11°

27°

Provincia-Emilia

Gente di provincia - "Chicco" Guidi

Gente di provincia - "Chicco" Guidi
0

Stefano Rotta
Lei, da Bologna, è venuta qua ai Lagoni per amore. Lui, invece, a Corniglio ci è cresciuto fin da piccolo: sono Alessandra Cavalieri Manasse e Gregorio «Chicco» Guidi, gestore del rifugio Lagoni, dove con 15 euro si passa una notte nella foresta demaniale dell’Alta Val Parma. Faceva il geometra in giro per l’Italia, prima di dedicare la sua vita alla montagna che divide, e unisce, Emilia e Toscana. «Mi davano del pazzo», racconta, dicendomi «con tutto quello che hai studiato, adesso ti metti a fare il barista?». Appunto, il barista. Ammesso che lavorare in un rifugio, con gente da mettere a cuccia e pranzi da preparare, sia come gestire un bar, «Chicco» precisa: «Io a Parma un bar non lo gestirei mai. Ma neanche in piazza a Corniglio. Sto bene in montagna». Anche i fratelli, Cesare e Lorenzo, lavorano in quota: una famiglia integrata, anche economicamente, con le terre alte; in controtendenza con decenni e decenni di fughe verso la pianura. Affonda nel mito l’idea di occuparsi di questo bivacco. C'era, un tempo, una piccola baita, sul lago Scuro, data in concessione ai privati, dove si esercitavano la caccia e la pesca. Finché, negli anni Ottanta, questo legame giuridico venne tranciato, subentrando l’abbandono. Ci andarono tre ragazzi a mettere a posto: Mario Andreani, Giovanni Bucci e Gregorio Guidi. Nell’estate del 1991, non si sa ancora se per cause dolose o per un’incomprensibile ripicca della natura, bruciò tutto. Nel frattempo la Provincia di Parma mette al bando il rifugio Lagoni e la gara viene vinta proprio da queste tre persone, che costituiscono la cooperativa «Lago Scuro», in onore di quella forte esperienza. Gli altri due, oggi, sono soci sostenitori, al timone è rimasto «Chicco». Ci passano tante persone, quassù. In tutto, i posti sono 32. Ma nel cuore, questo montanaro, ne ha una più di tutte: Ettore Fornesi, storico pastore delle Capanne di Badignana, nel Massese. Che ogni anno, con la transumanza, usava sconfinare nelle montagne emiliane e portare un formaggio di pecora senza pari. Per trent'anni, su e giù da Treschietto. Battitore libero di sentieri di vecchi spalloni, fra Lunigiana e vallate emiliane. Adesso di Fornesi non ce ne sono, «ogni anno cambia il pastore, c'è poco attaccamento, troppo turnover». Quegli anni vengono ricordati ogni anno dal sindaco di Bagnone, con una messa in onore dell’ultimo pastore. «Quali lavori si possono fare in montagna?», chiediamo a chi, oggettivamente, ce l’ha fatta. «Ah, poca roba. O riesci a ritagliarti un’attività commerciale, un bar, o qualcosa di simile, oppure legna. Chi studia, se ne va». La montagna guarda sempre di buon occhio chi non si perde in chiacchiere e lavora duro. Sono rimasti pochi, su, e questo fa molta selezione. «Io comunque non me ne andrei mai, ognuno è fatto a suo modo, e io sto bene qui». Più i luoghi sono estremi, e sinceri, più estreme e sincere sono le idee di chi ci vive. «Il sole, certo, ma a me le stagioni piacciono tutte, mi piace il nebbione di quota, per esempio», racconta «Chicco». Di animali, invece, dice ce ne siano meno che altrove. «Qui il luogo è frequentato da fungaioli, da escursionisti, le bestie selvatiche sentono subito e si spaventano. Bisogna andare più in là, in luoghi ancor meno frequentati». E' un sito che ripesca nei sussurri, e nelle vicende amministrative, quel «Segreto del Bosco Vecchio» racconto lungo d’esordio di Dino Buzzati. Narra, infatti, Guidi che «questa foresta venne reimpiantata durante il Ventennio, prima era tutto pelato. Brullo. Disboscato».
Anni di un proto decollo industriale, in Europa, e la materia prima per eccellenza, ben prima del petrolio, erano legna e carbone. Così, in pochi decenni, non ci fu più nulla della foresta vergine di questo crinale. Sono perlopiù faggi, con qualche abete, messo dalla Forestale un secolo fa. Ma qua e là si incontrano anche aceri, sambuco, sorbo. «Manca invece, per ragioni ambientali, il sottobosco tipico delle Alpi» precisa il gestore del rifugio. La passione di quest’uomo, si augura, verrà raccolta dai figli Rocco e Andrea. «Loro adesso fanno i pendolari, quasi tutti i giorni a Parma per andare a scuola».
Non è come dirlo, Lagoni-Corniglio-Parma e ritorno, per dei ragazzini. D’inverno la famiglia risiede in paese; con la bella stagione, permane direttamente in quota, al rifugio. I chilometri sono una necessità, per chi vive da queste parti: chi abita a Monchio, a Corniglio, o lì ci lavora, lo sa bene.
E quindi anche la madre, insegnante di lettere al «Giordani», ha una belle dimestichezza con la strada della Val Parma. Vuoi mettere, però, col silenzio vivo delle faggete?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

7commenti

Lealtrenotizie

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

incidente

Investita in viale Piacenza: donna incinta ricoverata al Pronto soccorso

Pomeriggio nero sulle strade cittadine: tre incidenti in poche ore

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Meteo

Weekend con il sole: è in arrivo il gran caldo Video

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

tardini

Da domani (sabato 27) la prevendita di Parma-Lucchese

COLLECCHIO

Guardia di Finanza alla Copador

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

7commenti

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

6commenti

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

piacenza

Ville con piscina confiscate da Gdf a famiglie di giostrai

piacenza

Maestre arrestate per maltrattamenti, intercettazioni: "Se ci vedessero fare così ci arrestano"

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

Rimini

Valentino Rossi è stato dimesso dall'ospedale

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima