il geometra Lucio Piazza, da poco scomparso». 
«Mio padre e mia madre si sono sposati molto giovani, prima di fondare l’azienda.  Lui aveva 20 anni, lei 16, Erano persone umili: mio padre ha fatto la quarta elementare, mia madre la terza. Lui ha iniziato la propria esperienza lavorativa facendo l’aiuto casaro, per intraprendere, poi, l’attività agricola. Era un uomo intraprendente e concreto: seppe mettere a frutto le proprie capacità per dare avvio alle prime esperienze di trasformazione del pomodoro». 
 Da allora la Rodolfi ha attraversato il Novecento progredendo, nonostante vi siano state grandi difficoltà, come le due guerre mondiali.  «Oggi la sua storia continua grazie a miei figli: Aldo, Isabella e Maria Virginia. Un’azienda che ha concorso alla prosperità del territorio dando lavoro a migliaia di famiglie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

1commento

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Il regista James Toback

Dopo Weinstein

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Notiziepiùlette

Ultime notizie

accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

Autovelox mobile

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

23commenti

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto a un passo dall'obiettivo quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive