Provincia-Emilia

"Disinteresse per i tesori del paese"

"Disinteresse per i tesori del paese"
Ricevi gratis le news
0

Il presidente della sezione Colorno e Bassa Est di Italia Nostra, Alberto Padovani, interviene sui problemi ambientali e artistici discussi nelle assemblee dei soci.
Come prosegue il tavolo per la Torre delle Acque?
«Sappiamo che il sindaco ha avuto un incontro con il presidente di Aipo, Alfredo Peri, per sottoporre la questione del recupero complessivo dell’area, a partire dalla messa in sicurezza idraulica. Noi partecipiamo al tavolo con i proprietari con l’unico obiettivo di evitare il degrado definitivo della Torre, pezzo unico per importanza paesaggistica e storica, oltre che per il recupero complessivo dell’area, che meriterebbe un progetto ad hoc. In merito a questa situazione Italia Nostra non accetta atteggiamenti passivi e rassegnati, né l’immobilismo che finora ha contraddistinto i proprietari, a partire dal tetto. Occorre intervenire per evitare il crollo. Inoltre, è urgente la ripulitura dell’area interessata. Ricordo che più di 360 cittadini  hanno firmato la petizione per sostenere il recupero». 
Per gli altri edifici storici di Colorno in pericolo cosa pensate di fare?
«La situazione è molto preoccupante: la Venaria è in pessime condizioni, e rischia di esserlo ancora di più dopo l’abbandono da parte della Pubblica Assistenza. L’Asl, proprietaria dell’edificio, si è sempre dimostrata insensibile nei fatti all’immobile: meglio sarebbe affidarlo a qualche Fondazione che la possa riportare al suo antico splendore. Il problema di una Fondazione Colorno, con capitale privato e controllo pubblico, è urgente in generale: pensiamo a un adeguato recupero dell’ex Ospedale Psichiatrico, alle mura farnesiane del Parco storico, che si stanno sfaldando, alle statue pregiate dimenticate (Diana, San Giovanni Nepomuceno). Ci preoccupa una sensazione di disinteresse diffuso per le sorti del Paese: occorre un salto di qualità per recuperare tutti i pezzi della Colorno farnesiana e metterli a disposizione di un progetto culturale-turistico. Per questo si devono muovere il Ministero dei Beni Culturali, la Regione e la Provincia. Non possiamo pretendere che il Comune da solo possa risolvere problemi così ampi e complessi. Occorre una visione di ampio respiro progettuale».
E il Museo etnografico?
«Italia Nostra condivide il percorso intrapreso dall’Amministrazione, verso il riconoscimento di “Museo di qualità”. Al contempo torna a chiedere un maggiore coinvolgimento dei soggetti che hanno contribuito alla raccolta del prezioso patrimonio disponibile ad oggi. Occorre fare di tutto per evitare la dispersione di materiale storico disponibile. La formula del “museo diffuso” per i materiali che non troveranno posto all’interno dell’Aranciaia potrebbe essere una soluzione positiva: sono molti gli spazi da valorizzare in cui potrebbero trovare posto gli oggetti dell'Aranciaia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS