15°

28°

Provincia-Emilia

"Voglio sapere come è morto il mio Emmanuel"

"Voglio sapere come è morto il mio Emmanuel"
Ricevi gratis le news
5

Samuele Dallasta

Emmanuel non c'è più. In certi momenti di dolore le parole sembrano quasi inutili, bastano sguardi e gesti per capire quanto può essere grossa una tragedia per una famiglia, in particolare per il padre di Emmanuel, Roland Gray Afrane. Il tutto diventa ancora più tragico quando non si riesce ancora a capire come sia morto questo povero bimbo di origini ghanesi. «Non si è fatto sentire nessuno dall’ospedale per spiegarci come sia morto Emmanuel. Non è giusto perché noi vogliamo sapere. Quando è uscito di casa stava bene, sorrideva, non è più tornato. Qualcosa è successo e noi vogliamo sapere cosa, ma ancora nessuno ci ha fatto sapere niente», spiega Roland Gray Afrane, padre di Emmanuel, scomparso tragicamente domenica, in seguito ad un malore accusato giovedì in piscina, dopo aver lottato tre giorni tra la vita e la morte. Roland è un bravo padre, ha qualche difficoltà nell'esprimersi in italiano, ma i suoi occhi parlano per lui.  Arriva una telefonata da un amico per dargli conforto, Roland trattiene le lacrime come se volesse tenere tutto dentro di se e poi riparte a parlare del figlio. «Emmanuel era un ragazzo aperto, conosceva tutti, usciva sempre volentieri perché si divertiva con i suoi amici del paese. La sua passione più grande era il calcio, da grande avrebbe voluto fare il calciatore in una grande squadra e ,nelle sue giocate, si ispirava ai suoi idoli Mario Balotelli e Zlatan Ibrahimovic. Voleva sempre avere il pallone tra i piedi perché si divertiva tantissimo a giocare. A casa si lamentava qualche volta per i troppi compiti e perché voleva uscire per andare al campo da calcio con i suoi amici, allora io gli dicevo che se non finiva i compiti non sarebbe andato al campo a giocare e a quel punto, in men che non si dica, finiva i compiti per poi andare di corsa al campetto a sfidare i suoi amici di scuola e del paese».

Sono stati tanti i cittadini di Pontetaro che sono andati a esprimere il proprio dolore e a fare le condoglianze al padre di Emmanuel. «Ringrazio tanto il parroco che mi ha dato la sua disponibilità nel caso avessimo bisogno e anche la maestra di matematica di Emmanuel che domenica è stata con me all’ospedale tutto il tempo, cercando di aiutarmi in tante piccole cose». Anna Maria Baratta è l'insegnante di matematica di Emmanuel. «Era un bambino solare, molto vivace ma anche aperto e disponibile con gli altri ragazzi della sua età. Trovare le parole giuste per ricordarlo è molto difficile dato che nemmeno io riesco a rendermi contro di quanto sia accaduto. Era un ragazzo molto ben inserito in classe visto che era nato qui in provincia di Parma e aveva frequentato la materna con alcuni ragazzi del paese». Papà Roland sta cercando di organizzare il funerale in Italia, sia perché Emmanuel è nato qui, sia perché un eventuale trasferimento in Ghana sarebbe piuttosto costoso. «Ho chiesto aiuto al comune di Fontevivo per il funerale perché voglio che sia fatto qui, perché Emmanuel era nato qui e la sua storia e i suoi amici erano tutti i qui». Ad oggi non si conosce ancora la data dei funerali per due motivi: uno legato alla pratica ospedaliera poiché sarà fatta un'autopsia sul corpo del piccolo Emmanuel per accertarne le cause della morte, mentre il secondo motivo è legato al fatto che nella famiglia di Emmanuel si è ancora in attesa del ritorno della madre, Mary, dal Ghana. La donna, infatti, era tornata nel suo paese d'origine per trascorrere un periodo insieme ai propri famigliari. Il piccolo Emmanuel era rimasto a casa insieme al papà e alla sorella Victoria, di dodici anni anni, che giovedì ha assistito impotente al malore che ha colpito il fratellino nella piscina «Acquablu» di San Secondo dove i due piccoli ghanesi si erano recati con il gruppo del centro estivo comunale di Fontevivo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patrizia

    13 Luglio @ 23.36

    NIente e nessuno potrà ridarci il bimbo che giocava davanti a csa nostra,esuberante e sempre allegro,anche quando,forse, la vita non gliera poi tanto sorridente...... I grandi occhioni neri e il suo profondo sorriso mi accompagneranno tutte levolte che vedrò un bimbo giocare. Ciao Emmanuel,un giorno saremo nuovamente insieme e,allora ,nessuno potrà dividerci....

    Rispondi

  • francesco tuccillo e marco iovane

    13 Luglio @ 00.32

    ciao menu ci mancherai a tutti spero che dio apra x te la porta del paradiso. addio manu ci mancherai

    Rispondi

  • jonathan e mamma ombretta

    12 Luglio @ 18.26

    ci manchi ci manchi ci manchi......... il vuoto che hai lasciato intorno a noi e' inmenso .......ciao Emanuel

    Rispondi

  • Matteo

    12 Luglio @ 17.25

    Spero che i famigliari riescano un giorno a ritrovare la pace. Un abbraccio.

    Rispondi

  • maria

    12 Luglio @ 16.02

    Per il rispetto che si deve ad un genitore che ha perso il proprio bambino in modo così tragico SPERO che abbiano eseguito l'autopsia e rendano note le cause del decesso. Esprimo tutta la mia solidarietà e vicinanza insieme ad un grande abbraccio a questi poveri genitori.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti